Blue Origin testa la camera di combustione del propulsore BE-3

All’inizio di ottobre 2012, Blue Origin ha effettuato con successo il test della camera di combustione del nuovo motore BE-3.

Il test, che fa parte delle attività del contratto stipulato dalla compagnia fondata da Jeff Bezos e dalla NASA all’interno della seconda fase del programma Commercial Crew Developement (CCDev2), è stato eseguito presso lo stand E-1 dello Stennis Space Center della NASA vicino Bay Saint Louis, nello stato del Mississippi.

I tecnici di Blue Origin hanno effettuato il test della camera di combustione del nuovo motore a ossigeno e idrogeno liquidi, eseguendo con successo le prove di funzionamento anche a piena potenza.

Il nuovo motore BE-3, con una spinta di circa 45.000 kg, è stato progettato da Blue Origin per equipaggiare lo Reusable Booster System (RBS), primo stadio del razzo vettore sviluppato, insieme ad una capsula biconica, per il trasporto di equipaggi umani in orbita terrestre bassa.

Oltre al test di funzionamento della camera di combustione del motore BE-3, Blue Origin ha completato la revisione dei requisiti di sistema della propria capsula, tappa fondamentale prevista all’interno del contratto stipulato con la NASA all’interno del programma CCDev2, per il quale Blue Origin si è aggiudicata un finanziamento di 22 milioni di dollari.

Nonostante Blue Origin non sia stata selezionata per la terza fase del Commercial Crew Program della NASA, per il quale Boeing, SpaceX e Sierra Nevada Corporation concorrenno per realizzare i sistemi per inviare equipaggi Americani in orbita terrestre bassa, la compagnia di Jeff Bezos, insieme alle altre selezionate per il CCDev2, continua a progredire nelle milestones concordate con l’Agenzia Spaziale Americana.

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=18584

Giuseppe Corleo

Ingegnere meccanico per corso di studi, informatico in ambito bancario per professione, appassionato di tutto ciò che riguarda astronomia, astronautica, meccanica, fisica e matematica. Articolista del sito Astronautinews.it dal 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.