ISS Weekly Status Report – 31.2014

ISS, Shuttle ed ATV

Pubblichiamo il nuovo report delle attività svolte dagli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale

26 agosto

Robonaut Assembly
Il Comandante (CDR) Swanson ha preparato Robonaut e lo ha attivato per consentire ai Ground teams di dare il via ad alcune verifiche funzionali. Domani Swanson inizierà l’attività di installazione vera e propria delle gambe al robot. Robonaut, sviluppato nell’ambito dello Space Act Agreement stipulato tra la NASA e la General Motors (GM), è stato trasportato sulla ISS dalla missione Shuttle STS-133. Robonaut è un robot umanoide progettato con la versatilità e la destrezza di manipolare oggetti, disporre di una maggiore resistenza rispetto agli umani e di reagire in modo sicuro svolgendo attività in collaborazione con gli astronauti.

MAGVECTOR Installation
L’ingegnere di volo (FE-6) Gerst ha avviato l’installazione di MAGVECTOR all’interno dell’European Drawer Rack (EDR). MAGVECTOR indaga qualitativamente l’interazione tra un campo magnetico in movimento ed un conduttore elettrico.
[ndt : Il campo magnetico terrestre scorre costantemente intorno a noi influenzando la nostra vita quotidiana. Oltre a proteggerci dai venti solari, il campo magnetico viene utilizzato, ad esempio, dalle bussole ed aiuta gli uccelli a trovare la destinazione quando migrano. Questa stessa forza può interagire ed interferire con le apparecchiature e gli esperimenti della Stazione Spaziale Internazionale. MAGVECTOR studierà come il campo magnetico terrestre interagisce con un conduttore elettrico. Utilizzando sensori magnetici estremamente sensibili collocati intorno e sopra un conduttore, il ricercatore potrà ottenere informazioni sul modo in cui le influenze generate da un campo magnetico interagiscono con i conduttori elettrici. Questa ricerca non solo contribuirà a migliorare i futuri esperimenti che verranno effettuati sulla ISS, ma potrà offrire spunti sul modo in cui i campi magnetici influenzano i conduttori elettrici in genere.]

Intravehicular Activity (IVA) Clothing Study
Wiseman e Gerst hanno avviato la loro sessione dello studio denominato VA Clothing, che li impegnerà per i prossimi 15 giorni. L’equipaggio indosserà abiti leggeri, normalmente disponibili in commercio, progettati per resistere ai germi. Il numero dei capi di vestiario in cotone, necessari per vestire 6 membri dell’equipaggio, arriva a pesare oltre 400 Kg. La sostituzione delle uniformi in cotone, con un abbigliamento più leggero, potrebbe ridurre il peso del carico di ogni lancio di rifornimenti alla ISS, e fornire ai membri dell’equipaggio abiti più comodi e più duraturi.

Extravehicular Activity (EVA) Fan Pump Separator (FPS) Remove & Replace (R&R)
Wiseman e Swanson hanno completato l’attività, iniziata ieri, di sostituzione della FPS della Extravehicular Mobility Unit (EMU) 3011. L’FPS rimossa verrà inviata a Terra con la Soyuz 38S. Una verifica Return To Service (RTS) verrà effettuata prima di dichiarare la EMU pronta all’uso.

Hatch Seal Inspection
Wiseman ha controllato l’eventuale presenza di danni e pulito dal FOD (Foreign Object Debris) le guarnizioni, le superfici di tenuta ed i meccanismi dei portelli USOS. L’ispezione è stata effettuata nel Node 2, nel Node 3, nel Permanent Multi-purpose Module (PMM), in Columbus ed anche ai portelli del Japanese Experiment Module (JEM). L’ispezione non ha evidenziato alcun problema.

 

27 agosto

Robonaut Leg Installation
Il Comandante (CDR) Swanson ha rimosso alcuni pannelli anteriori e laterali dal tronco di Robonaut, in preparazione della definitiva installazione delle gambe che verrà effettuata domani. Robonaut è un robot umanoide progettato con la versatilità e la destrezza di manipolare oggetti, disporre di una maggiore resistenza rispetto agli umani e di reagire in modo sicuro svolgendo attività in collaborazione con gli astronauti.

ISS Ham Radio
L’ingegnere di volo (FE-6) Gerst ha condotto oggi il 900° passaggio radioamatoriale della ISS, dialogando con gli studenti della Dorothy Grant Elementary School di Fontana in California.

Reboost
Questa mattina l’ISS ha effettuato un reboost utilizzando i thrusters dell’Automated Transfer Vehicle (ATV)-5 Orbital Control System (OCS). Questo reboost, durato 2 minuti e 58 secondi, si è reso necessario per la sincronizzazione dell’orbita della ISS con le operazioni di rientro della Soyuz 38S. Un nuovo reboost, in programma per il 18 settembre, finalizzerà l’orbita della ISS in vista dell’arrivo della Soyuz 40s previsto per il 25 settembre.

On-Board Training (OBT) 39 Soyuz Emergency Drill
(FE-5) Wiseman, (FE-6) Gerst e (FE-4) Suraev hanno partecipato ad un’esercitazione sulle procedure di emergenza associate alla partenza di una Soyuz.

Health Maintenance System (HMS) Periodic Health Status (PHS) Evaluation
Questa mattina Swanson e Wiseman hanno completato la valutazione di routine sul loro stato di salute, alternandosi tra loro nella funzione di Crew Medical Officer (CMO) e soggetto sottoposto a valutazione. Anche Gerst ha effettuato la sua valutazione con Swanson che ha agito nel ruolo di CMO.

Ocular Health (OH) Examination
Wiseman e Gerst hanno effettuato una autorilevazione dei propri valori di pressione sanguigna ed eseguito l’esame tonometrico. I dati acquisiti da questa indagine forniranno una maggiore comprensione delle cause e degli effetti che l’occhio ed il cervello subiscono dal vivere in ambienti in microgravità. L’obiettivo del protocollo Ocular Health è quello di raccogliere sistematicamente i dati fisiologici per caratterizzare il rischio legato alla microgravità a cui sono sottoposti i membri dell’equipaggio assegnato a missioni di 6 mesi sulla ISS. I ricercatori ritengono che, misurando sistematicamente i cambiamenti del sistema nervoso visivo, dell’apparato vascolare e del sistema nervoso centrale, si possa sviluppare un database per identificare i meccanismi, sviluppare contromisure, e creare linee guida di pratica clinica.

 

28 agosto

Robonaut Leg Installation
Il Comandante (CDR) Swanson ha collegato le gambe al busto di Robonaut ed ha completato l’assemblaggio del robot. Robonaut è un robot umanoide progettato con la versatilità e la destrezza di manipolare oggetti, disporre di una maggiore resistenza rispetto agli umani e di reagire in modo sicuro svolgendo attività in collaborazione con gli astronauti.

Advanced Colloids Experiment (ACE) Sample Swap
Swanson ha rimosso il campione ACE-M-2 dal Fluids Integrated Rack (FIR) per sostituirlo con uno nuovo ancora da analizzare, inoltre ha sostituito il cavo di alimentazione della fonte luminosa del FIR con la speranza, rivelatasi vana, di eliminare le fluttuazioni luminose evidenziate da tempo. L’esperimento ACE-M-2 analizza un modello di sistema colloidale per studiarne il comportamento; si osserva come i liquidi ed i gas si separano l’uno dall’altro in prossimità del punto critico, tramite un processo chiamato decomposizione spinodale – spinodal decomposition.

Biolab Maintenance
L’ingegnere di volo (FE-6) Gerst ha sostituito i filtri di isolamento biologico di Biolab. Questa attività è stata effettuata in vista dell’avvio dello studio denominato Triplelux-B che verrà consegnato sulla ISS dalla missione SpaceX-5.

Airlock (A/L) Reconfiguration for Nitrogen/Oxygen Recharge System (NORS)
(FE-5) Wiseman ha proseguito il trasferimento dell’hardware stivato nell’Airlock in vista della futura installazione di NORS. Oggi gli oggetti posti nella parte alta dell’Airlock sono stati trasferiti e distribuiti al piano seminterrato ed altri luoghi.

Ocular Health (OH) Optical Coherence Tomography (OCT) and Fundoscope Eye Examinations
Agendo alternativamente in qualità di Crew Medical Officer (CMO) o come soggetto sottoposto ad esame, e con l’aiuto a distanza fornito dagli esperti a Terra, Wiseman e Gerst hanno svolto la sessione di ottobre della rilevazione Fundscope. L’obiettivo del protocollo di studio denominato Ocular Health è quello di raccogliere sistematicamente i dati fisiologici per caratterizzare il rischio legato alla microgravità a cui sono sottoposti i membri dell’equipaggio assegnato a missioni di 6 mesi sulla ISS. I ricercatori ritengono che, misurando sistematicamente i cambiamenti del sistema nervoso visivo, dell’apparato vascolare e del sistema nervoso centrale, si possa sviluppare un database per identificare i meccanismi, sviluppare contromisure, e creare linee guida di pratica clinica.

Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) Latching End Effector B (LEE- B) Photography
Questa mattina i Robotics Ground controllers hanno manovrato SSRMS per posizionare LEE-B di fronte alla finestra 3 di Cupola in modo tale da permettere a Wiseman di effettuare una serie di acquisizioni fotografiche sullo stato dei cavi. Questa è una attività di manutenzione ordinaria, eseguita ogni 20 cicli di utilizzo, che viene effettuata per verificare lo stato dei cavi.

 

29 agosto

FLame Extinguishment Experiment (FLEX)-2 Operations
L’ingegnere di volo (FE-5) Wiseman ha rimosso le guide di allineamento del Combustion Integration Rack (CIR) che isolano il rack, permettendo ai Ground teams di condurre da remoto un nuovo esperimento FLEX-2. Il combustibile utilizzato in questa sessione è composto da una miscela di toluene ed eptano. FLEX-2 utilizza piccole goccioline di combustibile per studiare le caratteristiche della combustione nello spazio. Questi esperimenti analizzano come ed in che modo viene bruciato il combustibile, le condizioni in cui si forma la fuliggine ed il modo in cui una miscela di combustibili evapori prima di bruciare. I risultati di FLEX-2 daranno agli scienziati una migliore comprensione di come gli incendi si comportano nello spazio e fornirà importanti informazioni che saranno utili per aumentare l’efficienza del carburante nei motori che utilizzano combustibili liquidi.

Robonaut Upgrade
All’accensione del robot, dopo l’installazione delle gambe effettuata ieri con successo, i Ground teams sono stati in grado di ricevere la telemetria di Robonaut. Il Comandante (CDR) Swanson ha provato diverse tipologie di cablaggio scattando nel frattempo alcune fotografie al Cortex box per le analisi. Robonaut è stato spento e stivato nel suo alloggiamento in attesa di un suo futuro utilizzo, al momento non ancora pianificato. Robonaut è un robot umanoide progettato con la versatilità e la destrezza di manipolare oggetti, disporre di una maggiore resistenza rispetto agli umani e di reagire in modo sicuro svolgendo attività in collaborazione con gli astronauti.

Laser Infra-Red Imaging Sensors (LIRIS) Retrieval
(FE-6) Gerst ha rimosso i sensori e l’attrezzatura LIRIS dall’Automated Transfer Vehicle (ATV-5) per imballarli e predisporli al ritorno a Terra con la Soyuz 38S. LIRIS è stato utilizzato per dimostrare la fattibilità del funzionamento dei sensori di avvicinamento di due diverse tecnologie: il Light Detection and Ranging (LIDAR) e la telecamera ad infrarossi. I registratori, situati nel vano pressurizzato di ATV, hanno registrato tutte le fasi di avvicinamento; questi dati sono stati inviati a Terra per le successive analisi. Il collaudo di queste tecnologie permetterà di migliorare le conoscenze tecnologiche europee relative ai rendez-vous con obiettivi “non cooperativi”, come ad esempio i detriti orbitanti. Il dimostratore LIRIS – abbreviazione di Laser InfraRed Imaging Sensors – installato sull’Automated Transfer Vehicle, è il primo passo verso i rendez-vous con obiettivi “non cooperativi”. Sulle future missioni, le telecamere ad infrarossi ed i sensori LIDAR – l’equivalente di luce radar – effettueranno la scansione dei bersagli, mentre i computer di bordo elaboreranno i dati che saranno utilizzati dai nuovi sistemi di guida e dai software di controllo.

Microbiology Surface/Air Sampling
Utilizzando un kit di campionamento delle superfici, Wiseman ha effettuato una serie di prelievi per le analisi microbiche sulla presenza di funghi e batteri. Il campionamento è stato effettuato in COL, nel Japanese Experiment Module (JEM), nei Nodes 1, 2 e 3, nell’US Lab, nel Permanent Multipurpose Module (PMM) e nell’Airlock. Wiseman ha prelevato anche campioni di aria utilizzando il Microbial Air Sampler (MAS).

Airlock (A/L) Reconfiguration for Nitrogen/Oxygen Recharge System (NORS)
Swanson ha proseguito il trasferimento degli oggetti stivati nell’Airlock in vista della futura installazione di NORS, la cui data di attivazione non è ancora stata decisa.

Cargo Transfer Activities
Swanson ha completato il preconfezionamento delle merci destinate ad essere recapitate negli Stati Uniti, merci che torneranno a Terra con la Soyuz 38S il cui sgancio è previsto per il 10 settembre. E’ stata avviata anche l’attività di preparazione delle merci che verranno stivate nel cargo della missione SpaceX-4 il cui lancio è previsto per il 19 settembre.

Ocular Health (OH) Optical Coherence Fundoscope and Cardiac Examinations
Agendo alternativamente in qualità di Crew Medical Officer (CMO) o come soggetto sottoposto ad esame, e con l’aiuto a distanza fornito dagli esperti a Terra, Wiseman e Gerst hanno svolto una sessione dello studio denominato Ocular Health effettuando esami ecografici. I dati acquisiti da questa indagine forniranno una maggiore comprensione delle cause e degli effetti che l’occhio ed il cervello subiscono dal vivere in ambienti in microgravità. L’obiettivo del protocollo relativo al benessere oculare è quello di raccogliere sistematicamente i dati fisiologici per caratterizzare il rischio legato alla microgravità a cui sono sottoposti i membri dell’equipaggio assegnato a missioni di 6 mesi sulla ISS. I ricercatori ritengono che, misurando sistematicamente i cambiamenti del sistema nervoso visivo, dell’apparato vascolare e del sistema nervoso centrale, si possa sviluppare un database per identificare i meccanismi, sviluppare contromisure, e creare linee guida di pratica clinica.

 

2 settembre

Skin-B
Il Comandante (CDR) Swanson ha effettuato la sua ultima sessione di raccolta dati per l’esperimento Skin-B, utilizzando la sonda Tewameter per misurare la funzione di barriera della pelle, la Visioscan Camera per acquisire una serie di immagini della sua pelle e la sonda Corneometer per misurarne l’idratazione. Questa indagine, patrocinata dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA), permetterà di migliorare la comprensione sull’invecchiamento della pelle che nello spazio subisce una accelerazione. Lo studio potrà fornire anche utili indicazioni sul processo di invecchiamento degli organi coperti dal tessuto epiteliale e connettivo sottoposti alle sollecitazioni fisiche imposte dall’ambiente in microgravità. I dati dell’esperimento Skin-B potranno essere utilizzati per prevedere gli impatti sugli astronauti posti in condizioni ambientali ancora più impegnative durante le future missioni verso la Luna e Marte.

Binary Colloidal Alloy Test (BCAT)-Canada 1 (C1) Closeout
L’ingegnere di Volo (FE-5) Wiseman ha trasferito le immagini acquisite ed ha stivato l’hardware dell’esperimento BCAT-C1. BCAT-C1 ha studiato le sospensioni colloidali costituite da nanoparticelle disperse in un liquido. Queste particelle si autoassemblano in cristalli che a loro volta interagiscono fortemente con la luce. Fotografando questi campioni in microgravità, isolando gli effetti gravitazionali presenti sulla Terra, si sono potute effettuare delle vere misurazioni di questi processi. BCAT-KP ha fornito agli scienziati dei materiali una piattaforma per studiare i cambiamenti di fase nei materiali colloidali con lo scopo di aiutare a sviluppare nuove tipologie di prodotti, dai cristalli liquidi a prodotti destinati a beni di consumo più versatili.

Binary Colloidal Alloy Test (BCAT)-Low Gravity Phase Kinetics Platform (KP) Set Up
Wiseman ha configurato l’hardware BCAT-KP, ha omogeneizzato un campione ed ha impostato il timer della macchina fotografica per acquisire immagini ad intervalli di tempo prestabiliti.

Radi-N2 Neutron Field Study (Radi-N2)
(FE-6) Gerst ha posizionato otto rilevatori a bolla (bubble detectors) in vari punti della ISS per l’esperimento Radi-N2. L’obiettivo di questa indagine è quello di caratterizzare meglio la presenza di neutroni sulla ISS. I risultati di questa indagine saranno utilizzati per definire i rischi per la salute dei membri dell’equipaggio della ISS e per sviluppare misure di protezione avanzate per i voli spaziali del futuro.

Sprint Portable Pulmonary Function System (PPFS) Setup
Il Comandante della ISS Swanson ha predisposto il nuovo Portable Pulmonary Function (PPF), che è stato consegnato dall’Automated Transfer Vehicle (ATV-5) per sostituire l’unità che si era guastata. Wiseman ha collaborato con Swanson nelle fasi di configurazione dell’hardware, mentre i Ground teams introducevano un ritardo di 50 sec. nei protocolli di comunicazione da e verso il nuovo hardware. Questo ritardo nelle comunicazioni è stato introdotto per valutare gli impatti negativi che si potrebbero riscontrare nei comportamenti e nelle prestazioni di un equipaggio impegnato, ad esempio, in una missione da e per Marte. Il PPFS è utilizzato nello studio denominato Sprint Evaluation of Maximal Oxygen Uptake and Submaximal Estimates of VO2max Before, During, and After Long Duration International Space Station Missions (VO2Max). In attesa che la nuova unità arrivasse sulla ISS con ATV-5, i Ground teams avevano escogitato una soluzione temporanea per non interrompere le sessioni VO2Max.

Energy
Gerst ha avviato (Day 0) l’esperimento ENERGY di ESA, caratterizzato da un particolare regime alimentare i cui effetti verranno rilevati ed archiviati da un bracciale posto sul suo tricipite destro. Per questa sessione il ruolo di Wiseman sarà quello di fungere da soggetto di confronto. Tutti gli astronauti evidenziano una diminuzione di massa corporea durante il volo spaziale che può essere spiegata da uno squilibrio di bilancio energetico. Tuttavia, non vi è al momento alcuna spiegazione chiara per questo squilibrio. Due sono le ipotesi che possono essere considerate: la riduzione degli input energetici (cattiva alimentazione) oppure un aumento della spesa energetica. La conoscenza del fabbisogno energetico durante i voli spaziali è molto importante per garantire la salute, le prestazioni e il successo complessivo della missione, ma anche per garantire un’adeguata ripartizione del carico ed un uso non eccessivo di cibo. Questo esperimento determinerà per la prima volta adattamenti dei vari componenti del dispendio energetico totale durante un lungo volo, per caratterizzare e ricavare le equazioni di previsione del fabbisogno energetico degli astronauti.

X2R13 Software Transition
Ieri, i 6 membri dell’equipaggio hanno ripassato le procedure per poter dare il via all’aggiornamento software che ha avuto inizio oggi e che sarà completato entro venerdì. Oggi Wiseman ha recuperato i 7 nuovi dischi rigidi per i Portable Computer System (PCS), precaricati con la nuova versione del software, recapitati sulla ISS da ATV-5. Nel frattempo, i Ground controllers hanno riconfigurato l’ISS Systems dopo un programmato switch dei servizi Command and Control (C&C) MDM. Il C&C MDM (#2) primario è ora attivo ed in funzione con il Command and Control Software (CCS) Revision 13.
L’aggiornamento alla versione software X2R13 verrà applicata ai seguenti apparati :

– 6 Computer Software Configuration Items (CSCIs)
– 7 Multiplexer/Demultiplexers (MDMs)
– 2 KU Control Units (KCUs)
– 7 Portable Computer Systems (PCSs)

 

3 settembre

NanoRacks CubeSat Deployers
Durante la notte, i Ground teams hanno tentato di rilasciare i Cubesats dai deployers #4, #7 e #8 senza successo. Ulteriori tentativi di rilascio verranno effettuati questa sera.

Sprint Evaluation of Maximal Oxygen Uptake and Submaximal Estimates of VO2max Before, During, and After Long Duration International Space Station Missions (VO2Max)
L’ingegnere di volo (FE-5) Wiseman ha predisposto il Portable Pulmonary Function System (PPFS) per eseguire una sessione VO2Max di raccolta dati mentre effettuava l’esercizio sul Cycle-Ergometer Vibration Isolation System (CEVIS). VO2Max registra i valori massimi di consumo di ossigeno da parte dei membri dell’equipaggio della ISS durante le missioni di lunga durata.

Energy
(FE-6) Gerst è giunto oggi al Day 1 dell’esperimento ENERGY. Gerst ha raccolto campioni di urina, ha mangiato seguendo le indicazioni di una dieta particolare ed ha effettuato quattro sessioni di misurazioni metaboliche utilizzando il sistema Pulmonary Function System (PFS). Anche (FE-5) Wiseman, agendo come soggetto di controllo, ha raccolto campioni di urina. Tutti gli astronauti evidenziano una diminuzione di massa corporea durante il volo spaziale che può essere spiegata da uno squilibrio di bilancio energetico. Tuttavia, non vi è al momento alcuna spiegazione chiara per questo squilibrio. Due sono le ipotesi che possono essere considerate: la riduzione degli input energetici (cattiva alimentazione) oppure un aumento della spesa energetica. La conoscenza del fabbisogno energetico durante i voli spaziali è molto importante per garantire la salute, le prestazioni e il successo complessivo della missione, ma anche per garantire un’adeguata ripartizione del carico ed un uso non eccessivo di cibo. Questo esperimento determinerà per la prima volta adattamenti dei vari componenti del dispendio energetico totale durante un lungo volo, per caratterizzare e ricavare le equazioni di previsione del fabbisogno energetico degli astronauti.

Autonomous Mission Operations (AMO) Total Organic Carbon Analyzer (TOCA)
Il Comandante (CDR) Swanson ha completato una analisi AMO-TOCA, utilizzando il nuovo software AMO.
[ndt : Quando le future missioni spaziali condurranno equipaggi umani sempre più lontano dalla Terra (es. missioni verso gli asteroidi o Marte), i ritardi nelle comunicazioni tra gli astronauti in missione ed il controllo missione a Terra richiederanno agli equipaggi una maggior autonomia decisionale ed una necessità di lavorare in modo più indipendente. La Autonomous Mission Operations TOCA Autonomous Operations Project (AMO-TOCA) metterà alla prova un software avanzato e nuovi concetti operativi per determinare come i membri dell’equipaggio a bordo della Stazione Spaziale Internazionale possano essere in grado di gestire la missione con meno coinvolgimento da parte del personale di supporto a Terra.]

X2R13 Guidance, Navigation and Control (GNC) R11 Software Load
Le operazioni di migrazione del software procedono senza intoppi. I Ground controllers hanno installato la nuova versione del software GNC (GNC R11) su entrambi i GNC Multiplexer/Demultiplexers (MDM). Durante l’esecuzione di queste attività si è reso necessario disattivare momentaneamente i GNC MDM; per questo motivo il controllo assetto della ISS è stato temporaneamente demandati agli RS thrusters.

Advanced Resistive Exercise Device (ARED) Inspection
Wiseman ha effettuato un’ispezione ai binari ed agli ammortizzatori dell’ARED Vibration Isolation and Stabilization (VIS). Questi controlli periodici garantiscono il mantenimento dei corretti parametri di sicurezza dell’attrezzo.

Potable Water Dispenser (PWD) Sample Collection
Swanson ha raccolto alcuni campioni di acqua per le analisi TOCA (Total Organic Compound Analyzer) dai distributori posizionati nelle zone USOS ed in SM. Una parte dei campioni raccolti oggi verrà inviata a Terra con la Soyuz 38S.

Fonte: NASA

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=22272.0

Marco Carrara

Da sempre appassionato di spazio, da piccolo sognavo ad occhi aperti guardando alla televisione le gesta degli astronauti impegnati nelle missioni Apollo, crescendo mi sono dovuto accontentare di una più normale professione come sistemista informatico in una banca radicata nel nord Italia. Scrivo su AstronautiNews dal 2010; è il mio modo per continuare a coltivare la mia passione per lo spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.