Primo lancio del 2013 per Ariane 5

Ariane 5 apre il lanci del 2013 dallo spazioporto europeo in Guiana Francese con un payload da record. Il lanciatore di Arianespace ha messo in orbita di trasferimento geostazionaria due satelliti per telecomunicazioni, Amazonas 3 e Azerspace/Africasat-1a, per un totale di 10317 kg, compreso l’hardware di integrazione per il doppio payload.

Questo lancio si aggiunge a quello avvenuto mercoledì scorso, 6 febbraio, dal cosmodromo di Baikonur di un vettore Soyuz gestito dalla affiliata di Arianespace, Starsem, che ha messo in orbita una costellazione di sei satelliti Globalstar, a dimostrazione della flessibilità della famiglia di lanciatori di Arianespace. Oltre al lanciatore pesante Ariane 5 e a quello medio Soyuz 2, la compagnia francese ha a disposizione anche il lanciatore leggero Vega, che si sta attualmente preparando per il suo secondo lancio che dovrebbe avvenire in aprile dalla rampa di lancio di Kourou in Guiana.

Il primo lancio del 2013 dell’Ariane 5 è avvenuto dopo un countdown senza problemi alle 18:36 ora locale (22:36 in Italia) del 7 febbraio. Una volta in orbita, il primo satellite ad essere rilasciato è stato Amazonas 3, del gruppo spagnolo Hispasat. Il satellite è stato costruito da Space Systems/Loral a Palo Alto, in California, e opererà dall’orbita geostazionaria a 61° ovest di longitudine. È equipaggiato con 33 transponder in banda Ku e 19 in banda C, oltre a 9 antenne in banda Ka. La piattaforma per telecomunicazioni, che comprende servizi televisivi, telefonici e broadband, coprirà le Americhe, l’Europa ed il Nord Africa.

Successivamente è avvenuta la separazione di Azerspace/Africasat-1a, che rappresenta il primo satellite azero. Prodotto dalla Orbital Science, in Virginia, su commissione del ministero delle tecnologie informatiche e delle telecomunicazione della Repubblica dell’Azerbaijan per l’operatore di satelliti statale, Azercosmos. La piattaforma comprende 24 transponders in banda C e 12 in banda Ku e fornirà servizi di telecomunicazioni all’Azerbaijan, una parte dell’Asia centrale, Europa ed Africa dall’orbita geostazionaria a 46° di longitudine est.

La missione VA212, durata poco meno di 37 minuti, ha rappresentato il 68esimo lancio di un Ariane 5, il 54esimo successo consecutivo, e la 212esima missione di un lanciatore Ariane dal 1979. I parametri orbitali stimati dello stadio superiore criogenico dell’Ariane 5 sono:

  • Perigeo: 247,2 km (obiettivo: 247 km)
  • Apogeo: 35914 km (obiettivo: 35891 km)
  • Inclinazione: 5,99° (obiettivo: 6 °)

Il prossimo lancio dallo spazioporto di Kourou sarà la missione VV02 del Vega che ad aprile porterà in orbita il satellite dell’ESA Proba-V e quello vietnamita VNREDSat-1A. La prossima missione di un Ariane 5 (VA213) sarà il lancio dell’Automated Transfer Vehicle “Albert Einstein” (ATV-4) per conto di ESA verso la stazione spaziale internazionale (ISS).

Fonte: Arianespace

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=19088

Matteo Carpentieri

Appassionato di astronomia e spazio, laureato in una più terrestre Ingegneria Ambientale. Lavora come lecturer (ricercatore) all'Università del Surrey, in Inghilterra. Scrive su AstronautiNews.it dal 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.