ISS Weekly Status Report – 25.2016

ISS, Shuttle ed ATV

Pubblichiamo il nuovo report delle attività svolte dagli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale

22 agosto

Command and Control (C&C) Multiplexer Demultiplexer (MDM) Transition
Gli specialisti a Terra hanno effettuato una serie pianificata di trasferimento servizi dei C&C MDM. Gli stati attivati vedono C&C 2 MDM come primario, C&C 3 MDM nel ruolo di backup mentre C&C 1 MDM è stato posto in stand-by. Questa distribuzione dei servizi è quella supportata da OA-5, dove i ruoli primari di Guidance, Navigation e Control (GN&C) MDM non sono sugli stessi canali dell’MDM che gestisce l’alimentazione elettrica.

Columbus Power Distribution Unit 1 (PDU-1) Repower
Venerdì scorso, il modulo Columbus ha registrato una anomalia all’alimentazione elettrica a carico del Power Distribution Unit 1 (PDU-1). I sottosistemi a valle del PDU-1 hanno subito un’interruzione. I sistemi si sono automaticamente posti in Safe Mode. Dopo aver ripristinato il carico elettrico, tutto è tornato alla normalità ad eccezione di RapidScat. Ogni tentativo di riattivazione di RapidScat veniva interrotto da un nuovo blocco del PDU-1. I sistemi a valle di PDU-1 sono RapidScat ed il Solar Monitoring Observatory (SOLAR). RapidScat ha i suoi riscaldatori attivi ed in funzione ed è in grado di rimanere disattivato indefinitamente senza impatti. I Ground teams stanno analizzando la causa dei continui blocchi del Power Distribution Unit 1 (PDU-1).

Payload Activities Completed Over the Weekend

Mouse Epigenetics Habitat Cage Unit Maintenance. L’equipaggio ha effettuato l’attività di manutenzione ordinaria, sostituendo le cartucce del cibo e rifornendo d’acqua la Mouse Habitat Cage.
Heart Cells Media Change Operations. L’equipaggio ha sostituito il supporto nel Multiwell BioCell e riparato una delle Multiwell BioCells.
Biological Rhythms 48 Hours Actiwatch Preparation. L’equipaggio ha configurato l’Actiwatch, utilizzando l’Actiware Software ed il Medical Laptop.
NanoRack Module 9. Sono state completate le sessioni n°4 e n°5.
Fine Motor Skills. Sono state effettuate le consuete attività interattive su una tavoletta touchscreen.
Space Headaches. L’equipaggio ha compilato un nuovo questionario dell’esperimento Space Headaches dell’Agenzia Spaziale Europea.
Alpha Magnetic Spectrometer (AMS) Hard Drive Change. L’equipaggio ha sostituito gli hard disk all’interno dell’UltraBay Adapter del computer portatile AMS. Questa attività viene effettuata ogni 6 mesi circa.

 

23 agosto

SpaceX-9 Dragon Pack
In preparazione del ritorno a Terra del cargo Dragon della missione SPX-9, in programma venerdì prossimo, l’equipaggio ha completato le seguenti attività:

Minus Eighty Degree Celsius Laboratory Freezer for ISS (MELFI) to Polar Sample Transfer. I campioni sono stati trasferiti da MELFI ai Polars.
Space Automated Bioproduct Lab (SABL) CO2 Controller Removal. Il SABL-1 CO2 Incubator Controller è stato rimosso e predisposto all’invio a Terra con il cargo della missione SpaceX-9.
SPHERES Blue Satellite. Il serbatoio di CO2 utilizzato dai satelliti SPHERES è stato rimosso, sfiatato ed imballato.
Meteor Hard Drive Retrieval. E’ stato recuperato il disco rigido del portatile Meteor.

Mouse Epigenetics Habitat Cage Unit Maintenance
Le Mouse Cage Units, ed i topi in esse contenuti, sono state trasferite dalla Cell Biology Experiment Facility (CBEF) al Glove Box per permettere di effettuare la pulizia periodica. L’equipaggio ha anche sostituito la copertura della Transportation Cage Units (TCU) per predisporla al ritorno a Terra con il cargo Dragon della missione SpaceX-9. Al termine della manutenzione, le Mouse Cage Units sono state riposizionate nel CBEF. L’obiettivo dell’esperimento Mouse Epigenetics è aiutare gli scienziati a comprendere meglio l’impatto e gli effetti a lungo termine del volo spaziale sulla attività genetica, dai cambiamenti nell’espressione genica nei singoli organi al mutamento del DNA.

Biomolecule Sequencer Surface Pro 3 Hardware Checkout
L’equipaggio ha configurato e collegato alla rete wifi della ISS il tablet Surface 3, prima di concludere le verifiche a supporto dell’esperimento Biomolecule Sequencer. L’indagine Biomolecule Sequencer intende dimostrare per la prima volta la fattibilità della sequenzializzazione del DNA su un veicolo spaziale orbitante. La sequenzializzazione del DNA permetterebbe l’identificazione di microbi, diagnosticare malattie e conoscere lo stato di salute di ciascun membro dell’equipaggio.

Fine Motor Skills
Oggi è stata effettuata una nuova sessione dell’esperimento Fine Motor Skills. In questo esperimento i membri dell’equipaggio eseguono una serie di attività interattive su una tavoletta touchscreen. Questa è la prima indagine che abbina le capacità motorie ad una lunga esposizione alla microgravità, analizzando le diverse fasi di adattamento alla microgravità ed il recupero sensomotorio, una volta tornati alla gravità terrestre.

Habitability Human Factors Directed Observations
L’equipaggio ha completato una sessione dell’esperimento Habitability registrando un video, ed il relativo commento, di una attività. Habitability valuta la relazione tra i membri dell’equipaggio ed il loro ambiente in un ottica di miglioramento della progettazione e della predisposizione dei futuri veicoli impegnati in voli spaziali di lunga durata, quali ad esempio i voli verso i Near Earth Asteroids (NEA) e Marte. L’obiettivo finale è quello di comprendere quali siano le dimensioni necessarie ed ottimali, ed il relativo layout interno, della parte abitabile di un velivolo spaziale. Le osservazioni registrate nel corso della missione spaziale di 1 anno, così come in tutte quelle di 6 mesi, aiuteranno i progettisti dei veicoli spaziali a capire quanto spazio del volume abitabile sia necessario, e se la durata di una missione, correlata con le dimensioni del volume abitabile, possa arrecare impatti sull’equipaggio. L’applicazione iShort permette ai Ground teams ed agli specialisti degli impatti umani (human factor engineers) di studiare e valutare il design della ISS in un ottica rivolta alla progettazione dei futuri veicoli spaziali.

Dose Tracker
L’equipaggio ha completato oggi un nuovo monitoraggio sull’assunzione di farmaci, annotando le proprie osservazioni tramite l’app installata sul proprio iPad. Questa indagine documenta l’uso di farmaci da parte dei membri dell’equipaggio, registrando la loro assunzione prima e durante la missione sulla ISS, analizzando anche le caratteristiche degli effetti collaterali, la loro frequenza e gravità. Questo studio intende comparare l’efficacia di un farmaco sulla Terra con quanto riscontrato nello spazio, ponendo particolare rilievo ai sintomi ed agli effetti collaterali per stabilire se le alterazioni riscontrate nel corso di un volo spaziale siano da attribuirsi alla farmacocinetica (PK) oppure alla farmacodinamica (PD).

Columbus Payload Power Switching Box (PPSB) – SDX Switch 1 Reconfiguration
L’equipaggio ha riconfigurato lo switch SDX 1 sul PPSB1 per RapidScat in Columbus, in preparazione del reboost in programma domani.

Columbus Power Distribution Unit 1 (PDU-1) Troubleshooting
Lunedì, i Ground teams sono stati in grado di ridare corrente al PDU-1 in Columbus, sistema che fornisce energia elettrica ai payload RapidScat e Solar Monitoring Observatory (SOLAR). Oggi SOLAR è stato alimentato con successo dall’Outlet 3, disattivando il Columbus Payload Power Switching Box (PPSB) – SDX switch 1, per isolare RapidScat ed escluderlo dal circuito elettrico. RapidScat ha i suoi riscaldatori attivi ed in funzione ed è in grado di rimanere disattivato indefinitamente senza impatti. I Ground teams stanno analizzando la causa dei continui blocchi del Power Distribution Unit 1 (PDU-1).

Mobile Servicing System (MSS) Operations
La scorsa notte i Robotics Ground Controllers hanno stivato lo Special Purpose Dexterous Manipulator (SPDM) sul Mobile Base System (MBS) Power Data Grapple Fixture #2 (PDGF2). Al termine, dopo i controlli periodici, SSRMS è stato manovrato per afferrare l’SpX-9 Flight Releasable Grapple Fixture (FRGF) in preparazione del rilascio del cargo della missione SPX-9, previsto per venerdì.

 

24 agosto

ISS reboost
Questa mattina, la ISS ha effettuato un reboost utilizzando i propulsori della Progress 63P. Il reboost si è reso necessario per sincronizzare l’orbita della ISS ed agevolare il ritorno a Terra della Soyuz 46S.

Biological Rhythms 48 Holter Start
L’equipaggio ha avviato le attività di preparazione dell’esperimento Biological Rhythms, collegando il Digital Walk Holter Electrocardiogram (ECG) e gli elettrodi. L’obiettivo primario dell’esperimento Biological Rhythms 48 della Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA) è quello di studiare gli effetti dell’esposizione di lungo termine alla microgravità sulla funzione cardiaca, analizzando un elettrocardiogramma di un astronauta per 48 ore.

Mouse Epigenetics Transfer and Reconfiguration Operations
L’equipaggio ha scollegato la Mouse Habitat Cage Unit della Cell Biology Experiment Facility (CBEF) Incubator Unit (IU) Micro-G ed 1G, e trasferito i topi dalla Mouse Habitat Cage Unit alla Transportation Cage Unit. L’equipaggio ha anche riconfigurato i cablaggi video del CBEF per l’Image Processing Unit (IPU) e la Video Compression and Recording Unit 2 (VRU2).

NanoRack Module 9
Oggi è stata effettuata l’ultima sessione dell’esperimento NanoRacks Module 9. L’equipaggio ha attivato, disattivato ed agitato i tubi di miscelazione. Module-9 è una raccolta di progetti di ricerca scientifica sui fluidi e sui materiali, progettati dagli studenti degli Stati Uniti.

Plant Ribonucleic Acid (RNA) Regulation Preparation
Per preparare l’esperimento Plant RNA Regulation, che verrà avviato il mese prossimo, l’equipaggio ha sostituito i contenitori dell’esperimento sugli European Modular Cultivation System (EMCS) Rotors A e B. L’esperimento Plant RNA Regulation studia i primi passi del coinvolgimento dell’espressione genica nello sviluppo di radici e germogli. Gli scienziati si aspettano di scoprire nuove molecole che spieghino le modalità con cui le piante si adattano e rispondono ad un ambiente in microgravità, fornendo una nuova visione nella coltivazione di piante per la produzione di cibo ed ossigeno nel corso di missioni di lunga durata.

Microgravity Experiment Research Locker Incubator (MERLIN) 1
La scorsa settimana MERLIN 1 si era disattivato in automatico (safed) dopo un warning relativo ad un falso allarme incendio – Payload Potential Fire – innescato da letture errate dei sensori di temperatura. Oggi MERLIN 1 è stato riacceso per avviare l’analisi del problema. I sensori di temperatura ora lavorano nel range atteso, ma saranno monitorati con attenzione per le prossime 24 ore. Se nell’arco delle prossime 24 ore non verrà riscontrata alcuna anomalia, domani MERLIN 1 potrà tornare allo stato operativo.

Dragon Packing

Polars 2 & 4 ISS to Dragon Transfer. L’equipaggio ha disinstallato i Polars 2 e 4 dall’EXPRESS Rack per trasferirli su Dragon.
Payload Card Multilab Card Cube Removal. L’equipaggio ha rimosso le Multilab Card dalla Payload Card Multilab facility, predisponendole al ritorno a Terra.
Lithium HydrOxide (LiOH) R&R. L’equipaggio ha sostituito le batterie LiOH su Dragon, in preparazione delle operazioni di supporto alla vita all’interno del cargo dopo il distacco dalla ISS.

Extravehicular Activity (EVA) Preparations
In preparazione della attività extraveicolare – Trailing Thermal Control Radiator (TTCR) EVA – prevista per il 1° settembre, il Comandante (CDR) ed il Flight Engineer 6 (FE-6) hanno ripassato le procedure previste. Al termine dell’attività, l’equipaggio ha partecipato ad una videoconferenza con i Ground teams.

 

25 agosto

SpaceX (SpX)-9 Unberth
L’equipaggio ha imballato gli elementi critici ed ha preparato il veicolo alla partenza. Dragon si è staccato oggi dalla ISS, tramite un comando inviato da Terra, alle ore 16:00 CDT. Il veicolo sarà manovrato da remoto fino a giungere, nel corso della notte, alla posizione di parcheggio in vista del rilascio che avverrà l’indomani alle ore 05:11 CDT. L’ammaraggio del cargo avverrà nell’oceano circa 5 ore più tardi.

Polar 1 ISS to Dragon Transfer. Polar 1 è stato spento, smontato e rimosso dall’EXPRESS Rack e trasferito in una posizione alimentata all’interno di Dragon. Un secondo membro dell’equipaggio ha contemporaneamente installato ed alimentato il Polar e le Transportation Cage Unit dell’esperimento Mouse Epigenetics.
Double Coldbag Pack. L’equipaggio ha trasferito i campioni congelati e gli Ice Bricks da MELFI-2, MELFI-3, Glacier 2, MERLIN 5 e SABL S/N 2 nelle Double Coldbags predisponendoli al ritorno a Terra.

Biological Rhythms 48 Multi Media Card Exchange
L’equipaggio ha interrotto la registrazione di 24 ore, iniziata ieri, per sostituire la Multi Media Card e la batteria del Digital Walk Holter ECG e dare il via alla seconda parte della acquisizione dati. L’obiettivo di questo studio è quello di esaminare accuratamente la variazione circadiana della funzione cardiaca nel corso del volo spaziale. Ciascun membro dell’equipaggio deve indossare un Actiwatch per 96 ore ed un elettrocardiografo (ECG) per 48 ore, per le due sessioni di raccolta dati previste per il proprio volo.

Mouse Epigenetics Transfer and Closeout Operations
L’equipaggio ha preparato tutte e dodici le Transportation Cage Units (TCU) prima di rimuovere le Mouse Habitat Cage Units dal Cell Biology Experiment Facility (CBEF) e trasferire i topi nelle TCU nel Glove Box per il ritorno a Terra. L’equipaggio ha trasferito anche le cartucce del cibo e scollegato l’infrastruttura del Glove Box.

LS-1 Server Issues
Nel corso della notte il server LS-1 è stato riavviato più volte ma ha continuato ad avere problemi anche questa mattina. Al momento non sono stati riscontrati grandi impatti ma il server verrà riavviato ogni volta si rendesse necessario. Il server verrà riconfigurato per abilitare la possibilità di ricostruire un nuovo server in una notte per proteggere le attività relative alla partenza di Dragon di domani.

Robotics Operations
La scorsa notte i Robotics Ground Controllers hanno azionato lo Special Purpose Dexterous Manipulator (SPDM) per estrarre il Robot Micro Conical Tool #2 (RMCT2) dall’SPDM Tool Holster Assembly (THA) in preparazione della sostituzione del Remote Power Control Module (RPCM) P12B_A in programma tra venerdì e sabato.

 

26 agosto

SpaceX (SpX)-9 Release
A seguito del distacco di Dragon dalla ISS avvenuto ieri pomeriggio, l’equipaggio ha utilizzato lo Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) per rilasciare il cargo alle ore 05:11 CDT per il suo ritorno sulla Terra. Dragon ha effettuato il deorbit burn poco dopo le ore 10:00 per ammarare nell’Oceano Pacifico 45 minuti più tardi. La missione SpaceX-9 ha riportato a Terra i campioni scientifici che sono stati trattati a bordo della ISS.

Biological Rhythms 48 Holter and Actiwatch Removal and Data Save
Dopo due giorni consecutivi di acquisizione dati, l’equipaggio ha rimosso il Digital Walk Holter ECG e lo Actiwatch Spectrum e salvato i dati registrati sul Medical Laptop. L’obiettivo di questo studio è quello di esaminare accuratamente la variazione circadiana della funzione cardiaca nel corso del volo spaziale. Ciascun membro dell’equipaggio deve indossare un Actiwatch per 96 ore ed un elettrocardiografo (ECG) per 48 ore, per le due sessioni di raccolta dati previste per il proprio volo.

Biomolecule Sequencer Hardware Setup and Sample Initialization
L’equipaggio ha recuperato il Flow Cell ed il Media Syringe Tube dal Minus Eighty-degree Freezer for ISS (MELFI) prima di usare la siringa per iniettare il campione nel Biomolecule Sequencer, dando inizio al processo di sequenzializzazione del DNA. L’indagine Biomolecule Sequencer intende dimostrare per la prima volta la fattibilità della sequenzializzazione del DNA su un veicolo spaziale orbitante. La sequenzializzazione del DNA permetterebbe l’identificazione di microbi, diagnosticare malattie e conoscere lo stato di salute di ciascun membro dell’equipaggio.

Combustion Integrated Rack (CIR) Manifold Bottle Replacement
L’equipaggio, a sostegno dei prossimi esperimenti Flex 2, ha sostituito un contenitore del collettore del CIR su uno dei quattro CIR Manifolds.

Fine Motor Skills
Oggi è stata effettuata una nuova sessione dell’esperimento Fine Motor Skills. In questo esperimento i membri dell’equipaggio eseguono una serie di attività interattive su una tavoletta touchscreen. Questa è la prima indagine che abbina le capacità motorie ad una lunga esposizione alla microgravità, analizzando le diverse fasi di adattamento alla microgravità ed il recupero sensomotorio, una volta tornati alla gravità terrestre.

Space Headaches
L’equipaggio ha compilato un nuovo questionario dell’esperimento Space Headaches dell’European Space Agency (ESA). La compilazione dei questionari è quotidiana nel corso della prima settimana di permanenza sulla ISS, mentre diventa settimanale nei periodi successivi. Gli obiettivi di questo studio sono rivolti a valutare la prevalenza e le caratteristiche della cefalea registrata dai membri dell’equipaggio posti in microgravità.

LS-1 Server Issues
A causa dei recenti problemi al server LS-1, l’equipaggio ha effettuato una sostituzione dei principali componenti del computer portatile (scheda madre, processore, memoria) conservando solo i dischi rigidi. Al termine dell’attività, LS-1 è tornato nuovamente online senza mostrare alcun problema.

LAB RWS Monitor Display Issue
Prima del rilascio di Dragon, il Monitor 1 del SSRMS Lab Robotic Work Station (RWS) ha evidenziato un funzionamento anomalo, segnale debole ed immagini non centrate nell’inquadratura del video. L’equipaggio ha provato a modificare la regolazione della luminosità e verificare i cablaggi, ma non è stato in grado di migliorare la situazione. Il flusso video è stato spostato dal Monitor 1 al Monitor 3. Il monitoraggio delle operazioni di partenza del cargo è stato completato senza anomalie e senza alcun ritardo nelle operazioni. Il pieno funzionamento del LAB RWS Monitor 1 è stato successivamente recuperato spegnendo e riaccendendo la Control Electronic Unit (CEU).

 

29 agosto

Biomolecule Sequencer WIFI Reconnection and Sample Sequence Completion
Durante il fine settimana, l’equipaggio ha completato il processo di sequenzializzazione del DNA che ha avuto inizio la scorsa settimana, dopodichè ha trasferito le schermate acquisite sul tablet Surface Pro 3 per il downlink. L’indagine Biomolecule Sequencer intende dimostrare per la prima volta la fattibilità della sequenzializzazione del DNA su un veicolo spaziale orbitante. La sequenzializzazione del DNA permetterebbe l’identificazione di microbi, diagnosticare malattie e conoscere lo stato di salute di ciascun membro dell’equipaggio.

Marrow Blood, Breath, and Ambient Air Sample Collection
Nel corso del fine settimana, ed appena dopo il risveglio, l’equipaggio ha effettuato una nuova raccolta di campioni del proprio fiato e di aria dell’atmosfera della ISS, utilizzati per misurare la concentrazione di monossido di carbonio. Marrow, esperimento della Canadian Space Agency (CSA), esamina l’effetto della microgravità sul midollo osseo. Si ritiene che la microgravità, così come lo stare a letto per lungo tempo sulla Terra, abbia un effetto negativo sul midollo osseo e sulle cellule del sangue che vengono prodotte nel midollo. La portata di questo effetto, ed il suo recupero, sono di fondamentale interesse sia per la ricerca nello spazio che per la salute umana sulla Terra.

Human Research Program (HRP) Generic Urine and Frozen Blood Collection Double Spin
L’equipaggio ha raccolto campioni di sangue ed urina, successivamente posti per la conservazione nel Minus Eighty-degree Freezer for ISS (MELFI). I campioni, utilizzati per sostenere gli esperimenti dello Human Research Program (HRP), saranno trattati nella Refrigerated Centrifuge.

Mouse Epigenetics Closeout and Reconfiguration Operations
L’equipaggio ha effettuato le operazioni conclusive dell’esperimento Mouse Epigenetics; pulizia e smontaggio del Glove Box prima di rimuovere la Mouse Habitat Cage Unit dalla Cell Biology Experiment Facility (CBEF). L’equipaggio ha anche ripristinato la configurazione dei cablaggi video del CBEF e la Video Compression e la Recording Unit 2 (VRU2) del Multi-purpose Small PayloadRack2 (MSPR2).

Thermolab Instrumentation for Circadian Rhythms
L’equipaggio ha avviato le attività della prima delle tre giornate in programma dell’esperimento Circadian Rhythms dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA), predisponendo i sensori Thermolab Double, montando sulla cintura ed alimentando la Thermolab Unit, prima di iniziare la rilevazione di 36 ore. L’esperimento esamina il ruolo dei ritmi circadiani (le reazioni del corpo umano nel ciclo di 24 ore di luce-buio) durante i voli spaziali di lunga durata, per capire come tali ritmi influenzino i cambiamenti nella composizione e nella regolazione della temperatura corporea in concomitanza di una ridotta attività fisica, il tutto in presenza della microgravità e dell’ambiente controllato artificialmente presente a bordo della ISS.

Multi-Omics Operations
L’equipaggio ha sostenuto l’esperimento Multi-Omics della Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA) attraverso la raccolta di campioni di saliva e sangue, successivamente posti in un Box Module e stivati nel Minus Eighty-degree Freezer for ISS (MELFI) per la conservazione. Lo studio denominato Multi-omics Analysis of Human Microbial-Metabolic Cross-Talk in the Space Ecosystem valuta l’impatto dell’ambiente spaziale e dei prebiotici sulla funzione immunitaria negli astronauti, combinando i dati ottenuti dalle misurazioni dei cambiamenti della composizione microbiologica nell’intestino, dai profili metaboliti e dal sistema immunitario. L’osservazione e l’analisi di questi biomarcatori durante il periodo di presenza a bordo della ISS, potrebbe essere utile nella gestione della salute degli astronauti.

Habitability Human Factors Directed Observations
L’equipaggio ha completato una sessione dell’esperimento Habitability registrando un video, ed il relativo commento, di una attività. Habitability valuta la relazione tra i membri dell’equipaggio ed il loro ambiente in un ottica di miglioramento della progettazione e della predisposizione dei futuri veicoli impegnati in voli spaziali di lunga durata, quali ad esempio i voli verso i Near Earth Asteroids (NEA) e Marte. L’obiettivo finale è quello di comprendere quali siano le dimensioni necessarie ed ottimali, ed il relativo layout interno, della parte abitabile di un velivolo spaziale. Le osservazioni registrate nel corso della missione spaziale di 1 anno, così come in tutte quelle di 6 mesi, aiuteranno i progettisti dei veicoli spaziali a capire quanto spazio del volume abitabile sia necessario, e se la durata di una missione, correlata con le dimensioni del volume abitabile, possa arrecare impatti sull’equipaggio. L’applicazione iShort permette ai Ground teams ed agli specialisti degli impatti umani (human factor engineers) di studiare e valutare il design della ISS in un ottica rivolta alla progettazione dei futuri veicoli spaziali.

Trailing Thermal Control Radiator (TTCR) Extravehicular Activity (EVA) Preparations
L’equipaggio designato ad effettuare l’attività extraveicolare ha ripassato le procedure di vestizione delle EMU, le modalità di utilizzo dei respiratori, degli Equipment Lock e la pianificazione delle attività. Al termine hanno partecipato ad una videoconferenza con gli specialisti a Terra. L’equipaggio Intravehicular (IV) ha utilizzato il software Dynamic Onboard Ubiquitous Graphics (DOUG) per un ripasso delle attività di supporto alla EVA #37 tramite l’utilizzo dello Space Station Remote Manipulator System.

External Television Camera Group (ETVCG) Troubleshooting Test Lead Build
L’equipaggio ha eseguito la prima parte di una serie di procedure per verificare il funzionamento dei riscaldatori sull’ETVCG Light di scorta.

Remote Power Control Module (RPCM) Remove & Replace (R&R)
Durante il fine settimana, i Robotics Ground Controllers hanno estratto lo Special Purpose Dexterous Manipulator (SPDM) dal Mobile Base System (MBS) Power Data Grapple Fixture (PDGF)2. Dopo alcuni controlli, SSRMS ed SPDM sono stati utilizzati per permettere ad SPDM ARM2 di utilizzare il Robot Micro Conical Tool #2 (RMCT2) per scollegare e rimuovere l’RPCM P12B_A dal suo slot, attività già tentata lo scorso 14 giugno senza successo. Oggi, dopo numerosi tentativi, l’RPCM è uscito dal suo alloggiamento. L’RPCM ed il suo alloggiamento sono stati ispezionati ma non è stato osservato nulla di anomalo. Questo RPCM è stato successivamente riposto nello Spare Slot P13A_H. Successivamente i Controller hanno guidato SSRMS ed SPDM all’allineamento di RMCT2 con l’RPCM di scorta, posizionato nello slot P11A_D, per rimuoverlo. Questo RPCM è stato poi spostato nello slot P12B_A.

46 Soyuz Survey
Dopo la sostituzione dell’RPCM, i Robotics Ground Controllers hanno trasferito SSRMS da MBS PDGF3 al Node 2 PDGF, successivamente sul Lab PDGF ed infine sul Functional Cargo Block (FGB) PDGF. Da quella posizione SSRMS è stato utilizzato per effettuare una ispezione della Soyuz 46S. Al termine dell’indagine, SSRMS è stato trasferito nella sua posizione originaria, dove verrà utilizzato nel corso della Trailing Thermal Control Radiator (TTCR) Extra Vehicular Activity (EVA) in programma giovedì.

Fonte: NASA

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=25911.0

Marco Carrara

Da sempre appassionato di spazio, da piccolo sognavo ad occhi aperti guardando alla televisione le gesta degli astronauti impegnati nelle missioni Apollo, crescendo mi sono dovuto accontentare di una più normale professione come sistemista informatico in una banca radicata nel nord Italia. Scrivo su AstronautiNews dal 2010; è il mio modo per continuare a coltivare la mia passione per lo spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.