Expedition 48 rientrata sulla Terra

La Soyuz M-20M in discesa verso le steppe del Kazakistan - Credit: @NASA/@IngallsImages

Gli astronauti Jeff Williams (NASA) Alexey Ovchinin ed Oleg Skripochka (Roscosmos) sono atterrati in Kazakistan nelle prime ore di oggi 7 settembre, a bordo della loro Soyuz TMA-20M. Le unità di soccorso hanno individuato immediatamente la capsula e hanno aiutato il trio a sgusciare fuori dai loro sedili ed a iniziare il lento riadattamento alla gravità terrestre. La Soyuz aveva lasciato la Stazione Spaziale alle 23:51 CEST di ieri sera. Poco dopo l’arrivo gli astronauti sono stati trasferiti in elicottero a Karganda, dove per la prima volta dopo mesi di convivenza si sono separati imbarcandosi su voli destinati ai rispettivi paesi di provenienza.

Ecco il video dello spettacolare atterraggio

Jeff Williams ha svolto un lavoro fondamentale nella preparazione all’arrivo dei futuri veicoli spaziali commerciali sulla ISS. Il primo International Docking Adapter (IDA) è stato installato durante un’EVA condotta dallo stesso Williams insieme a Kate Rubins lo scorso 19 agosto. Percorso da una fitta rete di sensori, il compito principale di questo adattatore è di collegare i mezzi di trasporto con astronauti a bordo alla stazione per gli anni a venire. Le prime capsule ad utilizzarlo dovrebbero essere il CST-100 della Boeing e la Dragon di SpaceX.

https://twitter.com/Space_Station/status/773337230316228608

Collettivamente l’equipaggio di Expedition 48 ha lavorato a centinaia di esperimenti di biologia, biotecnologia, fisica e scienze della Terra, sfruttando le caratteristiche uniche del grande laboratorio spaziale orbitante.

Durante la loro permanenza sono stati cinque i veicoli che hanno raggiunto la ISS. Williams in particolare ha operato il braccio robotico di bordo Canadarm 2 per afferrare e agganciare Cygnus in marzo, per la quarta missione di ATK, e due capsula Dragon in aprile e luglio, per l’ottava e nona spedizione dei veicoli di SpaceX. A completare il quadro ci sono state anche due Progress russe, arrivate anch’esse in aprile e luglio, consentendo di spedire a bordo svariate tonnellate di materiali e rifornimenti.

Il momento del touchdown della Soyuz TMA-20M - Credit: @NASA/@IngallsImages

Il momento del touchdown della Soyuz TMA-20M – Credit: @NASA/@IngallsImages

Expedition 48 era stata lanciata lo scorso marzo. Con la conclusione del suo quarto viaggio sulla ISS l’astronauta Jeff Williams ha accumulato 534 giorni nello spazio, diventando il nuovo detentore del record di maggiore permanenza nel cosmo per un cittadino statiunitense.

A bordo della ISS Expedition 49 sta continuando con le operazioni di routine, con il russo Anatoly Ivanishin di Roscosmos al comando coadiuvato dall’americana Kate Rubins e dal giapponese Takuya Onishi. Al momento i tre sono soli a bordo della Stazione, in attesa del nuovo equipaggio in arrivo tra un paio di settimane. Shane Kimbrough di NASA ed i cosmonauti Sergey Ryzhikov e Andrey Borisenko di Roscosmos sono pronti a partire da Baikonur, Kazakistan, il prossimo 23 settembre.

Ulteriori video, immagini e notizie sul programma ISS e sulle prossime Expedition sono disponibili su questi siti:

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=25663.0

Marco Zambianchi

Spacecraft Analyst per la missione Gaia presso ESA/ESOC, è fondatore di ForumAstronautico.it, e co-fondatore di AstronautiCAST. Conferenziere di astronautica al Planetario di Lecco fino al 2012, scrive ora su AstronautiNEWS ed è Presidente dell'associazione ISAA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.