Si conclude la gloriosa carriera degli SCA, gli Shuttle Carrier Aircraft

Con l’arrivo a Los Angeles dello Shuttle Endeavour si conclude anche l’avventurosa carriera del NASA Shuttle Carrier Aircraft, meglio identificato con l’acronimo SCA.
Dopo aver consegnato la navetta americana alla sua sede museale definitiva, l’ultimo SCA concluderà anche la propria carriera effettuando il suo ultimo volo per il rientro definitivo verso la Edwards AFB, dove verrà definitivamente decommissionato.

E’ doveroso precisare che gli SCA sono, anzi purtroppo dovremmo ormai dire erano, 2 Boeing 747; il primo era un modello 747-100 mentre il secondo era un 747-100SR (Short Range) ma sostanzialmente i due velivoli erano pressoché identici tra loro.

Il primo modello di SCA, registrato come N905NA, fu acquistato nel 1974 dopo aver volato con i colori di American Airlines. Il suo primo impiego fu per una breve attività di ricerca volta ad analizzare i vortici di scia volando in formazione stretta con un F 104.

Nel 1976 Boeing fu incaricata di implementare le numerose modifiche necessarie a rendere il velivolo idoneo al trasporto dello Shuttle Enterprise nei primi voli di collaudo. Le modifiche comportarono la rimozione di tutti gli interni ed esclusione di quelli in origine destinati alla prima classe, irrobustimenti alla struttura della fusoliera, l’aggiunta di stabilizzatori verticali in coda, sostanziali modifiche all’avionica ed ai motori nonché la realizzazione di un tunnel di evacuazione che permetteva all’equipaggio di abbandonare il velivolo in caso di emergenza, Quest’ultima modifica fu poi eliminata al termine della fase definita di Approach and Landing Test (ALT) completata con lo Shuttle Enterprise.

Nel 1988 NASA acquistò da un surplus di Japan Airlines un 747-100SR che fu in seguito registrato come N911NA. I due aerei sostanzialmente identici (il 911 era identificabile per avere 5 finestrini su ogni lato del ponte superiore, mentre il 905 ne aveva solamente due) furono utilizzati in questi anni per trasportare principalmente la flotta Shuttle, ma Boeing si servì di loro per spostare il Phantom Ray, un dimostratore di velivolo da combattimento non pilotato (UCAV)  da St. Luis a Edwards.

Il Shuttle Carrier N911NA fu ritirato dal servizio l’8 febbraio 2012 ed ora, insieme al N905NA, verrà utilizzato come fornitore di ricambi per il progetto SOFIA (Strasospheric Observatory for Infrared Astronomy) progetto che vede l’impiego di un 747 utilizzato per trasportare un massiccio telescopio.

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=18461

Marco Carrara

Da sempre appassionato di spazio, da piccolo sognavo ad occhi aperti guardando alla televisione le gesta degli astronauti impegnati nelle missioni Apollo, crescendo mi sono dovuto accontentare di una più normale professione come sistemista informatico in una banca radicata nel nord Italia. Scrivo su AstronautiNews dal 2010; è il mio modo per continuare a coltivare la mia passione per lo spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.