ISS Weekly Status Report – 23.2014

ISS, Shuttle ed ATV

Pubblichiamo il nuovo report delle attività svolte dagli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale

16 giugno

Biological Rhythms
Nel corso del fine settimana, (FE-5) Wiseman ha indossato l’attrezzatura che dovrà indossare per le successive 48 ore per la sua prima sessione dell’esperimento denominato Biological Rhythms. Biological Rhythms 48 hours studia gli effetti sulla funzione cardiaca dell’esposizione a lungo termine alla microgravità, analizzando un elettrocardiogramma di 48 ore.

Circadian Rhythms
Nel corso del fine settimana, (FE-6) Gerst ha rimosso l’attrezzatura dell’esperimento sui ritmi circadiani, completando la raccolta di dati durata 36 ore. I ricercatori ipotizzano che il ciclo di luce-buio non di 24 ore, colpisca gli orologi circadiani dei membri dell’equipaggio. L’esperimento esamina il ruolo dei ritmi circadiani (le reazioni del corpo umano nel ciclo di 24 ore di luce-buio) durante i voli spaziali di lunga durata, per capire come tali ritmi influenzino i cambiamenti nella composizione e nella regolazione della temperatura corporea in concomitanza di una ridotta attività fisica, il tutto in presenza della microgravità e dell’ambiente controllato artificialmente presente a bordo della ISS.

Burning and Suppression of Solids (BASS)-II Operations
Gerst ha condotto quattro sessioni con barre acriliche nere e chiare, bassi livelli di ossigeno, bassa ventilazione ed a flusso contrario. Durante l’ultima sessione i Ground teams hanno perso il collegamento video e le immagini dell’esperimento. Gli specialisti stanno lavorando alla risoluzione del problema poichè per domani vi sono in programma nuove sessioni dell’esperimento. L’indagine BASS-II verifica l’ipotesi che i materiali in microgravità, con una ventilazione adeguata, brucino altrettanto bene o meglio rispetto a quanto è possibile verificare in presenza di gravità. Le principali variabili da testare sono gli effetti della concentrazione dell’ossigeno, la velocità del flusso di ventilazione ed il tipo di combustibile. Questo studio sarà utile per determinare quanto velocemente si propaga un incendio nello spazio ed i risultati finali avranno implicazioni nello sviluppo di nuove strategie antincendio da applicare nei veicoli spaziali.

Biochemical Profiles
Nel corso del weekend, Wiseman ha effettuato una raccolta di campioni di urina per lo studio denominato Biochemical Profiles, essendo giunto al traguardo del Flight Day 15 (FD15). Oggi ha proseguito la sessione raccogliendo anche campioni di sangue. Il sangue e le urine sono utilizzati per valutare lo stato di salute di un astronauta, rilevando i biomarcatori chiave presenti in questi fluidi. Questa indagine, che ha inizio nel periodo di pre-volo dell’astronauta, prosegue durante la permanenza nello spazio per poi terminare con ulteriori esami nel periodo post-volo, ha come scopo il determinare se le alterazioni del sistema immunitario indotte dal volo spaziale possono aumentare la suscettibilità di infezione o rappresentare un rischio sanitario significativo per i membri dell’equipaggio a bordo della ISS.

Advanced Colloids Experiment (ACE)-M-2 Sample Repair
(CDR) Swanson ha riparato l’alloggiamento dei campioni che si era incrinato, ha aspirato gli eventuali frammenti di precedenti esperimenti ed ha posizionato un nastro per impedire il rilascio di frammenti dai campioni che verranno analizzati in futuro. Questa riparazione consentirà lo studio, in un secondo momento, del campione ACE-M-2 posto nel Fluids Integrated Rack (FIR).

Environmental Health System (EHS) Water Sampling
Swanson ha raccolto campioni di acqua dal Potable Water Dispenser (PWD) ed alcuni campioni di acqua calda. Successivamente ha eseguito una analisi dei campioni prelevati, per rilevare la presenza di microbi e coliformi.

Common Cabin Air Assembly (CCAA) Heat Exchanger Thermal Bubble Injection
In seguito alla sostituzione del CCAA Heat Exchanger, effettuata la scorsa settimana, oggi Swanson ha iniettato una bolla d’aria nella vecchia Orbital Replacement Unit (ORU) per consentirne l’espansione termica, prima di reinviarla a Terra.

 

17 giugno

Body Measures
Il Comandante Swanson, coadiuvato dell’ingegnere di volo (FE-5) Wiseman, ha effettuato una sessione Body Measures essendo giunto al traguardo del Flight Day 80 (FD80), inoltre ha registrato un video il cui scopo è documentare la normale postura del proprio corpo. Swanson e (FE-6) Gerst hanno anche effettuato una sessione dell’esperimento Body Mass Measurement (BMM) che, utilizzando l’hardware SLAMMD, permette la misurazione della massa del proprio corpo. [ndt : Il dispositivo SLAMMD, sfruttando la seconda legge del moto di Newton, utilizza due molle che generano una forza nota contro un membro dell’equipaggio posizionato su un braccio di estensione; l’accelerazione risultante viene utilizzata per calcolare la massa del soggetto.]
Il fisico degli astronauti in orbita subisce variazioni nelle dimensioni indotte dal vivere in ambienti in microgravità. L’obiettivo di questo studio è raccogliere dati per meglio comprendere l’entità e la variabilità di questi cambiamenti, nonchè analizzare gli spostamenti dei liquidi all’interno del corpo umano. Questo studio è importante per poter predeterminare i cambiamenti che possono verificarsi durante il volo spaziale in missioni di lunga durata e per essere in grado di gestire le modifiche all’abbigliamento, alle postazioni di lavoro, etc.

Advanced Colloids Experiment (ACE)-M-2 Operations
(FE-5) Wiseman ha posizionato un nuovo campione ACE-M-2 nel Fluids Integrated Rack (FIR) per la successiva analisi. L’esperimento ACE-M-2 analizza un modello di sistema colloidale per studiarne il comportamento; si osserva come i liquidi ed i gas si separano l’uno dall’altro in prossimità del punto critico, tramite un processo chiamato decomposizione spinodale – spinodal decomposition.

Binary Colloidal Alloy Test (BCAT) Investigations
Wiseman ha trasferito le immagini del CAT-Low Gravity Phase Kinetics Platform (KP) ed ha predisposto un nuovo campione per l’indagine che avrà una durata di due settimane. Nel corso della giornata, Wiseman ha mescolato un campione BCAT-Canada 1 (C1) in preparazione per un successivo test. Il campione BCAT-C1 contiene un fluido più viscoso che richiede una attività di miscelazione più lunga rispetto ai campioni fin qui analizzati.
BCAT-KP fornisce agli scienziati dei materiali una piattaforma per studiare i cambiamenti di fase nei materiali colloidali con lo scopo di aiutare a sviluppare nuove tipologie di prodotti, dai cristalli liquidi a prodotti destinati a beni di consumo più versatili. BACT-C1, in particolare, studia le sospensioni colloidali in cui sono presenti, disperse nei liquidi, nano particelle.

Japanese Experiment Module (JEM) Fire Indicator Checkout
Oggi è stato effettuato un test per verificare la corretta funzionalità degli indicatori luminosi dei rilevatori di fuoco posti nel JEM Pressurized Module (JPM), nel JEM Logistics Module – Pressurized Section (JLP) e nel JEM Remote Manipulator System (JEMRMS). I comandi inviati dall’equipaggio ai rilevatori hanno permesso di verificare la corretta funzionalità di ciascuno di essi. Questo test viene eseguito una volta all’anno.

Burning and Suppression of Solids (BASS) Troubleshooting
Ieri sono state effettuate quattro sessioni dell’esperimento BASS. Dopo l’ultima sessione, i monitor MSG hanno smesso di funzionare interrompendo la visione del video dell’esperimento. (FE-6) Gerst ha scollegato l’alimentazione principale ed è intervenuto sull’interruttore ma il monitor non ha ripreso a funzionare. I Ground teams ritengono che il problema risieda nel connettore del cavo video, ed ora stanno lavorando per sviluppare una procedura per la soluzione del guasto. I monitor video di BASS sono specifici per questa indagine e sono indispensabili per il controllo ed il monitoraggio delle esecuzioni delle sessioni dell’esperimento.

Preparation for Russian Extravehicular Activity (EVA) #38
L’equipaggio russo ha effettuato un’ultima verifica alle tute che verranno utilizzate per effettuare l’attività extraveicolare. L’EVA è prevista per giovedì 19 giugno con apertura del portello alle 08:50 CDT.

 

18 giugno

Synchronized Position Hold, Engage, Reorient, Experimental Satellites (SPHERES) Slosh
Il Comandante Swanson e l’ingegnere di volo Wiseman hanno rivisto le procedure prima di dare inizio ad una nuova sessione dell’esperimento SPHERES Slosh. L’indagine SPHERES-Slosh utilizza i piccoli satelliti robotici, presenti sulla Stazione Spaziale Internazionale, per esaminare come i liquidi si muovono all’interno di contenitori posti in condizioni di microgravità. Il contenuto di una bottiglia di acqua slosh si comporta differentemente a seconda che si trovi in microgravità oppure sulla Terra, ma i movimenti dei liquidi in microgravità non sono ancora ben compresi. Questo studio intende analizzare come progettare le strutture interne dei serbatoi di combustibile per migliorare la gestione del propellente a bordo dei veicoli spaziali.

Fundamental and Applied Studies of Emulsion Stability (FASES) Simulation of Geophysical Fluid Flow Under Microgravity (GEOFLOW) Swap
(FE-6) Gerst ha rimosso il FASES Experiment Container (EC) dal Fluid Science Laboratory (FSL) per installare il Geoflow. Durante la sostituzione, Gerst ha effettuato alcune misure della continuità elettrica al cavo interposto tra FSL e FASES EC. Domani i Ground teams inizieranno ad inviare alcuni comandi a Geoflow dando il via all’indagine per determinare l’origine dei problemi di controllo della temperatura osservati con FASES in FSL.

European Space Agency (ESA) Education Payloads Operations (EPO)
Gerst ha effettuato una registrazione video di panoramiche della Terra. Queste riprese hanno come soggetto gli oceani, i fiumi, le montagne e le foreste. Questa EPO verrà utilizzata per scopi didattici.

FLame Extinguishment Experiment (FLEX)-2 Operations
Gerst ha rimosso le guide di allineamento del Combustion Integration Rack (CIR), che isolano il rack, permettendo ai Ground teams di condurre da remoto un nuovo esperimento FLEX-2. Il combustibile utilizzato in questa sessione dell’esperimento è iso-ottano. FLEX-2 utilizza piccole goccioline di combustibile per studiare le caratteristiche della combustione nello spazio. L’esperimento FLEX-2 studia come ed in che modo viene bruciato il combustibile, le condizioni in cui si forma la fuliggine ed il modo in cui una miscela di combustibili evapori prima di bruciare. I risultati di questi esperimenti daranno agli scienziati una migliore comprensione di come gli incendi si comportano nello spazio e fornirà importanti informazioni che saranno utili per aumentare l’efficienza del carburante nei motori che utilizzano combustibili liquidi.

Biological Rhythms
Gerst ha indossato l’attrezzatura ed ha collegato alcuni elettrodi al petto, che porterà su di se per le successive 48 ore, per la sua prima sessione dell’esperimento denominato Biological Rhythms, mentre Wiseman ha appena concluso la propria sessione. Biological Rhythms 48 hours studia gli effetti sulla funzione cardiaca dell’esposizione a lungo termine alla microgravità, analizzando un elettrocardiogramma di 48 ore.

Mobile Servicing System (MSS) Operations
I Robotics operators hanno eseguito con successo la traslazione del Mobile Transporter (MT) dal WorkSite 7 (WS7) al WS2. Questa attività è propedeutica alla migrazione del Pump Module (PM) Flight Releasable Attachment Mechanism (FRAM) pianificata per la prossima settimana.

Waste and Hygiene Compartment (WHC)
Oggi si è accesa la spia di allarme del separatore del WHC, evidenziando in questo modo una anomalia. Il problema è stato bypassato configurando le funzioni del WHC sul serbatoio interno. Questa configurazione rimarrà attiva fino alla conclusione della EVA russa in programma domani.

 

19 giugno

Russian Extravehicular Activity (EVA) #38
(EV1) Skvortsov ed (EV2) Artemiev hanno effettuato oggi con successo una attività extraveicolare durata 7 ore 23 minuti. Tutte le attività previste sono state completate. Nel corso della EVA, il Commander (CDR) Swanson è stato isolato nel Mini Research Module (MRM)-2/38S, da dove ha potuto scattare alcune foto, con lo scopo di effettuare una verifica, al 3A Solar Array (SA) Flat Collector Circuit (FCC) ed agli alberi di dritta del Solar Array Wing. Gli ingegneri di volo (FE-4) Suraev, (FE-5) Wiseman e (FE-6) Gerst hanno avuto accesso a tutti i moduli posti dopo il Service Module (SM) / Docking Compartment (DC)1.

Sprint
(FE-5) Wiseman ha completato la sessione dell’esperimento Sprint, rilevando i valori della propria pressione sanguigna ed effettuando un elettrocardiogramma, essendo giunto al traguardo del Flight Day 14 (FD14). L’esperimento denominato Integrated Resistance and Aerobic Training Study (Sprint) valuta il metodo di allenamento ad alta intensità e bassi carichi previsto per minimizzare la perdita di funzione cardiovascolare e di massa muscolare negli astronauti impegnati in missioni di lunga durata.

Space Acceleration Measurement System (SAMS) Control Unit (CU) Hard Drive Swap
Dall’effettuazione della attività di manutenzione al Remote Power Control Module (RPCM), eseguita il 5 giugno, i Ground teams non sono più stati in grado di comunicare con il laptop SAMS. Ieri l’equipaggio ha tentato, senza successo, di reinstallare il disco rigido per ristabilire la funzionalità del computer portatile. Oggi Wiseman ha sostituito il disco rigido nel computer portatile SAMS CU ed ora la comunicazione con il laptop SAMS è stata ripristinata. SAMS è ora nuovamente operativo.

Capillary Flow Experiment (CFE) Operations
Gerst ha predisposto l’hardware sulla Maintenance Work Area (MWA) e successivamente ha condotto una sessione dell’esperimento ICF usando l’hardware ICF-5 che contiene una sezione a quadrilatero di forma rettangolare, suddivisa equamente in quattro sezioni più piccole. Wiseman ha seguito attentamente quanto compiuto da Gerst durante l’installazione dell’hardware e l’inizio del test, in modo da essere autonomo, a partire dalla sessione successiva, nello svolgimento delle attività previste per questi esperimenti.
Gli esperimenti CFE intendono analizzare come progettare le strutture interne dei serbatoi di combustibile per far si che il carburante sia sempre alla portata della presa del serbatoio anche in assenza di gravità. Le equazioni che governano il processo sono conosciute ma, ad oggi, non sono state risolte analiticamente per mancanza di dati sperimentali che identificano le appropriate condizioni al contorno.

Burning and Suppression of Solids (BASS)-II Cable Troubleshoot
Lunedì scorso i monitor MSG avevano smesso di funzionare interrompendo la visione dell’andamento dell’esperimento. I monitor video di BASS sono specifici per questa indagine e sono indispensabili per il controllo ed il monitoraggio delle esecuzioni delle sessioni dell’esperimento. Oggi Wiseman ha effettuato alcune misure di conducibilità elettrica sul cavo video. I Ground teams analizzeranno i dati di queste prove per determinare i passi successivi.

 

20 giugno

Biological Rhythms
Il Flight Engineer (FE-6) Gerst ha rimosso il Digital Walk Holter Electrocardiogram (ECG), concludendo la propria sessione relativa ai ritmi biologici e salvando i dati sul computer medico. Biological Rhythms 48 hours studia gli effetti dell’esposizione a lungo termine alla microgravità sulla funzione cardiaca, analizzando un elettrocardiogramma di 48 ore.

Capillary Flow Experiment (CFE) Operations
Il Comandante (CDR) Swanson ha predisposto l’hardware sulla Maintenance Work Area (MWA) e successivamente ha condotto un test di Interior Corner Flow (ICF) utilizzando l’hardware ICF-5 che contiene una sezione a quadrilatero di forma rettangolare, suddivisa equamente in quattro sezioni più piccole.
Gli esperimenti CFE intendono analizzare come progettare le strutture interne dei serbatoi di combustibile per far si che il carburante sia sempre alla portata della presa del serbatoio anche in assenza di gravità. Le equazioni che governano il processo sono conosciute ma, ad oggi, non sono state risolte analiticamente per mancanza di dati sperimentali che identificano le appropriate condizioni al contorno.

Education Payloads Operations (EPO) Top Experiment
Gerst ha iniziato la registrazione di un video, della serie Top Experiment, per l’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Questo video, che verrà utilizzato per scopi didattici, descrive la fisica delle bolle di sapone in micro-gravità.

Burning and Suppression of Solids (BASS)-II Cable Troubleshoot
Lunedì i monitor BASS-II hanno smesso di funzionare inibendo la visualizzazione dell’esecuzione degli esperimenti. I monitor video di BASS sono specifici per questa indagine e sono indispensabili per il controllo ed il monitoraggio delle esecuzioni delle sessioni dell’esperimento. Giovedì, Wiseman ha effettuato alcune verifiche sulla conducibilità elettrica dei cavi elettrici ed un controllo ai connettori. Dopo alcuni tentativi, Wiseman ha utilizzato il nastro Kapton per isolare meglio il cavo in ingresso del connettore e per fissare la posizione del cavo, inibendogli qualsiasi possibilità di muoversi. Quest’ultimo tentativo ha avuto successo, per questo motivo le operazioni BASS-II, previste per settimana prossima, potranno riprendere regolarmente.

Internal Wireless Integrated System (IWIS) Remote Sensor Unit (RSU) Firmware Reload
Wiseman ha ricaricato il firmware negli RSU situati nel Service Module (SM), nel Lab, nel Functional Cargo Block (FGB), nel Node 3 e nel Japanese Experiment Module (JEM). Questa attività è stata effettuata per correggere il sospetto di corruzione firmware che impedisce agli RSU di fornire dati di accelerazione validi.

Post Extravehicular Activity
Facendo seguito alla conclusione della EVA russa di ieri, oggi Gerst ha trasferito gli strumenti e le attrezzature USOS dal segmento russo al settore americano.

 

23 giugno

Advanced Colloids Experiment (ACE)-M-2 Operations
L’ingegnere di volo (FE-5) Wiseman ha posizionato un altro campione ACE-M-2 nel Fluids Integrated Rack (FIR) per la successiva elaborazione. L’esperimento ACE-M-2 analizza un modello di sistema colloidale per studiarne il comportamento; si osserva come i liquidi ed i gas si separano l’uno dall’altro in prossimità del punto critico, tramite un processo chiamato decomposizione spinodale – spinodal decomposition.

Burning and Suppression of Solids (BASS)-II Operations
(FE-6) Gerst ha completato con successo questa sessione di test per la ricerca BASS-II. I collaudi sono stati completati utilizzando barre acriliche nere e chiare, bassi livelli di ossigeno, bassa ventilazione ed a flusso contrario. Questa indagine esamina le caratteristiche di combustione e di estinzione di una vasta gamma di campioni di combustibile in condizioni di microgravità. L’esperimento BASS-II guiderà le strategie di utilizzo dei materiali infiammabili nell’impiego nei veicoli spaziali, oltre che fornire dati importanti sul comportamento della combustione dei combustibili solidi in condizioni di microgravità.

Sprint
Il Comandante Swanson, aiutato dall’ingegnere di volo Wiseman, ha effettuato la rilevazione dell’esperimento Sprint essendo giunto al traguardo del Flight Day 90. L’esperimento denominato Integrated Resistance and Aerobic Training Study (Sprint) valuta il metodo di allenamento ad alta intensità e bassi carichi previsto per minimizzare la perdita di funzione cardiovascolare e di massa muscolare negli astronauti impegnati in missioni di lunga durata. Queste sessioni di acquisizione ecografica sono effettuate ad intervalli prestabiliti, ovvero al FD14, FD30, FD60, FD90, FD120, FD150, e Return-7.

Extravehicular Activities (EVA) Pistol Grip Tool (PGT) Torque Analyzer Kit (TAK) Data Gather
In preparazione delle EVA in programma per questa estate, Wiseman ha installato il TAK sul PGT ed ha registrato i dati di coppia per inviarli successivamente a Terra.

Robotics Operations
Oggi il Robotics team ha dato inizio alle attività di migrazione del Pump Module (PM) Flight Releasable Attachment Mechanism (FRAM) dalla External Stowage Platform (ESP)-3 alla ESP-2, ovvero la configurazione prevista per poter effettuare le attività extraveicolari previste per questa estate. Queste attività verranno completate domani.

Vozdukh
Domenica il sistema Vozdukh si è disattivato probabilmente a causa di un problema con il sensore del flusso d’aria. Vozdukh è un sistema russo progettato per rimuovere l’anidride carbonica dall’aria. L’equipaggio ha riavviato correttamente Vozdukh, ma il mattino successivo si è arrestato dnuovamente. L’equipaggio ha scollegato e ricollegato le connessioni del sensore di flusso d’aria, dopodichè ha riavviato Vozdukh. Gli specialisti a Terra stanno indagando sulle cause che hanno provocato questa anomalia.

Fonte : NASA

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=21874.0

Marco Carrara

Da sempre appassionato di spazio, da piccolo sognavo ad occhi aperti guardando alla televisione le gesta degli astronauti impegnati nelle missioni Apollo, crescendo mi sono dovuto accontentare di una più normale professione come sistemista informatico in una banca radicata nel nord Italia. Scrivo su AstronautiNews dal 2010; è il mio modo per continuare a coltivare la mia passione per lo spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.