A Spinoff a day – Dalle rampe di lancio alla prevenzione sismica

Il razzo posizionato in rampa di lancio è collegato alla torre di servizio tramite bracci mobili, i quali hanno lo scopo di ospitare tubi e cavi che forniscono al mezzo carburante ed elettricità. Questi “cordoni ombelicali” possono rimanere in tale posizione anche in seguito all’accensione dei motori, fino a che la potenza di questi ultimi non sia stabilizzata. Dopodiché, grazie ad alcuni bulloni esplosivi, i bracci mobili si staccano dal vettore e rientrano in sede nella torre di servizio. Questo procedimento ovviamente causa colpi improvvisi e vibrazioni piuttosto pesanti alla struttura, alla quale è dunque richiesta una capacità di assorbimento particolare. Tale necessità ha portato alla creazione di ammortizzatori idraulici in grado di assorbire urti ed oscillazioni simili a quelli riscontrati agli edifici durante i terremoti.

Dalle rampe di lancio alla prevenzione sismica @NASA / Veronica Remondini

Dalle rampe di lancio alla prevenzione sismica @NASA / Veronica Remondini

Per approfondire:

Spinoff nel dettaglio [ENG]

Sito di Taylor Devices Inc. – sezione sugli ammortizzatori sismici [ENG]

Video: costruzione ed utilizzo dei sistemi ammortizzanti [ENG]

 

Presentazione completa powerpoint originale in inglese, traduzione italiana a cura di Veronica Remondini.

  Questo articolo è © 2006-2022 dell'Associazione ISAA - Licenza

Commenti

Commenta e approfondisci su ForumAstronautico.it

Veronica Remondini

Appassionata di scienza, è intimamente meravigliata di quanto la razza umana sia in grado di creare, e negare tale abilità allo stesso tempo. Stoica esploratrice di internet, ha una sua condanna: le paroline blu che rimandano ad altre pagine. Collaudatrice dell'abbigliamento da moto Stark Ind., nel tempo libero cerca invano di portare il verbo tesliano nel mondo.