ISS Weekly Status Report – 32.2014

ISS, Shuttle ed ATV

Pubblichiamo il nuovo report delle attività svolte dagli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale

4 settembre

NanoRacks CubeSat Deployers
I tentativi supplementari, eseguiti nel corso della notte, di lanciare i satelliti CubeSats dai deployers #4, #7 e #8 non hanno avuto successo. Nel dettaglio, 24 comandi sono stati inviati al deployer #4, 30 al deployer #7 e 17 al deployer #8. I Ground teams stanno analizzando le cause per elaborare una nuova pianificazione dei rilasci.

Sprint Evaluation of Maximal Oxygen Uptake and Submaximal Estimates of VO2max Before, During, and After Long Duration International Space Station Missions (VO2Max)
Il Comandante (CDR) Swanson ha predisposto il Portable Pulmonary Function System (PPFS) per eseguire una sessione VO2Max di raccolta dati mentre si allena sul Cycle-Ergometer Vibration Isolation System (CEVIS). VO2Max registra i valori massimi di consumo di ossigeno da parte dei membri dell’equipaggio della ISS durante le missioni di lunga durata.

Energy
L’ingegnere di volo Gerst è giunto oggi al Day 2 dell’esperimento ENERGY. Gerst ha raccolto campioni di urina, ha mangiato seguendo le indicazioni di una dieta particolare ed ha effettuato quattro sessioni di misurazioni metaboliche utilizzando il sistema Pulmonary Function System (PFS). Anche (FE-5) Wiseman, agendo come soggetto di controllo, ha raccolto campioni di urina. Tutti gli astronauti evidenziano una diminuzione di massa corporea durante il volo spaziale che può essere spiegata da uno squilibrio di bilancio energetico. Tuttavia, non vi è al momento alcuna spiegazione chiara per questo squilibrio. Due sono le ipotesi in considerazione : la riduzione degli input energetici (cattiva alimentazione) oppure un aumento della spesa energetica. La conoscenza del fabbisogno energetico durante i voli spaziali è molto importante per garantire la salute e le prestazioni degli astronauti nonchè il successo complessivo della missione, ma anche per garantire un’adeguata ripartizione del carico ed un uso non eccessivo del cibo. Questo esperimento determinerà per la prima volta adattamenti dei vari componenti del dispendio energetico totale durante un lungo volo, per caratterizzare e ricavare le equazioni di previsione del fabbisogno energetico degli astronauti.

Synchronized Position Hold, Engage, Reorient, Experimental Satellites (SPHERES) Smartphone Mapping
Il Comandante (CDR) Swanson ha ripreso l’attività di mappatura del JEM Pressurized Module (JPM), dell’US Lab e del Node 2, utilizzando uno smartphone giunto sulla ISS con la missione Orbital-2. I Ground teams elaboreranno i dati ricevuti che verranno utilizzati per mappare gli interni della ISS in preparazione di una dimostrazione di navigazione effettuata nell’ambito dello studio SPHERES Smartphone. L’indagine denominata SPHERES Smartphone dimostrerà le capacità di telerobotica ottenute dalla collaborazione della tecnologia SPHERES con la tecnologia smartphone, nonché valutare le capacità dell’elettronica di consumo nell’effettuare operazioni di navigazione vision-based.

MAGVECTOR Final Installation
Swanson ha completato la fase finale dell’installazione di MAGVECTOR. L’installazione, che era stata avviata la scorsa settimana, è durata più a lungo del previsto a causa di una serie di misurazioni effettuate con un Teslametro all’interno dell’European Drawer Rack (EDR). MAGVECTOR indaga qualitativamente l’interazione tra un campo magnetico in movimento ed un conduttore elettrico.

Internal (INT) Multiplexer/Demultiplexer (MDM) Software Load
A supporto della migrazione alla versione software X2R13, i Ground controllers hanno caricato il nuovo software (INTSYS R9) su entrambi gli INT MDM. INT 2 MDM è attualmente l’MDM primario, mentre INT 1 è configurato come backup.

Crew Departure Preparation
Swanson, che si stà preparando per il ritorno a Terra, ha iniziato ad imballare i propri oggetti personali. Questi articoli saranno inviati a Terra con la Soyuz 38S ed i cargo delle missioni SpaceX-4 e SpaceX-5. Il ritorno a Terra di Swanson è previsto per il 10 settembre.

SpaceX-4 Prepack
Nella serie di attività correlate alla missione SpaceX-4, Wiseman ha iniziato l’imballaggio degli articoli che dovranno essere inviati a Terra. SpaceX-4 è previsto rimanga ancorata alla ISS dal 20 settembre al 18 ottobre.

 

5 settembre

NanoRacks CubeSat Deployers (NRCSD)
Utilizzando il JEM Remote Manipulator System (JEMRMS), i Ground controllers hanno effettuato un’emergency stop shake test su NRCSD. Nel corso del test non sono stati osservati rilasci, tuttavia, dopo circa 7 ore, è stata notata aperta la porta #7, il che implica sia avvenuto un nuovo deploy involontario. Fortunatamente sia il JEMRMS che il deployer erano ancora orientati nella corretta direzione prevista per i rilasci, per cui sono subito stati esclusi i rischi dovuti alla eventuale collisione tra il satellite e la ISS. Due deployers (#4 e #8) sono rimasti chiusi. Sono state acquisite immagini ed ora i Ground teams stanno lavorando per acquisire e tracciare i satelliti distribuiti nonchè discutere su tutte le opzioni a disposizione per completare le prossime operazioni NRCSD.

Energy
L’ingegnere di volo Gerst è giunto oggi al Day 3 dell’esperimento ENERGY continuando a seguire le indicazioni di una dieta particolare. Tutti gli astronauti evidenziano una diminuzione di massa corporea durante il volo spaziale che può essere spiegata da uno squilibrio di bilancio energetico. Tuttavia, non vi è al momento alcuna spiegazione chiara per questo squilibrio. Due sono le ipotesi che possono essere considerate : la riduzione degli input energetici (cattiva alimentazione) oppure un aumento della spesa energetica. La conoscenza del fabbisogno energetico durante i voli spaziali è molto importante per garantire la salute, le prestazioni e il successo complessivo della missione, ma anche per garantire un’adeguata ripartizione del carico ed un uso non eccessivo di cibo. Questo esperimento determinerà per la prima volta adattamenti dei vari componenti del dispendio energetico totale durante un lungo volo, per caratterizzare e ricavare le equazioni di previsione del fabbisogno energetico degli astronauti.

Biochemical Profile Sample Collection
Il Comandante (CDR) Swanson, ormai giunto al traguardo Return -14 (mancano 14 giorni al suo ritorno a Terra), ha effettuato una raccolta di campioni di sangue ed urina per lo studio denominato Biochemical Profiles. Il sangue e le urine sono utilizzati per valutare lo stato di salute di un astronauta, rilevando i biomarcatori chiave presenti in questi fluidi. Questa indagine, che ha inizio nel periodo di pre-volo dell’astronauta, prosegue durante la permanenza nello spazio per poi terminare con ulteriori esami nel periodo post-volo, ha come scopo il determinare se le alterazioni del sistema immunitario indotte dal volo spaziale possono aumentare la suscettibilità di infezione o rappresentare un rischio sanitario significativo per i membri dell’equipaggio a bordo della ISS.

FLame Extinguishment Experiment (FLEX)-2 Operations
L’ingegnere di volo (FE-5) Wiseman ha rimosso le guide di allineamento del Combustion Integration Rack (CIR) che isolano il rack, permettendo ai Ground teams di condurre da remoto un nuovo esperimento FLEX-2. Il combustibile utilizzato in questa sessione è composto da una miscela di toluene ed eptano. FLEX-2 utilizza piccole goccioline di combustibile per studiare le caratteristiche della combustione nello spazio. Questi esperimenti analizzano come ed in che modo viene bruciato il combustibile, le condizioni in cui si forma la fuliggine ed il modo in cui una miscela di combustibili evapori prima di bruciare. I risultati di FLEX-2 daranno agli scienziati una migliore comprensione di come gli incendi si comportano nello spazio e fornirà importanti informazioni che saranno utili per aumentare l’efficienza del carburante nei motori che utilizzano combustibili liquidi.

Dose Distribution inside ISS (DOSIS)-3D Retrieval
Gerst ha recuperato i rilevatori passivi DOSIS 3D, che erano stati distribuiti sulla ISS lo scorso marzo, per consegnarli ad un membro russo dell’equipaggio che li farà recapitare a Terra con la Soyuz 38S. Il payload DOSIS-3D dell’ESA permette la creazione di una mappa tridimensionale che mostra, in collaborazione con i vari sensori di rilevazione di radiazione attiva e passiva posti all’interno della ISS, la distribuzione delle radiazioni assorbite.

SpaceX Dragon On-Board Training (OBT)
Wiseman e Gerst hanno effettuato una sessione di addestramento in preparazione dell’arrivo di Dragon della missione SpaceX-4. La lezione ha coperto aspetti relativi alle procedure di avvicinamento nonchè illustrare, tramite filmati e fotografie, cosa aspettarsi ne corso dell’utilizzo degli strumenti quali il Robotics Work Station (RWS) ed il Portable Computer System (PCS). La lezione ha inoltre fornito una panoramica dei comandi con cui l’equipaggio può intervenire per governare Dragon da remoto utilizzando il Crew Command Panel (CCP). L’attracco di Dragon (missione SpaceX-4) alla ISS rimane previsto per il 20 Settembre.

Emergency Roles & Responsibilities (R&R) Review/Crew Handover
Wiseman, Gerst, e (FE-4) Suraev hanno ripassato le principali procedure di emergenza e discusso sui ruoli e sulle responsabilità in queste situazioni.

38 Soyuz (38S) Departure Preparations
In preparazione del distacco e del successivo atterraggio della Soyuz 38S in programma per il prossimo mercoledì 10 Settembre, l’ISS Commander Swanson ed i Flight Engineer (FE-1) Skvortsov ed (FE-2) Artemyev hanno effettuato un OBT Soyuz Drill 2. Sono state ripassate le procedure associate ad una discesa nominale di una Soyuz.

Ku Communications Unit (KCU) Software Load
Alla conclusione della migrazione alla versione software X2R13, i Ground controllers hanno installato un nuovo aggiornamento appena consegnato (R2 Patch 3) su entrambe le Orbital Replacement Units (ORUs) KCU1 e KCU2. Quest’ultima versione di software permetterà il Common Communications for Visiting Vehicles (C2V2), di aggiungere la possibilità di inviare comandi per modificare i settaggi video nonchè incrementare le performance della telemetria.

 

8 settembre

Energy
L’ingegnere di volo Gerst ha continuando, anche nel corso del fine settimana, a seguire le indicazioni fornite dal protocollo dell’esperimento ENERGY, raccogliendo nel frattempo anche campioni di urina. Anche (FE-5) Wiseman, agendo come soggetto di controllo, ha raccolto campioni di urina. Tutti gli astronauti evidenziano una diminuzione di massa corporea durante il volo spaziale che può essere spiegata da uno squilibrio di bilancio energetico. Tuttavia, non vi è al momento alcuna spiegazione chiara per questo squilibrio. Due sono le ipotesi che possono essere considerate: la riduzione degli input energetici (cattiva alimentazione) oppure un aumento della spesa energetica. La conoscenza del fabbisogno energetico durante i voli spaziali è molto importante per garantire la salute, le prestazioni e il successo complessivo della missione, ma anche per garantire un’adeguata ripartizione del carico ed un uso non eccessivo di cibo. Questo esperimento determinerà per la prima volta adattamenti dei vari componenti del dispendio energetico totale durante un lungo volo, per caratterizzare e ricavare le equazioni di previsione del fabbisogno energetico degli astronauti.

Device for the study of Critical Liquids and Crystallization (DECLIC) Hard Drive Exchange
Il Comandante (CDR) Swanson ha sostituito il disco rigido del laptotp utilizzato dalle indagini DECLIC. Dopo la sostituzione del disco i Ground controllers hanno caricato i nuovi script e riavviato l’hardware ma, subito dopo la riaccensione, è stato riscontrato un errore. L’hardware è stato spento ed ora i Ground controllers stanno indagando su come risolvere il problema. DECLIC è una struttura multi-utente utilizzata per lo studio dei materiali trasparenti e le loro transizioni di fase in condizioni di microgravità che è possibile avere a bordo della ISS. Il flusso del calore in condizioni di ebollizione è diverso in microgravità rispetto a quanto evidenziato sulla Terra. I risultati dell’esperimento DECLIC ALI permetteranno di capire i flussi di calore nei fluidi al punto di ebollizione, e verranno utilizzati per sviluppare sistemi di raffreddamento da utilizzare in condizioni di microgravità.

Robonaut Mobility Upgrades
Swanson ha collegato il cavo di alimentazione Cortex permettendo ai Ground controllers di effettuare alcune verifiche intermedie a Robonaut. Robonaut, sviluppato nell’ambito dello Space Act Agreement stipulato tra la NASA e la General Motors (GM), è stato trasportato sulla ISS dalla missione Shuttle STS-133. Robonaut è un robot umanoide progettato con la versatilità e la destrezza di manipolare oggetti, disporre di una maggiore resistenza rispetto agli umani e di reagire in modo sicuro svolgendo attività in collaborazione con gli astronauti.

Sprint Ultrasound
Swanson, aiutato da Wiseman, ha effettuato la rilevazione dell’esperimento Sprint essendo giunto al traguardo del Return -7. L’esperimento denominato Integrated Resistance and Aerobic Training Study (Sprint), valuta il metodo di allenamento ad alta intensità e bassi carichi previsto per minimizzare la perdita di funzione cardiovascolare e di massa muscolare negli astronauti impegnati in missioni di lunga durata. Queste sessioni di acquisizione ecografica sono effettuate ad intervalli prestabiliti, ovvero al FD14, FD30, FD60, FD90, FD120, FD150, e Return-7.

EVA Handover
Swanson ha effettuato con Gerst e Wiseman un passaggio di consegne relativo alle EVA. Nell’ambito di questa attività, l’equipaggio ha ripassato le procedure relative all’EVA Cuff Checklist, alle attività preparatorie, alle attività post EVA nonchè i segnali a mano. Il ritorno a Terra di Swanson è previsto per il 10 settembre a bordo della Soyuz 38S.

SpaceX-4 (SpX-4) Preparations
In preparazione dell’arrivo del cargo Dragon della missione SPX-4, Gerst e Wiseman hanno effettuato una esercitazione Dragon Robot 1 On-Board Training (OBT). Lo scopo di questa simulazione è quello di effettuare due sessioni complete di Capture Point hold, ovvero permettere all’equipaggio di familiarizzare con le tempistiche, i possibili malfunzionamenti ed i ratei nominali di avvicinamento. L’attracco di Dragon (SPX-4) è previsto per il 20 settembre.

Crew Departure Preparation
Swanson ha proseguito l’attività di imballo dei propri oggetti personali in vista del suo ritorno a Terra previsto per il 10 settembre. Questi articoli saranno inviati a Terra con la Soyuz 38S ed i cargo delle missioni SpaceX-4 e SpaceX-5.

 

9 settembre

Change of Command Ceremony
La Change of Command Ceremony (cerimonia del passaggio di consegne per il comando della ISS) si è tenuta oggi al termine della giornata lavorativa che ha visto tutti gli astronauti impegnati nei preparativi per il ritorno a Terra dell’equipaggio della Soyuz 38S, in programma domani. Il Comandante della ISS, CDR Swanson, ha effettuato il passaggio di consegne con Suraev, che sarà il Comandante della Expedition 41. L’undocking è previsto per domani alle 18:01 CDT con atterraggio alle 21:23 CDT.

Synchronized Position Hold, Engage, Reorient, Experimental Satellites (SPHERES) Slosh
L’ingegnere di volo (FE-5) Wiseman ha condotto con successo una nuova sessione dell’esperimento SPHERES Slosh. L’indagine SPHERES-Slosh utilizza i piccoli satelliti robotici, presenti sulla Stazione Spaziale Internazionale, per esaminare come i liquidi si muovono all’interno di contenitori posti in condizioni di microgravità. Il contenuto di una bottiglia di acqua slosh si comporta differentemente a seconda che si trovi in microgravità oppure sulla Terra, ma i movimenti dei liquidi in microgravità non sono ancora ben compresi. Questo studio intende analizzare come progettare le strutture interne dei serbatoi di combustibile per migliorare la gestione del propellente a bordo dei veicoli spaziali.

Cell Mechanosensing (CMS)-2 Microscope Set Up
(FE-6) Gerst ha installato il microscopio a fluorescenza nella Maintenance Work Area (MWA) che è posta nel JEM Pressurized Module (JPM) in preparazione dell’esperimento denominato CMS-2 che verrà consegnato sulla ISS dalla missione SpaceX-4. Il microscopio sarebbe dovuto essere allestito nel Multi-Purpose Small Payload Rack (MSPR) Work Volume, ma questa area di lavoro è attualmente occupata da Aquatic Habitat per l’esperimento Zebra Fish che verrà consegnato sulla ISS dalla Soyux 40.

Combustion Integration Rack (CIR) Bottle Replace
Swanson ha sostituito un manicotto all’interno del CIR. Attualmente il CIR è configurato per l’indagine FLEX-2. FLEX-2 utilizza piccole goccioline di combustibile per studiare le caratteristiche della combustione nello spazio. Questi esperimenti analizzano come ed in che modo viene bruciato il combustibile, le condizioni in cui si forma la fuliggine ed il modo in cui una miscela di combustibili evapori prima di bruciare. I risultati di FLEX-2 daranno agli scienziati una migliore comprensione di come gli incendi si comportano nello spazio e fornirà importanti informazioni che saranno utili per aumentare l’efficienza del carburante nei motori che utilizzano combustibili liquidi.

Binary Colloidal Alloy Test (BCAT)-Low Gravity Phase Kinetics Platform (KP) Sample Initiation
Wiseman ha trasferito le immagini dell’ultima sessione dell’esperimento BCAT-KP, ha preparato un nuovo campione e predisposto la fotocamera per l’acquisizione automatica delle immagini ad intervalli di tempo prestabiliti. BCAT-KP fornisce agli scienziati dei materiali una piattaforma per studiare i cambiamenti di fase nei materiali colloidali con lo scopo di aiutare a sviluppare nuove tipologie di prodotti, dai cristalli liquidi a prodotti destinati a beni di consumo più versatili.

Dosimeter Removal
Gerst ha rimosso il Dosimetro d’area #17 che era stato installato all’interno del Japanese Experiment Logistics Module – Pressurized Section (JLP) Module. Questi dosimetri rilevano continuamente e costantemente la quantità delle radiazioni presenti a bordo della ISS. L’esposizione alle radiazioni può avere significativi effetti biologici sugli organismi viventi e sulle indagini biologiche allo studio sulla ISS. Il dosimetro rimosso verrà imballato per poi essere rispedito a Terra, per le successive analisi, con la Soyuz 38S.

MAGVECTOR
I Ground teams hanno rilevato errori dai dati telemetrici di MAGVECTOR. Si ritiene che il problema possa essere associato ad un sensore difettoso. MAGVECTOR è stato disattivato in attesa di giungere ad una soluzione del problema. MAGVECTOR indaga qualitativamente l’interazione tra un campo magnetico in movimento ed un conduttore elettrico.

Crew Quarters (CQ) Audio Configuration
Tra le varie attività che occorre effettuare prima di tornare a Terra vi è la riconfigurazione dei cavi audio del Node 2, eseguita oggi da Swanson, necessaria per disporre della possibilità di udire le conversazioni ed i toni all’interno del CQ Deck, di cui ora Gerst è responsabile. Questa attività viene effettuata ad ogni variazione della USOS Lead, ovvero ad ogni passaggio di consegne tra equipaggi.

In Flight Maintenance (IFM) Port CQ Cleaning
Swanson ha pulito i condotti di aspirazione e di scarico, i ventilatori ed i sensori del flusso d’aria del suo alloggio (Crew Quarters). A causa della grande quantità di polvere osservata durante le precedenti pulizie degli alloggi personali, Swanson ha dovuto smontare tutti i pannelli rimovibili e provvedere alla pulizia della struttura sottostante.

Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) Operations
I Ground controllers hanno effettuato una verifica ai cavi ed ai meccanismi del SSRMS Latching End Effector (LEE) B. La verifica di entrambi i LEE è un’operazione obbligatoria (Launch Commit Criteria) da effettuare prima dell’arrivo del cargo della missione SpaceX 4. Sono state acquisite immagini dei LEE per documentare l’attività di verifica, ma in ogni caso non è stato rilevato nulla di anomalo.

JEMRMS NanoRacks Cubesat Deployer (NRCSD) Maneuver
Durante la notte, gli specialisti JAXA hanno manovrato il Japanese Experiment Module Remote Manipulator System (JEMRMS) in una posizione tale per cui una distribuzione accidentale dei restanti CubeSats non diventi una minaccia per la partenza della Soyuz 38S.

 

10 settembre

38 Soyuz (38S) Undock and Landing
Il Comandante della Expedition 40 Swanson, e gli ingegneri di volo (FE-1) Skvortsov e (FE-2) Artemyev, hanno effettuato oggi lo sgancio dalla ISS alle 18:01 CDT per atterrare in Kazakistan alle 21:23 CDT. L’equipaggio conclude oggi una missione durata 167 giorni. La partenza della Soyuz 38S segna l’inizio della Expedition 41 sotto il comando di Maxim Suraev. Suraev, (FE-5) Wiseman e (FE-6) Gerst opereranno sulla ISS come equipaggio composto da tre astronauti fino al 26 settembre, data in cui è previsto l’arrivo di un nuovo equipaggio.

Capillary Channel Flow (CCF) Hardware Stow
Wiseman ha smontato le apparecchiature dell’esperimento CCF dal Microgravity Science Glovebox (MSG) e le ha stivate. Le sessioni degli esperimenti CCF, della durata di quattro settimane, sono state effettuate senza il coinvolgimento diretto dell’equipaggio. Il flusso capillare è l’assorbimento naturale di un fluido che scorre in canali sottili nella direzione opposta a quanto esercitato dalla forza di gravità. Le radici degli alberi sono un esempio di flusso capillare; viene attinta l’acqua dal terreno per trasportarla fino alle foglie. CCF aiuterà i ricercatori a migliorare la comprensione del flusso capillare in assenza di gravità. Questo esperimento permetterà di trovare nuovi modi per spostare i liquidi nello spazio. Poiché i sistemi capillari non richiedono pompe o parti in movimento, sarà possibile ridurre i costi, i pesi nonché la complessità dei sistemi di trasferimento dei liquidi nello spazio.

Salivary Markers
Swanson ha raccolto campioni di sangue e saliva per l’esperimento Salivary Markers. Questi campioni saranno utilizzati per misurare i marcatori di riattivazione virale latente (un indicatore globale di compromissione immunitaria e rischio di infezione) in combinazione con le proteine antimicrobiche salivari. Questa ricerca permetterà di identificare un sistema immunitario con problemi prima che questo si manifesti come un rischio per la salute dell’intero equipaggio. Il mantenimento di un robusto sistema immunitario durante le missioni spaziali di lunga durata sarà importante per garantire il successo di una missione. Se un’eventuale abbassamento delle difese immunitarie fosse causato dal volo spaziale, questo studio permetterà lo sviluppo di appropriate contromisure che contribuiranno a mitigarne i rischi.

Gradient Heating Furnace (GHF) Resistance Measurement and Cartridge Removal
Gerst ha rimosso una cartuccia dell’esperimento Alloy Semiconductor per predisporla al ritorno a Terra, ed ha effettuato alcune misurazioni relative all’isolamento dell’unità GHF in preparazione della sessione #3 dell’esperimento Alloy Semiconductor. Alloy Semiconductor mira a sviluppare una chiara comprensione di come i semiconduttori crescono e si cristallizzano in microgravità. I materiali studiati sono anche noti per essere utilizzati come dispositivi che convertono il calore in energia elettrica (termoelettrico). Questi studi potranno, in ultima analisi, far luce su come poter ricavare cristalli di qualità superiore da altri materiali oppure incorporarli in altri dispositivi come ad esempio le celle solari.

 

12 settembre

Energy
Wiseman e Gerst sono giunti oggi al Day 10 dell’esperimento ENERGY. Gerst ha raccolto campioni di urina ed ha mangiato seguendo le indicazioni di una dieta particolare mentre Wiseman, agendo come soggetto di controllo, ha raccolto campioni di urina. Tutti gli astronauti evidenziano una diminuzione di massa corporea durante il volo spaziale che può essere spiegata da uno squilibrio di bilancio energetico. Tuttavia, non vi è al momento alcuna spiegazione chiara per questo squilibrio. Due sono le ipotesi che possono essere considerate: la riduzione degli input energetici (cattiva alimentazione) oppure un aumento della spesa energetica. La conoscenza del fabbisogno energetico durante i voli spaziali è molto importante per garantire la salute, le prestazioni e il successo complessivo della missione, ma anche per garantire un’adeguata ripartizione del carico ed un uso non eccessivo di cibo. Questo esperimento determinerà per la prima volta adattamenti dei vari componenti del dispendio energetico totale durante un lungo volo, per caratterizzare e ricavare le equazioni di previsione del fabbisogno energetico degli astronauti.

Advanced Resistive Exercise Device (ARED) Rope Removed & Replaced (R&R)
Oggi Gerst ha sostituito il cavo di ARED come attività di manutenzione ordinaria. Il nuovo cavo ha un design che dovrebbe garantire una maggior durata rispetto ai precedenti (618 giorni per il nuovo cavo contro gli 80 giorni dei vecchi).

Regenerative Environmental Control and Life Support System (ECLSS) Recycle Tank Remove and Replace (R&R)
Wiseman ha sostituito un serbatoio di riciclo dal Water Recovery System (WRS) del Rack 2 ed anche il Brine Filter.

SpaceX-4 (SpX-4) Preparations
Gerst e Wiseman hanno effettuato una esercitazione Dragon Robot 2 On-Board Training (OBT). Lo scopo di questa esercitazione è stato quello di fare pratica sulle procedure di avvicinamento ed attracco nominali. L’attracco del cargo della missione SPX-4 è previsto per il 22 settembre.

Commercial Orbital Transport Services (COTS) UHF Communication Unit (CUCU) Checkout
In preparazione della ormai prossima missione SPX-4, Gerst ha lavorato in collaborazione con i Ground teams per attivare il sistema CUCU ed effettuare una verifica al Crew Command Panel (CCP). CUCU fornisce un collegamento telemetrico tra la ISS ed il cargo che abilita gli astronauti ad un eventuale intervento manuale nelle fasi di avvicinamento di Dragon.

Mobile Servicing System (MSS) Operations
Nel corso della notte, i Robotics Ground Controllers hanno effettuato una verifica funzionale del Robot Micro Conical Tools (RMCT) e del Backup Drive Units (BDU). Questo è stata la prima giornata, delle due previste, di controllo completo allo Special Purpose Dexterous Manipulator (SPDM) RMCT/BDU. Tutto quanto verificato non ha evidenziato alcun problema. Ulteriori controlli verranno effettuati questa sera.

Fonte: NASA

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=22312.0

Marco Carrara

Da sempre appassionato di spazio, da piccolo sognavo ad occhi aperti guardando alla televisione le gesta degli astronauti impegnati nelle missioni Apollo, crescendo mi sono dovuto accontentare di una più normale professione come sistemista informatico in una banca radicata nel nord Italia. Scrivo su AstronautiNews dal 2010; è il mio modo per continuare a coltivare la mia passione per lo spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.