Rosetta: si restringe la scelta sui siti di atterraggio

Utilizzando le informazioni dettagliate raccolte dalla sonda Rosetta durante le sue prime due settimane intorno alla cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, cinque zone sono state identificate come possibili siti per l’atterraggio del lander Philae a novembre – la prima volta che viene tentato un atterraggio su una cometa.

Prima dell’arrivo, la cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko non era mai stata vista così da vicino e la ricerca per un sito idoneo per l’atterraggio del lander da 100 Kg è potuta iniziare soltanto quando Rosetta ha raggiunto la cometa il 6 agosto.
Philae_touchdown_node_full_image_2
L’atterraggio dovrebbe avvenire a metà novembre, quando la cometa è a circa 450 milioni di Km dal sole, prima che l’attività della cometa raggiunga livelli che potrebbero mettere a rischio il corretto e sicuro dispiegamento di Philae sulla superficie della cometa stessa, e prima che il materiale della cometa sia modificato da questa attività.

La cometa segue un’orbita di 6,5 anni intorno al sole ed oggi si trova ad una distanza di 522 milioni di km da esso. Il 13 agosto 2015, al loro massimo avvicinamento, a poco meno di un anno da adesso, la cometa e Rosetta saranno a 185 milioni di Km dal sole, il che significa un aumento di otto volte della luce ricevuta dal sole.

Scegliere il sito di atterraggio giusto è un processo complicato. Il sito deve bilanciare le necessità tecniche dell’orbiter e del lander durante tutte le fasi di separazione, discesa ed atterraggio, e durante le operazioni sulla superficie, con i requisiti scientifici dei 10 strumenti a bordo di Philae.

Rosetta è una missione ESA con contributi da parte dei suoi Stati Membri e della NASA. Il lander di Rosetta, Philae, è stato fornito da un consorzio capitanato da DLR, MPS, CNES ed ASI. Rosetta sarà la prima missione nella storia ad incontrare una cometa, scortarla mentre orbita intorno al sole, e sganciare un lander sulla sua superficie.

Fonte: ESA

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=21948.0

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.