L’equipaggio ISS si prepara ad una intensa attività

Sunita Williams mentre raccoglie campioni di materiale
Sunita Williams mentre raccoglie campioni di materiale

L’arrivo sulla stazione di Ford, Novitsky e Tarelkin ha riportato a sei effettivi il personale dell’ISS, ed i nuovi elementi sono davvero i benvenuti, in quanto si profila una settimana di intensa attività per gli astronauti dell’avamposto orbitale.
Il primo appuntamemento è previsto soli tre giorni dopo l’attracco della Sojuz, quando avverrà il distacco della capsula Dragon.Questa riporterà a terra circa una tonnellata di materiale tra scarti, esperimenti, ed alcuni campioni biologici (sangue ed urine)  che erano rimasti bloccati sull’ISS dopo l’ultimo volo dello shuttle nel luglio 2011. Da quella data, e sino all’entrata in servizio della capsula “privata”, infatti, è venuta a mancare la possibilità di riportare a terra carichi significativi. Ora invece sarà di nuovo possibile, ad esempio, inviare a terra dei componenti guasti affinchè vengano riparati, evitando che vadano persi in un rientro distruttivo insieme al materiale di scarto.
Altri tre giorni, ed è atteso l’arrivo della capsula Progress con nuovi rifornimenti. Si tratterà di un viaggio velocissimo: l’attracco avverrà a sole sei ore dal lancio da Bajkonur, seguendo il secondo profilo di missione più rapido mai effettuato.
Il tragitto della Progress verrà attentamente monitorato, in quanto si spera di poter ridurre in modo analogo i tempi di trasferimento richiesti dalle Sojuz.Il giorno successivo all’arrivo del cargo russo, il comandante Williams e Hoshide effettueranno una attività extraveicolare, per applicare un bypass ad un radiatore che ha manifestato una perdita.
Tra il 14 ed il 16 novembre, poi, verranno effettuati i primi tentativi di effettivo rifornimento robotico RRM.
Il giorno 19 del prossimo mese, i tre membri “anziani” dell’equipaggio lasceranno la stazione, per rientrare con la Sojuz TMA-05M/31S; i rimpiazzi sono attesi poco prima di Natale.

fonte: NASA

  Questo articolo è © 2006-2019 dell'Associazione ISAA - Alcuni diritti riservati.

Discutine con noi su ForumAstronautico.it

Sviluppi e aggiornamenti su questa notizia sono disponibili su ForumAstronautico.it

Paolo Actis

Paolo ha collaborato con AstronautiNEWS dal maggio 2008 al dicembre 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.