Vega ha ricevuto il GO per il lancio

Tutto è pronto per il lancio di Vega, il nuovo lanciatore europeo sviluppato dalla italiana Avio in collaborazione con ASI, l'Agenzia Spaziale Italiana.

Gli ultimi controlli sullo stato del vettore e delle infrastrutture di terra, dopo la prova generale di lancio, hanno dato esito positivo. La prima missione di Vega ha quindi ottenuto il fatidico GO al decollo previsto nella finestra di lancio compresa tra le ore 10:00 e le ore 12:30 GMT di lunedì 13 febbraio.

Il profilo della missione di volo, denominata VV01, sarà il seguente :

T +0,00 sec  Accensione del motore a propellente solido P80
T +0,30 se.  Decollo
T +1m + 54s  Spegnimento motore P80 e separazione del primo stadio. (altitudine 60 km, velocità 1,7 km/s)
T +1m + 55s  Accensione motore Zefiro-23.
T +3m + 22s  Spegnimento motore Zefiro23 e separazione del secondo stadio. (altitudine 127 km, velocità 3,8 km/s)
T +3m + 38s  16 secondi dopo la separazione del secondo stadio viene acceso il motore Zefiro-9. (altitudine 135 km, velocità 3,8 km/s)
T +3m + 43s  Viene espulsa la carenatura di protezione (fairing). (altitudine 138 km, velocità 3,9 km/s)
T +5m + 47s  Spegnimento motore Zefiro-9 e separazione del terzo stadio. (altitudine 182 km, velocità 7,7 km/s)
T +5m + 54s  Prima accensione del motore AVUM del quarto stadio. (altitudine 185 km, velocità 7,7 km/s)
T +8m + 45s  Primo spegnimento del motore AVUM. (altitudine 260 km, velocità 7,8 km/s) Inserimento in orbita
T +48m + 7s  Seconda accensione AVUM. (altitudine 1447 km, velocità 6,6 km/s)
T +52m + 10s  Secondo spegnimento AVUM. (altitudine 1450 km, velocità 6,9 km/s) Inserimento nell'orbita del primo target
T +55m + 5s  Separazione satellite LARES.
T +1h + 6m + 10s  Terza accensione AVUM.
T +1h + 10m + 34s Terzo spegnimento AVUM. (altitudine 1458 km, velocità 6,6 km/s) Inserimento nell'orbita del secondo target
T +1h + 10m + 35s Separazione di AlMaSat-1 e i 7 satelliti CubeSats. (altitudine1458 km, velocità 6,6 km/s)

Il volo e la missione di Vega si concluderanno quindi 81 minuti dopo il decollo effettuato dalla base di Kourou, lo spazioporto europeo situato nella Guiana francese.

Il carico utile del volo VV01, necessario a qualificare il lanciatore Vega e le sue infrastrutture, consiste in due satelliti italiani, ASI LARES e AlMaSat-1 dell'Università di Bologna e di 7 picosatelliti  realizzati da 7 differenti università europee: e-St@r e UniCubeSat GG (Italia), Goliat (Romania), Masat-1 (Ungheria), PW-Sat (Polonia), Rbusta (Francia) e Xatcobeo (Spagna).

Vega sarà complementare ai più pesanti vettori Ariane e Soyuz e, contrariamente a lanciatori di pari capacità e caratteristiche, sarà in grado di immettere in orbita più satelliti contemporaneamente.

Fonte: ESA

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=17148.new#new

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.