L-286: Oggi calo di pressione!

Mockup dei moduli del segmento russo della ISS a Star City. Fonte: Samantha Cristoforetti
Mockup dei moduli del segmento russo della ISS a Star City. Fonte: Samantha Cristoforetti

Dal Diario di bordo di Samantha Cristoforetti:

Star City (Mosca, Russia), 11 febbraio 2014—Oggi un viaggio alla camera a vuoto! Una grande camera a vuoto che contiene una replica di alcuni moduli del segmento russo, inclusi il Modulo di Servizio e la Soyuz. Mentre eravamo all’interno di questi moduli, la pressione è stata abbassata nella camera intorno a noi: i tecnici della camera hanno avuto quindi la possibilità di aprire una di diverse valvole che collegavano l’atmosfera del nostro modulo al resto della camera, creando così condizioni di “perdita” in vari moduli.

Tutti i portelli sono proprio come quelli nello spazio è l’idea è di fare pratica con le procedure di risposta per il caso di una perdita, un cosiddetto scenario di depressurizzazione rapida. Abbiamo provato quelle procedure diverse volte sia a Houston sia in Russia, così sappiamo bene come reagire se la pressione iniziasse a diminuire all’interno della Stazione, di cui ci accorgeremmo perché suonerebbe l’allarme o semplicemente perché le nostre orecchie inizierebbero a stapparsi—qualunque cosa si verificasse per prima—a meno che naturalmente non vi capitasse di stare guardando un manometro, nel qual caso vedreste l’ago muoversi.

Il punto principale della procedura di risposta è stabilire quale modulo stia perdendo, che comporta chiudere i portelli in un ordine specifico. Una volta che chiudete un portello controllate il vostro manometro: se l’ago smette di muoversi, la perdità è dall’altra parte e viceversa. E andate avanti finché avete trovato il colpevole, che quindi dovete isolare.

Oggi abbiamo fatto ancora pratica con questo tipo di lavoro, con la differenza che abbiamo avuto un vero differenziale di pressione accumularsi attraverso i portelli quando li abbiamo chiusi. È stato molto interessante vedere quell’effetto e rendersi conto di quanto possa diventare faticoso aprire un portello che, diciamo, si apre verso di voi, quando c’è una perdita dall’altro lato e dovete tirare contro un differenziale di pressione. Per evitare problemi nel riaprire il portello, ci viene insegnato a lasciare un portello chiuso al più per metà del tempo necessario alla pressione per calare di 1 mm.

Sfortunatamente non mi è stato permesso di fare foto in questa infrastruttura. Ho allegato una foto del normale mockup del segmento russo in cui facciamo pratica a Star City. La Progress, il Modulo di Servizio, FGC e DC1 sono tutti al loro posto. MRM1 e MRM2 sono spostati a destra, e a sinistra potete vedere i futuri moduli MLM e UM.

Qui potete navigare il panorama se preferite.

Nota originale in inglese, traduzione italiana a cura di Paolo Amoroso—AstronautiNEWS. Leggi il Diario di bordo di Samantha Cristoforetti e l’introduzione.

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=20970.0

Samantha Cristoforetti

Dal 2009 è un’astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Il lancio della sua prima missione, in cui trascorrerà circa sei mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale, è previsto per il 24 novembre 2014. È inoltre un ufficiale pilota dell’Aeronautica Militare Italiana con il grado di Capitano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.