Studio NASA sugli astronauti gemelli

Lo Human Research Program di NASA finanzierà 10 indagini focalizzate sugli effetti molecolari, fisiologici e psicologici della permanenza nello spazio degli esseri umani, utilizzando come oggetto degli studi i due astronauti Scott e Mark Kelly, che sono gemelli omozigoti (identici).
Mark Kelly ha volato sullo shuttle con STS-108 (2001), STS-121 (2006), STS-124 (2008), STS-134 (2011). Il fratello Scott, invece, ha partecipato a STS-103 (1999), STS-118 (2007), nonchè a due expeditions su ISS (25 e 26). Nel maggio 2012 è stato nuovamente scelto per una permanenza di un anno sull’avamposto orbitale, con lancio nel 2015.
Lo studio prevede, tra l’altro, una comparazione fra i campioni di sangue prelevati ai due fratelli prima, durante e dopo la missione di Scott. Altri tests fisiologici e psicologici verranno condotti sui due fratelli nello stesso lasso di tempo.
Scopo principale di HRP è determinare l’impatto che la permanenza nello spazio ha sugli esseri umani, in modo da mitigare al massimo eventuali effetti indesiderati sugli astronauti; non è infrequente che le scoperte mediche dell’Istituto abbiano anche una ricaduta più vasta sulla popolazione in generale.
Sono stati ben 40 gli enti che hanno sottoposto un progetto di ricerca a NASA; da questi ne sono stati selezionati 10 ai quali verranno erogati complessivamente 1,5 milioni di dollari di finanziamento in un periodo di 3 anni.

fonte e foto: NASA

  © 2006-2019 Associazione ISAA - Alcuni diritti sono riservati.

Discutine con noi su ForumAstronautico.it

Sviluppi e aggiornamenti su questa notizia sono disponibili su ForumAstronautico.it

Paolo Actis

Paolo ha collaborato con AstronautiNEWS dal maggio 2008 al dicembre 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.