ATV-4 lascia la stazione spaziale internazionale

La navetta cargo europea ATV-4 “Albert Einstein” ha lasciato la stazione spaziale internazionale (ISS) lo scorso lunedì 28 ottobre. Rientrerà in atmosfera sabato 2 novembre.

Albert Einstein è la quarta missione dell’Automated Transfer Vehicle dell’ESA, la navetta progettata per trasportare rifornimenti sulla ISS, innalzare l’orbita dell’avamposto orbitale e liberare spazio prezioso sulla stazione eliminando i rifiuti. Il lancio era avvenuto lo scorso giugno.

Per questa missione, il team di ATV ha programmato una partenza speciale. Dopo l’undocking, avvenuto lunedì alle 9:00 GMT, Albert Einstein sta infatti compiendo una serie di manovre che permetteranno alla navetta di posizionarsi esattamente al di sotto della ISS durante il rientro in atmosfera, permettendo quindi di seguire l’evento dalle telecamere della stazione spaziale.

Il video dell’undocking:

Le prime quattro accensioni dei propulsori, avvenute tra lunedì ed oggi, 31 ottobre, si sono concluse con successo. Altre due accensioni saranno comandate domani, 1 novembre, dal centro di controllo ATV (ATV-CC) di Tolosa, in Francia, prima del deorbit burn finale di sabato. Poco prima del distacco dalla ISS era stata presa in considerazione la possibilità di una Debris Avoidance Manoeuvre (DAM), cioè una manovra per evitare detriti in transito nelle vicinanze di ATV. Per fortuna, l’allarme è rientrato subito dopo e non c’è stato bisogno di nessuna DAM.

Il tributo dei membri dell'Expedition 37 alla partenza di ATV-4 Albert Einstein. (c) ESA/NASA

Il tributo dei membri dell’Expedition 37 alla partenza di ATV-4 Albert Einstein. (c) ESA/NASA

I controllori di missione inizieranno la procedura di rientro sabato 2 novembre intorno alle 13 ora italiana, quando ATV-4 sarà circa 120 km al di sotto della ISS, permettendo agli astronauti a bordo di osservare il rientro distruttivo al di sopra dell’Oceano Pacifico. Questa procedura fornirà informazioni importanti per futuri rientri in atmosfera.

“Questa missione è passata senza il minimo problema e rappresenta una prestazione eccellente del team del centro di controllo e dei nostri partner industriali che hanno costruito il mezzo”, ha dichiarato Alberto Novelli, il mission manager di ATV-4.

“Chiudere la missione con un’operazione così delicata e spettacolare è un finale perfetto per tutto il duro lavoro delle persone che sono state coinvolte”, ha aggiunto Jean-Michel Bois, che dirige le operazioni del team al centro di controllo.

ATV-4 è il payload più pesante mai lanciato da un razzo Ariane. È anche il veicolo della serie ATV che ha trasportato la maggior quantità di carico, sia in termini di peso che di numero.

Fonte: ESA

 

Matteo Carpentieri

Appassionato di astronomia e spazio, laureato in una più terrestre Ingegneria Ambientale. Lavora come lecturer (ricercatore) all'Università del Surrey, in Inghilterra. Scrive su AstronautiNews.it dal 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.