Vincitori CCiCap: Boeing e la CST-100

Boeing si è aggiudicata insieme a SpaceX e Sierra Nevada il nuovo contratto di supporto per lo sviluppo di un sistema di trasporto per equipaggi al servizio della ISS a partire dal 2017.
La NASA sovvenzionerà il progetto della capsula CST-100 di Boeing con ulteriori 460 milioni di dollari, per portare la capsula e i sistemi di lancio e di terra alla piena certificazione e all’entrata in servizio.
John Mulholland, vice presidente e program manager del Boeing Commercial Programs ha dichiarato che i fondi porteranno alla Critical Design Review e alla certificazione per il volo umano della capsula.
Il contratto prevede l’esecuzione delle milestone assegnate nell’arco dei prossimi 21 mesi ed eventuali ulteriori milestone, opzionali, in un periodo non definito successivo.
Nelle precedenti fasi del programma, CCDev e CCDev-2, la Boeing aveva già completato tutte le milestone assegnate, tra cui i test completi dei sistemi propulsivi, di atterraggio, del sistema di abort, dello scudo termico e del sistema di controllo d’assetto.
Per questa serie di finanziamenti sono previste 19 nuove milestone, l’ultima delle quali sarà la CDR. Fra le milestone principali ci saranno la Integrated System Review, la progettazione del sistema di comunicazione nelle fasi di atterraggio e recupero, la Critical Design Review del software, test in galleria del vento della capsula e vettore, lo sviluppo dello stadio Centaur a doppio propulsore, la progettazione della sala di controllo missione, la dimostrazione del sistema di controllo delle avarie e una dimostrazione con una simulazione reale di missione con piloti.

Il primo test in volo della capsula è ad oggi previsto per il 2016 con un Atlas V di ULA, sarà in grado di trasportare fino a 7 astronauti e il sito primario di lancio sarà il Launch Complex 41 a Cape Canaveral.
Beneficiaria indiretta di questo contratto sarà anche la Bigelow Aerospace, società che già aveva siglato un contratto di supporto con Boeing, per l’utilizzo di tale capsula al servizio delle proprie strutture gonfiabili abitate in fase di progettazione.

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=18216

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.