ALTEC – VIRGIN GALACTIC: accordo per uno spazioporto italiano

Space Ship Two. Credit: Virgin Galactic

La società italiana ALTEC S.p.A. stringe un accordo con l’americana VIRGIN GALACTIC LLC.

Con un comunicato apparso ieri sul sito dell’Agenzia Spaziale Italiana, si apprende della collaborazione tra l’azienda italiana, partecipata da ASI e da Thales Alenia Space, e la società aerospaziale americana, appartenente al Gruppo Virgin, che fa capo a Richard Branson.

Secondo il sito dell’ASI, l’accordo prevede l’individuazione di un aeroporto adeguato per realizzare uno spazioporto italiano. Tale spazioporto servirà per eseguire voli sperimentali suborbitali, per addestrare astronauti e piloti e per scopi didattici e turismo spaziale.

La collaborazione prevederebbe l’uso dello spazioplano riutilizabile SpaceShipTwo, realizzato da Virgin Galactic con la Scaled Composites, e del suo velivolo vettore WhiteKnightTwo.

Il WhiteKnightTwo rappresenta il primo stadio del sistema e, decollando da un aeroporto convenzionale, trasporta la SpaceShipTwo fino ad un’altezza di 15.000 metri, per poi rilasciarla e consentire l’accensione del motore a razzo che la porterà alla quota stabilita.

Lo SpaceShipTwo è in grado di trasportare 6 passeggeri più 2 membri dell’equipaggio, attualmente è in fase di test ma è destinato ad essere usato per il turismo spaziale.

Il velivolo è equipaggiato con un motore a razzo ibrido, per questo non è in grado di decollare autonomamente da terra ma deve essere trasportato fino ad una certa quota alla quale verrà acceso l’endoreattore di cui è dotato che gli permette di raggiungere lo spazio.

George Whitesides, amministratore delegato di Virgin Galactic, ha dichiarato di essere “entusiasta di questo accordo con ALTEC e dell’opportunità di valutare l’uso del Sistema Spaziale Virgin Galactic seguendo i requisiti specifici dell’Europa nel settore della ricerca scientifica e dell’addestramento degli astronauti”.

“Questo accordo pone ALTEC, in cooperazione con Virgin Galactic, nelle condizioni di intraprendere attività innovative di sperimentazione spaziale in campo scientifico, di ricerca ed addestramento da uno spazioporto Italiano” ha aggiunto l’Amministratore Delegato di ALTEC, Vincenzo Giorgio: “Sarà nostro compito muovere i passi necessari per progredire nell’iniziativa a beneficio del Paese e della regione”.

L’intesa raggiunta dalle due aziende esprime un riconoscimento sia all’altissimo livello tecnologico raggiunto dalla tecnologia della Virgin Galactic, sia alla lunga esperienza e competenza italiana nelle attività in campo spaziale ed aerospaziale.

Anche Roberto Battiston, presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana, ha espresso un commento su questo accordi, dichiarando che ”questa innovativa cooperazione rappresenta un riconoscimento della lunga tradizione e dei successi dell’Italia in campo spaziale e pone le basi per un nuovo approccio commerciale per la ricerca in microgravità e per l’addestramento degli astronauti. L’Italia è all’avanguardia nella nuova ‘space economy’ che renderà lo spazio accessibile ad una sempre maggior quantità di persone’’.

Fonte: ASI

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=26047.0

Mauro Giaffreda

Da sempre affascinato dallo spazio e da tutto ciò che lo circonda. Si laurea in ingegneria aerospaziale presso l'Università degli Studi "La Sapienza" di Roma, cercando un modo per trasformare una passione in un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.