Alexander Gerst comandante della ISS nel 2018

Alex durante la sua EVA il 7/10/2014. Credit: ESA

Alexander Gerst tornerà sulla stazione spaziale internazionale (ISS) nel 2018 per una nuova missione di sei mesi, durante la quale ne assumerà anche il comando.

Ad annunciarlo, mercoledì 18 maggio presso l’European Astronaut Centre di Colonia, è stato il Direttore Generale dell’agenzia spaziale europea (ESA) Jan Woerner, davanti alla cancelliera tedesca Angela Merkel.

L’astronauta Alexander Gerst si addestra al rendezvous e berthing nel simulatore della Cupola al JSC. Fonte: Alexander Gerst/NASA

L’astronauta Alexander Gerst si addestra al rendezvous e berthing nel simulatore della Cupola al JSC. Fonte: Alexander Gerst/NASA

Alexander Gerst ha effettuato la missione Blue Dot sulla ISS dal maggio al novembre 2014. “Sono onorato di poter comandare la stazione spaziale internazionale. Questo attestato di fiducia internazionale riflette l’affidabilità di ESA come partner internazionale, ed è stato possibile grazie al lavoro fantastico dei miei colleghi europei nelle precedenti missioni”, ha dichiarato Gerst. “Sono allietato dalla prospettiva di poter continuare il lavoro scientifico condotto sulla ISS da molti anni a questa parte. Non vedo l’ora soprattutto di contribuire ad una delle più grandi avventure dell’esplorazione umana: scoprire nuovi orizzonti”.

Alla ISS partecipano 11 paesi europei, tra cui Italia e Germania, attraverso l’ESA, insieme a USA, Russa, Giappone e Canada. Sulla ISS c’è attualmente l’astronauta europeo Tim Peake, che sarà seguito a novembre da Thomas Pesquet e nel maggio del 2017 da Paolo Nespoli.

Alexander continuerà il lavoro di ricerca scientifica che solitamente viene effettuato in più missioni consecutive. Nel suo secondo volo lavorerà probabilmente all’esperimento ESA sul tono muscolare Mares, farà ricerca sui plasma complessi in microgravità, e testerà nuove tecnologie a supporto del programma spaziale umano di ESA, oltre a contribuire agli altri esperimenti dei partner internazionali.

Questa sarà la seconda volta che un astronauta europeo sarà al comando della ISS nei 15 anni in cui è stata abitata. Il primo fu Frank De Winne nel 2009. Frank è adesso capo dell’European Astronaut Centre ed ha commentato: “Alexander ha mostrato performance eccezionali, un’alta professionalità ed eccellenti capacità di interazione durante la sua missione Blue Dot. Per questo l’European Astronaut Centre ha proposto ai partner internazionali che Alexander possa comandare la ISS”.

La seconda missione di Alexander Gerst avverrà tra maggio e novembre del 2018 come parte delle expedition 56 e 57. Assumerà il comando della ISS nella seconda parte della sua missione, durante l’expedition 57. L’astronauta tedesco è stato selezionato dall’ESA nel 2009 ed ha ricevuto la sua prima assegnazione di una missione nel 2011.

Fonte: ESA

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=25227.0

Matteo Carpentieri

Appassionato di astronomia e spazio, laureato in una più terrestre Ingegneria Ambientale. Lavora come lecturer (ricercatore) all'Università del Surrey, in Inghilterra. Scrive su AstronautiNews.it dal 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.