Lancio del Falcon 9 rimandato: si ritenta stanotte

Falcon 9 in rampa per la missione Orbcomm-OG2. credit: SpaceX

SpaceX ha annunciato che il lancio della missione Falcon 9 Orbcomm OG2 è stato rimandato di circa 24 ore. Si ritenterà stanotte (martedì 22/12) alle 2:33 del mattino in Italia.

Il lancio avrebbe dovuto inizialmente avvenire nella notte tra domenica e lunedì. Il rinvio è stato annunciato su Twitter direttamente da Elon Musk, CEO e fondatore di SpaceX, menzionando simulazioni i cui risultati prevederebbero maggiori probabilità di successo per il tentativo di atterraggio del primo stadio del Falcon 9 nel caso si lanciasse stanotte.

Questa missione, infatti, oltre ad essere molto importante perché si tratta del ritorno al volo del lanciatore di SpaceX dopo l’incidente avvenuto lo scorso giugno, vedrà anche un tentativo di recupero del primo stadio del Falcon 9. Contrariamente a quanto avvenuto in alcune missioni precedenti, il tentativo di atterraggio del primo stadio non avverrà ne’ su una chiatta al largo di Cape Canaveral ne’ direttamente in mare, ma si tenterà di riportare il primo stadio sulla terraferma, e precisamente alla ex-rampa di lancio SLC-13 di Cape Canaveral, recentemente ribattezzata LC-1 (Landing Complex-1) e presa in gestione proprio da SpaceX.

La motivazione citata da Elon Musk, comunque, contrasta con quanto pubblicato da Orbcomm, la compagnia che ha costruito e che gestirà gli 11 satelliti che compongono il payload di questa missione. Sul loro sito, infatti, si afferma che il rinvio è avvenuto per permettere a SpaceX di avere più tempo a disposizione per analizzare i dati del test di accensione in rampa avvenuto venerdì scorso e per raffreddare ulteriormente i propellenti criogenici. Altra novità tra le tante, infatti, c’è anche una versione potenziata del Falcon 9 con una spinta più elevata e un utilizzo di propellenti criogenici (LOX e RP-1) raffreddati ad una temperatura ancora più bassa per permetterne il carico di un volume maggiore.

Le previsioni meteo per stanotte sono, per la verità, leggermente peggiori rispetto alla notte scorsa, con una probabilità di condizioni favorevoli al lancio dell’80% anziché del 90% di ieri. Questo a causa di una maggiore probabilità di nuvolosità sul sito di lancio. Le raffiche di vento previste per oggi, però, sono a velocità pi­ù basse e questo, pur non influendo in maniera significativa sul lancio, è in realtà un grosso vantaggio per il tentativo di atterraggio del primo stadio.

Qualunque sia la reale motivazione del rinvio, il lancio di stanotte si prospetta molto interessante. Sarà possibile seguire sia il lancio che il tentativo di atterraggio del primo stadio sul sito di SpaceX.

Fonti: SpaceX, Orbcomm

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=24554.0

Matteo Carpentieri

Appassionato di astronomia e spazio, laureato in una più terrestre Ingegneria Ambientale. Lavora come lecturer (ricercatore) all'Università del Surrey, in Inghilterra. Scrive su AstronautiNews.it dal 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.