L’atterraggio di Philae

Matteo Carpentieri

Appassionato di astronomia e spazio, laureato in una più terrestre Ingegneria Ambientale. Lavora come lecturer (ricercatore) all'Università del Surrey, in Inghilterra. Scrive su AstronautiNews.it dal 2011.

3 Risposte

  1. Giacomo ha detto:

    Bellissimo e interessantissimo articolo! (Segnalo solo un minuscolo errore: le ore della prima parte di “lavoro” del lander sono 64, non 54.)

    • Matteo Carpentieri ha detto:

      Grazie Giacomo! Quanto alla durata della prima fase scientifica, è proprio 54 ore. 64 ore è più o meno la durata delle batterie di Philae: se alle 54 ore di “lavoro” ci aggiungi le 7 ore di discesa + qualche ora “cuscinetto”, arriviamo proprio alla durata della prima carica 🙂

  2. Paolo Amoroso ha detto:

    Grazie Giacomo, lo riferiremo a Matteo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.