Gravity: perché un medico ripara il telescopio Hubble?

Hubble Space Telescope (HST)
Hubble Space Telescope (HST) inizia il suo allontanamento dalla navetta Discovery dopo il rilascio durante la missione STS-82.

Nelle recensioni e i giudizi sul popolarissimo film di fantascienza Gravity, uscito recentemente anche in Italia, molti si chiedono perché un medico, il personaggio della Dottoressa Ryan Stone interpretata da Sandra Bullock, partecipi alla riparazione del telescopio spaziale Hubble (Il sito ufficiale del film la definisce “medical engineer” senza altri dettagli). Se lo chiedono per esempio gli astrofisici e divulgatori Neil deGrasse Tyson in un tweet, e Amedeo Balbi in un articolo su il Post.

In realtà questo potrebbe essere uno degli elementi più realistici e verosimili del film, perché è già successo. Nella missione Shuttle STS-61 del dicembre 1993, la prima servicing mission di Hubble, l’allora astronauta NASA Story Musgrave prese parte alla riparazione e manutenzione dell’osservatorio orbitante nel corso di tre passeggiate spaziali.

Nel 1964 Musgrave si era laureato in medicina al Columbia University College of Physicians and Surgeons. In questa foto lo vediamo in una delle passeggiate spaziali con i piedi ancorati al braccio robotico dello Shuttle, proprio come il personaggio di Sandra Bullock in Gravity.

L'astronauta Story Musgrave sul Canadarm in una EVA di STS-61, la prima Hubble servicing mission. Fonte: NASA

Il medico Story Musgrave sul Canadarm in una EVA di STS-61 per riparare il telescopio Hubble. Fonte: NASA

Anche un veterinario, l’allora astronauta NASA Richard Linnehan, ha riparato il telescopio Hubble. Nella quarta e penultima servicing mission, STS-109 nel marzo del 2002, Linnehan lavorò al telescopio in tre passeggiate spaziali. Linnehan si era laureato nel 1986 in medicina veterinaria alla Ohio State University.

Nonostante le differenze di titolo di studio e formazione professionale, la NASA e le altre agenzie spaziali addestrano gli astronauti in modo da poter svolgere la maggior parte dei compiti che possono presentarsi in una missione. E l’ufficiale medico, che assume le funzioni di medico di bordo, non è necessariamente laureato in medicina. Questo ruolo è per esempio già capitato all’astronauta ESA Paolo Nespoli, un ingegnere. L’astronauta ESA Samantha Cristoforetti, un pilota militare, si sta addestrando anche come ufficiale medico.

Paolo Amoroso

Si occupa di divulgazione e didattica dell'astronomia e dello spazio. Attualmente collabora con il Planetario di Milano e fino al 2012 ha lavorato per il Museo Astronomico di Brera. Si interessa di astronomia, astronautica ed esplorazione dello spazio, scienza, Google, editoria digitale e tecnologie informatiche. È nel Direttivo dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA), per la quale svolge diverse attività fra cui la co-conduzione del podcast AstronautiCAST.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.