ISS Weekly Status Report – 13.2013

Dettaglio della foto ISS028-E-005671 che mostra ATV attraccato alla ISS - Credit: NASA/Spacemonkey

Pubblichiamo il nuovo report delle attività svolte dagli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

18 settembre

Cygnus Orbital Demo 1 (Orb-D1) Launch
Il vettore Antares di Orbital è stato lanciato con successo oggi alle 9:58 CDT dal Launch Pad 0A del Wallops Flight Facility in Virginia.
Il cargo spaziale Cygnus è stato immesso con successo in orbita ed i pannelli solari del veicolo si sono dispiegati come previsto.
Gli specialisti a Terra stanno lavorando attivamente per comprendere il problema riscontrato da Cygnus nell’agganciare il segnale dei Tracking Data Relay Satellite (TDRS).
Le squadre a Terra hanno trovato una soluzione temporanea al problema rimuovendo e poi riapplicando il comando di connessione ai TDRSS all’inizio di ogni passaggio. Con questa soluzione Cygnus è rimasto agganciato ai satelliti TDRS per il resto dell’orbita. Soluzioni permanenti sono allo studio da parte di MCC-Dulles.
La prima accensione Delta-V (DV1) è avvenuta alle 03:07 CDT di questo pomeriggio. Questo passo segna l’inizio della fase denominata demonstration objective #1 che sarà completata domani mattina verso le ore 06:00 CDT.
Nel corso dei prossimi giorni, Cygnus si esibirà in una serie di manovre per testare e dimostrare i suoi sistemi, assicurando la NASA che è in grado di avvicinarsi senza pericoli alla stazione spaziale.
La cattura e l’attracco al punto Nadir del Nodo 2 è prevista per domenica 22 Settembre. Cygnus stà trasportando circa 700 kg di carico verso la ISS.

 

Cygnus On-Board Training (OBT)

Gli ingegneri di volo (FE-5) Parmitano e (FE-6) Nyberg hanno partecipato ad una sessione di addestramento in preparazione della cattura ed attracco di Cygnus.

Utilizzando un simulatore di bordo, l’equipaggio ha acquisito maggior dimestichezza nell’utilizzo delle telecamere esterne e sulle manovre necessarie affichè il braccio robotico riesca ad acquisire Cygnus per portarlo alla corretta posizione di attracco con la ISS.

 

Emergency Simulation OBT

Tutti e 3 i membri dell’equipaggio, in collaborazione con gli specialisti a Terra, hanno partecipato ad una sessione OBT di emergenza simulata.
L’equipaggio ha utilizzato il simulatore di bordo per fornire la risposta nei confronti dei due casi di emergenza a loro sottoposti; depressurizzazione rapida e perdita di ammoniaca.
Obiettivi di questa sessione di addestramento erano la capacità di comunicazione, l’esecuzione delle procedure ed il rispetto dei ruoli nel processo decisionale basandosi sulle informazioni fornite dal simulatore.
A simulazione conclusa l’equipaggio ha partecipato a una conferenza con gli specialisti a Terra per discutere i risultati della simulazione.

 

Ocular Health Fundoscope

Parmitano e Nyberg hanno proseguito la loro serie di tre giorni di attività svolte a sostegno dell’indagine relativa al benessere oculare.
Questa serie si concluderà al compimento del 120° giorno di volo ed è la quinta delle sei sessioni previste. Alternandosi tra il ruolo di Crew Medical Officer (CMO) e soggetto sottoposto ad analisi, Parmitano e Nyberg hanno completato una prova di visione con il supporto medico a Terra, sessione che ieri era stata rinviata a causa di un problema legato al laptop in uso per questi esami.
Successivamente hanno completato gli esami della sessione Fundoscope dopo la somministrazione di gocce per la dilatazione della pupilla.
Questa serie di esami si propone di raccogliere sistematicamente i dati fisiologici utili a caratterizzare il rischio di disabilità visive indotto dalla microgravità sui membri dell’equipaggio assegnati a missioni di 6 mesi sulla ISS.
I dati raccolti saranno confrontati con i requisiti e le prove eseguite durante gli esami medici annuali, a cui vengono sottoposti tutti gli astronauti, per valutare più accuratamente i cambiamenti che si verificano nei sistemi visivi, vascolare e nervoso centrale in caso di esposizione alla microgravità.

 

Columbus Module Air Loop Unmanned Configuration Test

Gli specialisti a Terra hanno completato una sessione della durata di 6 ore con il Columbus Air Loop. Il test è stato condotto durante un periodo di bassa attività dei membri dell’equipaggio all’interno del modulo Columbus per minimizzare le fluttuazioni nell’ambiente. L’attività valuta la prestazione idraulica del Columbus Air Loop in condizioni stazionarie e con tre ventole attive.

 

20 settembre

Cygnus Status
In previsione delle operazioni connesse a Cygnus, previste per questo fine settimana, all’equipaggio è stata assegnata una giornata lavorativa con carichi di lavoro ridotti. La telemetria evidenzia che Cygnus funziona nominalmente. Il cargo ha effettuato il quarto phasing burn (DV-4) oggi alle 01:11 CDT. Gli specialisti della NASA stanno rianalizzando i risultati telemetrici in preparazione della decisione Go/No-Go che l’ISS Mission Management Team (IMMT)
dovrà prendere sabato in vista dell’attracco di Cygnus in programma per domenica 22 Settembre alle 06:25 CDT.

 

Cygnus Robotics On-Board Training (OBT)

Gli ingegneri di volo (FE-5) Parmitano e (FE-6) Nyberg hanno proseguito con le sessioni di addestramento all’uso del braccio robotico utilizzando un simulatore di bordo.
La sessione ha visto l’equipaggio addestrarsi ad eseguire approcci, agganci e la simulazione di alcune delle avarie che potrebbero verificarsi nelle fasi di avvicinamento ed attracco alla ISS.

 

Diapason Experiment

Ieri Parmitano ha predisposto lo strumento Diapason nel Nodo 2 ed ha eseguito la seconda delle cinque sessioni previste per questo esperimento, mentre oggi era in programma la terza sessione. L’esperimento studia la migrazione e la cattura delle nanoparticelle sottoposte a piccoli gradienti termici.
La dimensione delle particelle varia da 2 nm a 1 micron. Questo studio consente il monitoraggio dell’inquinamento generato dalla combustione, l’analisi e l’identificazione di contaminanti atmosferici a bordo della ISS.

 

Node 3 Major Constituent Analyzer (MCA) Status

Questa notte è stata completata con successo la fase di completa calibrazione del MCA. MCA stà ora producendo letture specifiche di precisione, pertanto all’equipaggio non viene più richiesto l’utilizzo del monitor portatile per rilevare i livelli di ossigeno – Portable Oxygen Monitor (POM) e di anidride carbonica – Carbon Dioxide Monitor (CDM).

 

23 settembre

Cygnus Status
Domenica scorsa sono state interrotte le attività connesse al rendez-vous con la ISS quando il Relative GPS (RGPS) System di Cygnus ha fallito l’inizializzazione. Il problema deriva dal fatto che il GPS di Cygnus ha un riferimento temporale non corrispondente con il GPS del JEM.
L’accensione (A3 DV) dei motori di Cygnus, che sarebbe dovuta avvenire questa mattina alle 7:29 CDT, è stata rinviata per dare tempo agli specialisti a Terra di esaminare i dati. Una patch software che risolve il problema della sincronizzazione tra sistemi GPS è
disponibile per l’upload e l’installazione. Il successivo tentativo di avvicinamento ed attracco di Cygnus avverrà successivamente alle operazioni di attracco della Soyuz 36S, al momento previste mercoledì 25 settembre.

 

Mobile Servicing System (MSS) Status

Domenica scorsa gli specialisti a Terra hanno attivato il Mobile Servicing System (MSS) nella configurazione di backup a caldo, hanno controllato la superficie di tenuta del Node 2 Nadir Active Common Berthing Mechanism (ACBM) e configurato il Canadarm2 per la cattura della navicella Cygnus.

 

Rendezvous and Proximity Operations Program (RPOP) Setup

L’ingegnere di volo (FE-5) Parmitano ha predisposto e controllato l’Hand-Held LIDAR (HHL) con il Rendezvous and Proximity Operations Program (RPOP) in preparazione dell’avvicinamento del cargo spaziale Cygnus.

 

NanoRacks Onboard Computer Based Training

Per preparare i futuri esperimenti denominati NanoRacks Module-9, Parmitano ha controllato i materiali che verranno utilizzati dalla piattaforma NanoRacks, ha riconfigurato i moduli ed il funzionamento dei NanoRacks Microscope-1 e Microsocpe-2.
Questa indagine nasce da un programma di educazione supervisionato dal National Center for Earth and Space Science Education (NCESSE) ed identificato con la denominazione di Student Spaceflight Experiments Program (SSEP).
I team di studenti provenienti da tutti gli Stati Uniti progettano i propri esperimenti usando liquidi e materiali approvati per il volo. L’indagine è costituita da 17 diversi esperimenti scientifici sviluppati ed eseguiti in un modulo NanoRacks a bordo della ISS.

 

Investigating the Structure of Paramagnetic Aggregates from Colloidal Emulsions (InSPACE)-3 Experiment Runs

(FE-5) Parmitano ha attivato e completato le sessioni InSPACE-3 # 29, 30 e 31, sul totale delle 42 in programma.
InSpace-3 raccoglie e registra i dati sui fluidi contenenti particelle a forma di ellissoide che modificano le proprie proprietà fisiche in risposta ai campi magnetici a cui sono sottoposti.
Questa tecnologia si ripromette di migliorare la capacità di progettazione delle strutture, come ad esempio ponti ed edifici, per sopportare meglio le forze sismiche ed in generale per migliorare la progettazione delle strutture.

 

Node 3 Bacterial/Charcoal Filter Remove & Replace (R&R)

Nyberg ha sostituito quattro filtri antibatteri ed eseguito la pulizia di due rilevatori di fumo situati nel Nodo 3. Questa è la normale manutenzione preventiva che viene eseguita ogni 100 giorni.

 

24 settembre

Cygnus Status
Dopo aver sospeso i tentativi di avvicinamento, Cygnus continua il suo volo su una traiettoria coelliptica lontano dalla ISS.
Alle 10:00 CDT Cygnus era posizionato 4 km sopra la ISS e 850 km alle sue spalle. L’uplink della patch software di correzione al sistema di posizionamento globale (GPS) è previsto che accada questa sera alle ore 22:00 CDT.
Durante la giornata di oggi sono stati scaricati i dati provenienti dal cargo per supportare le attività di risoluzione delle anomalie.
Per le analisi si stanno rivedendo anche tutti i dati di pre-volo ed i risultati delle prove a Terra. Gli specialisti NASA e Orbital continueranno a monitorare la situazione pianificando un nuovo tentativo di avvicinamento per sabato 28 Settembre.

 

Mobile Servicing System Status

Oggi gli specialisti a Terra hanno attivato MSS e manovrato lo Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) dalla posizione denominata Orbital-Demonstration 1 (Orb-D1) High Hover alla posizione denominata Orb-D1 Park Position.
Ciò è stato fatto per spostare il Tip Latching End Effector fuori del Velocity Vector. SSRMS verrà riposizionato nella posizione Orb-D1 High Hover Position prima dell’inizio della fase di avvicinemanto ed attracco alla ISS della navicella Cygnus.

 

Investigating the Structure of Paramagnetic Aggregates from Colloidal Emulsions (InSPACE)-3 Experiment Runs

(FE-5) Parmitano ha attivato e completato le sessioni InSPACE-3 # 32, 33 e 34 sul totale delle 42 in programma.
InSpace-3 raccoglie e registra i dati sui fluidi contenenti particelle a forma di ellissoide che modificano le proprie proprietà fisiche in risposta ai campi magnetici a cui sono sottoposti.
Questa tecnologia si ripromette di migliorare la capacità di progettazione delle strutture, come ad esempio ponti ed edifici, per sopportare meglio le forze sismiche ed in generale per migliorare la progettazione delle strutture.

 

Binary Colloidal Alloy Test (BCAT)-C1 Sample Setup

Parmitano ha ricontrollato il materiale ed ha regolato la macchina fotografica per evidenziare la crescita dei cristalli e per ottenere immagini ottimali in vista dell’avvio dell’esperimento BCAT-C1 in programma per questo Venerdì.
Gli studi sperimentali denominati BCAT-C1 analizzano le nano particelle disperse in un liquido, noto come sospensione colloidale, che si trovano comunemente in prodotti commerciali come vernici, prodotti lucidanti, prodotti elettronici e prodotti alimentari.
Queste sospensioni hanno una proprietà unica, ovvero la capacità di autoassemblarsi in cristalli che interagiscono fortemente con la luce.
Fotografare questi esempi in microgravità permette una misurazione più accurata di questi processi evitando gli effetti che queste particelle subirebbero se gli stessi test fossero effettuati sulla Terra con la gravità.

 

Extravehicular Activity (EVA) Mobility Unit (EMU) Hard Upper Torso (HUT) Water Line Vent Tube Assembly (WLVTA) Remove and Replace (R&R)

Per la prima volta in orbita Parmitano ha tentato di eseguire la manutenzione preventiva alla EMU # 3010 sostituendo il Water Line Vent Tube Assembly (WLVTA).
Parmitano ha incontrato complicazioni nella rimozione della protezione del Hard Upper Torso (HUT) ed a causa di ciò l’attività è stata rinviata.
Nel frattempo gli specialisti a Terra valuteranno le fotografie scattate dall’equipaggio per eventualmente modificare le procedure di intervento.

 

Pubblicato da AstronautiNEWS / Associazione ISAA

Marco Carrara

Da sempre appassionato di spazio, da piccolo sognavo ad occhi aperti guardando alla televisione le gesta degli astronauti impegnati nelle missioni Apollo, crescendo mi sono dovuto accontentare di una più normale professione come sistemista informatico in una banca radicata nel nord Italia. Scrivo su AstronautiNews dal 2010; è il mio modo per continuare a coltivare la mia passione per lo spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.