Si è svolta oggi la prima EVA dell’Expedition 41

15339041481_00ebcb0f9f_k_0

Gli astronauti Reid Wiseman (NASA) e Alexander Gerst (ESA) hanno completato oggi la prima attività extraveicolare dell’Expedition 41. L’astronauta Barry Wilmore (NASA) ha svolto il ruolo di coordinatore dell’attività all’interno della ISS e ha manovrato il braccio robotico SSRMS a cui era agganciato Gerst. L’EVA è durata 6 ore e 13 minuti.

Il primo compito di Wiseman e Gerst è stato quello di trasferire una pompa per il raffreddamento guasta sull’External Stowage Platform-2 (ESP-2) all’esterno dell’airlock Quest. Il componente si trovava temporaneamente alloggiato sul truss dallo scorso 21 dicembre (Expedition 38) quando gli astronauti Rick Mastracchio e Mike Hopkins avevano dovuto eseguire una EVA di emergenza per sostituire la pompa.

Dopo alcune attività secondarie di sistemazione della zona esterna della ISS interessata dal trasferimento della pompa, Gerst ha sostituito una lampadina nell’External Television Camera Group (ETVCG) all’esterno del modulo Destiny.
In seguito il duo ha installato il Mobile Transporter Relay Assembly (MTRA) sul segmento S0 dell’intelaiatura della stazione, sopra il modulo Destiny. Questo componente permetterà al Mobile Servicing System (MSS) di rimanere operativo durante gli spostamenti tra le zone di lavoro. Il Mobile Transporter permette di trasportare carichi, materiali e il Canadarm2 su una linea di binari che scorre lungo lo “scheletro” della ISS (l’Integrated Truss Structure). Il Mobile Servicing System che comprende, trasportatore e Canadarm2, svolge un ruolo fondamentale durante le attività di manutenzione della ISS.

Il 15 ottobre è prevista una seconda EVA che coinvolgerà all’esterno Wiseman e Wilmore, Gerst questa volta coordinerà le attività dall’interno della ISS. L’obiettivo principale di questa attività extraveicolare sarà la sostituzione della Sequential Shunt Unit, un regolatore di tensione sul Truss, che aveva smesso di funzionare in maggio facendo spegnere uno degli otto canali di alimentazione che costituiscono il sistema di approvvigionamento elettrico della stazione. In secondo luogo i due dovranno spostare una telecamera esterna in previsione di una importante riconfigurazione della ISS e in previsione dell’arrivo di un nuovo adattatore di docking per i veicoli commerciali.

La prima EVA russa di Expedition 41 è invece programmata per il 22 ottobre, coinvolgerà i cosmonauti Alexander Samokutyaev e Max Suraev che dovranno rimuovere (con successivo jettison) un esperimento esterno e un paio di antenne.

Fonte: NASA.

Copyright immagine: NASA

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=22195.0

Filippo Magni

Appassionato di spazio, studente di ingegneria aerospaziale presso il Politecnico di Milano. Collabora all'amministrazione del forum come "Operations Officer". Scrive su AstronautiNEWS da maggio 2009.