Lanciata la capsula cinese Shenzhou 11

Lancio di Shenzou 11 (C) Xinhua

La Cina mantiene le promesse riguardo le proprie missioni spaziali del 2016, lanciando ieri, 16 Ottobre, ore 11:30 pm GMT, la capsula Shenzhou 11 con due astronauti a bordo, tramite il vettore Lunga Marcia 2F. I quattro booster ed il primo stadio del razzo vettore si sono distaccati a circa tre minuti dal lancio, mentre il secondo stadio ha spento i propri motori dopo aver attraversato l’intero territorio cinese. A quel punto la capsula Shenzhou 11 ha iniziato la la manovra di rendevouz che permetterà il docking alla stazione spaziale Tiangong-2, mandata in orbita lo scorso 15 Settembre.

I due astronauti a bordo sono il comandante Jing Haipeng, avente già due missioni spaziali alle spalle, e Chen Dong, flight engineer alla sua prima esperienza in orbita. Jing è al suo terzo volo dopo aver preso parte al lancio di Shenzhou 7 e Shenzhou 9, rispettivamente nel 2008 e 2012, ed al suo ritorno diventerà l’astronauta cinese che avrà trascorso più tempo nello spazio. Prima del lancio, il comandante si è detto davvero entusiasta per avere la possibilità di partecipare a questa missione, pur avendo ammesso di avere ancora tanto da imparare dai colleghi russi ed americani. Il compagno di viaggio Chen Dong affronta invece la sua prima missione nello spazio, affermando di vedere il comandante Jing come un “fratello maggiore” che lo ha aiutato molto nella preparazione della missione stessa.

Il docking di Shenzhou 11 a Tiangong 2 avverrà domani 18 Ottobre, ed i due astronauti rimarranno in orbita per 30 giorni, secondo quanto annunciato da fonti ufficiali dell’agenzia spaziale cinese.  Un aspetto interessante riguarda il fatto che il momento del docking sarà immortalato da una videocamera di 25 megapixel montata a bordo di un microsatellite, il Banxing 2,  che sarà posizionato proprio accanto al laboratorio spaziale. Shenzhou 11 non presenta nessuna innovazione tecnologica rispetto alle precedenti capsule cinesi, ma i team a terra hanno migliorato le proprie tecniche per inserire più rifornimenti a bordo in vista di una missione di lunga durata.

 

 

Wu Ping, portavoce dell’agenzia spaziale cinese, ha affermato che a bordo di Tiangong-2 saranno condotti diversi tipi di esperimenti riguardanti vari ambiti. Un nuovo sistema di comunicazione a banda larga permetterà agli astronauti di rimanere in contatto con i team a terra, oltre che con le proprie famiglie. Wu ha inoltre affermato che “sarà effettuato anche un esperimento di ultrasuono, in cui i team a terra potranno ascoltare in diretta le funzioni cardio-respiratorie degli astronauti in orbita”. Tra i vari esperimenti ve ne sarà uno che consisterà  nella coltivazione di una pianta di lattuga nello spazio, mentre altri riguarderanno alcune procedure di training per eventuali riparazioni a bordo della stazione spaziale.

Dopo il ritorno di Shenzou 11 a Novembre, gli ingegneri cinesi lanceranno ad Aprile 2017 un veicolo cargo che si attraccherà a Tiangong-2. Denominato Tanzhou-1, il cargo sarà lanciato con il nuovo vettore Lunga Marcia 7, con lo scopo di  testare la possibilità di rifornire la stazione spaziale attraverso veicoli unmanned, come già accade a bordo della ISS.

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=25852.0

Valeria Parnenzini

Appassionata di spazio e tecnologia, collabora con AstronautiNEWS da Agosto 2015.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.