Missione IRISS: Andreas Mogensen inizia la sua permanenza sulla ISS

L’astronauta ESA di nazionalità danese Andreas Mogensen è arrivato sulla Stazione Spaziale Internazionale, con un attracco avvenuto alle 09:39 italiane del 4 settembre.
Contrariamente alle disposizioni date agli ultimi equipaggi, la manovra di avvicinamento è stata di tipo “classico”, richiedendo circa due giorni per essere completata.

Mogensen è in viaggio con due cosmonauti: il comandante della Soyuz TMA-18M Sergei Volkov e il Kazako Aidyn Aimbetov. Il volo verso la ISS è iniziato alle 04:37 GMT (06:37 italiane) del 2 settembre, con un lancio dal cosmodromo di Baykonur in Khazakstan.

Circa due ore prima dell’agganciamento ha avuto inizio la manovra automatica di rendezvous, con l’equipaggio pronto a intervenire manualmente se necessario. La manovra ha avuto pieno successo, ed il trio ha aperto il portello tra la Soyuz e la ISS alle 12:15 italiane, unendosi agi altri sei astronauti già a bordo dell’avamposto. Era dal 2013 che non si vedevano nove astronauti a bordo della Stazione.

La missione di Andreas, battezzata ‘IRISS’ (nome inventato dal co-amministratore di forumastronautico.it Filippo ‘fil0′ Magni, ndr) ha una durata di dieci giorni, ed è dedicata al test di nuove tecnologie e al miglioramento delle operazioni spaziali. Tra i suoi compiti vi sono la prova sul campo di una nuova membrana per la pulizia dell’acqua, di particolari occhiali protettivi e di una tuta operativa aderente che dovrebbe alleviare i dolori alla schiena segnalati da alcuni astronauti. Mogensen controllerà poi dall’orbita tre diversi rover, imitando le possibili mosse di futuri esploratori spaziali in altri luoghi del Sistema Solare.

La missione IRISS è stata ideata, pianificata e condotta da ESA grazie al lavoro ininterrotto dei tecnici del Columbus Control Centre, con sede presso lo stabilimento della DLR (l’agenzia spaziale tedesca) a Oberpfaffenhofen Germany. Quasi tutti gli esperimenti di Andreas si svolgono dentro al laboratorio Columbus o nel modulo Cupola.

Il comandante della Soyuz TMA-18M Sergei Volkov rimarrà sulla ISS per cinque mesi, mentre Andreas e il khazako Aidyn si uniranno al cosmonauta russo Gennady Padalka a bordo della Soyuz TMA-16M.
Il cambio di veicolo spaziale è parte della missione-maratona dell’astronauta NASA Scott Kelly e del russo Mikhail Korniyenko, impegnati in una permanenza di 11 mesi. Le Soyuz sono progettate per resistere con sicurezza in orbita per circa sei mesi, perciò la Soyuz dei due astronauti di lunga permanenza deve essere rimpiazzata da quella appartenuta a Sergei, Andreas ed Aidyn.

Il ritorno di Mogensen è programmato per il 12 settembre, con un atterraggio nelle steppe del Kazakhstan.

E’ possibile seguire la missione IRISS sui seguenti canali ufficiali di ESA:

Immagine in evidenza: (C) ESA

Fonte: ESA

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=24085.0

Marco Zambianchi

Spacecraft Analyst per la missione Gaia presso ESA/ESOC, è fondatore di ForumAstronautico.it, e co-fondatore di AstronautiCAST. Conferenziere di astronautica al Planetario di Lecco fino al 2012, scrive ora su AstronautiNEWS ed è Presidente dell'associazione ISAA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.