Uno sguardo al 2012 spaziale

Il 2012 sarà un altro anno ricco di eventi spaziali, sia per quel che riguarda i voli con equipaggio che per l'esplorazione robotica del sistema solare. Di seguito facciamo un breve resoconto di quello che ci riserva l'anno corrente, cominciando con le notizie relative al volo umano che, nonostante il recente ritiro dello shuttle, ci prospettano un anno molto movimentato.

Stazione spaziale internazionale

Sulla ISS si avvicenderanno gli equipaggi delle Expedition 30, 31, 32, 33 e 34. Da sottolineare la missione di lunga durata dell'astronauta ESA olandese Andre Kuipers (Expedition 30/31), attualmente sulla ISS, che terminerà la sua missione col rientro della Soyuz TMA-03M, previsto per giugno.

Come accade ormai da un paio di anni, le capsule Soyuz saranno ancora gli unici veicoli a trasportare gli astronauti sulla stazione spaziale. Si comincia con la Soyuz TMA-22 che il 16 marzo 2012 lascerà la ISS riportando a terra Daniel Burbank, Anton Shkaplerov e Anatoli Ivanishin. I tre saranno rimpiazzati pochi giorni dopo dall'equipaggio della Soyuz TMA-04M. A giugno ci sarà l'avvicendamento tra la Soyuz TMA-03M di Kuipers e la Soyuz TMA-05M, che riporterà sulla ISS un astronauta giapponese (Akihiko Hoshide). Settembre vedrà il lancio della Soyuz TMA-06M, mentre la Soyuz TMA-07M raggiungerà la ISS nel novembre 2012, portando l'ultimo astronauta canadese con una missione assegnata (Chris Hadfield, che nel 2013 diventerà anche comandante dell'Expedition 35).

Oltre ai rifornimenti portati dalle solite capsule Progress (si comincia il 25 gennaio con il lancio della Progress M-14M, e si prosegue con cadenza circa trimestrale fino alla Progress M-18M, a dicembre), il 2012 vedrà anche il lancio verso la ISS dei veicoli cargo europeo (ATV-3 "Edoardo Amaldi", previsto non prima del 9 marzo) e giapponese (HTV-3, programmato per il 26 giugno), ormai divenuti "routine". C'è grossa attesa, inoltre, per l'inizio dei voli commerciali americani nell'ambito del programma COTS. Il secondo volo dimostrativo della capsula Dragon di Space-X, lanciata su un vettore Falcon 9, dovrebbe cominciare il prossimo 7 febbraio. La missione prevede l'attracco sulla ISS e il successivo rientro a terra, abilitando finalmente il veicolo a rifornire la stazione spaziale internazionale. Nel caso tutto proceda come previsto entro l'anno cominceranno i voli regolari di Dragon, con lanci attualmente programmati per agosto e dicembre. Un programma simile dovrebbe essere seguito anche dalla Orbital, anche se al momento la seconda azienda americana ad avere un contratto con NASA per i rifornimenti alla ISS nell'ambito del programma COTS appare più indietro nello sviluppo rispetto a SpaceX: nel primo quarto del 2012 ci sarà il debutto del nuovo lanciatore Antares, seguito dalla missione dimostrativa del veicolo cargo Cygnus nel secondo quarto. Se tutto va bene nella seconda metà dell'anno dovrebbero cominciare anche per Cygnus i voli regolari di rifornimento verso la ISS.

Stazione spaziale Tiangong 1

Il 2012 sarà un anno speciale anche per il programma spaziale umano cinese. Dopo aver immesso in orbita la loro prima stazione spaziale (Tiangong 1) e aver effettuato ripetuti docking automatici con una capsula Shenzhou senza equipaggio (Shenzhou 8), quest'anno l'agenzia spaziale cinese prevede di effettuare le prime missioni con equipaggio sulla piccola stazione spaziale: Shenzhou 9 è prevista per la primavera, seguita entro la fine dell'anno da Shenzhou 10. Secondo notizie ancora non confermate, dovrebbe far parte di uno dei due equipaggi anche la prima taikonauta donna.

Altri sviluppi sui voli umani

Sul fronte NASA, il 2012 sarà il primo di una transizione che si prospetta piuttosto lunga. Con il ritiro dello shuttle, l'agenzia americana è attualmente impegnata nello sviluppo di una capsula per l'esplorazione oltre l'orbita bassa terrestre (Orion/MPCV) e di un lanciatore super-pesante (SLS). I test su Orion, in particolare, proseguiranno per tutto il 2012 per preparare la capsula alla prima missione dimostrativa (EFT-1) su un Delta IV-Heavy nel 2014.

Proseguiranno inoltre i lavori con i partner commerciali nell'ambito del programma CCDev. La fase 2 del programma si concluderà entro l'anno per le quattro aziende vincitrici (Space-X con la sua capsula Dragon; Boeing, anch'essa con una capsula, CST-100; Sierra Nevada, con il veicolo a corpo portante Dream Chaser; e infine Blue Origin, con la sua capsula biconica). Il bando per la terza fase verrà emesso nei primi mesi dell'anno.

Nell'ambito dei voli commerciali suborbitali, proseguiranno nel 2012 i test su WhiteKnightTwo e SpaceShipTwo di Virgin Galactic. Dopo le varie prove di planata effettuate nel 2011, quest'anno vedrà probabilmente i primi test di accensione del motore a razzo di SS2/VSS-Enterprise, anche se nessuna data ufficiale è stata ancora fissata. Questi test segneranno l'ultimo passo prima dell'inizio dei voli operativi.

Altri lanci europei

Oltre al lancio del già citato ATV-3, il vettore pesante Ariane 5 sarà impegnato come al solito in diverse missioni scientifiche e commerciali con partenza dallo spazioporto europeo di Kourou, in Guiana Francese.

Il 7 febbraio è attualmente previsto l'esordio del lanciatore leggero Vega, l'ultimo della scuderia di Arianespace e sviluppato prevalentemente da aziende italiane. La missione prevede il rilascio in orbita dei satelliti LARES (ASI) e ALMASat-1 (Università di Bologna), oltre a numerosi mini-satelliti (CubeSat) italiani e di altre nazionalità europee.

L'altro lanciatore gestito da Arianespace, il Soyuz 2.1b, proseguirà i suoi lanci da Kourou anche nel 2012, anche se al momento l'unico lancio confermato è quello dei due satelliti Galileo che avverrà alla fine dell'estate e completerà la mini-costellazione di quattro elementi che servirà alla validazione in orbita del nuovo sistema di posizionamento e navigazione satellitare europeo.

Esplorazione del sistema solare

Pur non essendo previsti nuovi lanci per l'anno in corso, non si può dire che il 2012 sia un anno privo di eventi per l'esplorazione spaziale robotica. L'anno è cominciato con l'arrivo in orbita lunare delle sonde gemelle GRAIL-A e GRAIL-B. Dopo un primo periodo di aggiustamento dell'orbita e di test degli strumenti scientifici, le due sonde inizieranno a marzo la loro missione scientifica primaria della durata di circa tre mesi.

Nei prossimi giorni avverrà anche lo sfortunato rientro in atmosfera di Fobos-Grunt dopo il fallimento dell'immissione in orbita di trasferimento verso Marte e dei successivi tentativi di recuperare la missione. La previsione attuale per il rientro incontrollato resta sempre per il 15/16 gennaio.

Parlando sempre di missioni marziane, questa volta un po' più fortunate, la sonda americana MSL/Curiosity arriverà sul pianeta rosso intorno al 6 agosto, quando il rover tenterà uno spettacolare atterraggio all'interno del cratere Gale.

Poco prima dell'arrivo su Marte di Curiosity, a luglio 2012, la sonda Dawn lascerà dopo circa un anno l'orbita dell'asteroide Vesta per iniziare l'ultima fase del suo lungo viaggio verso il pianeta nano Cerere, che raggiungerà nel 2015.

Proseguiranno per tutto l'anno, inoltre, le varie missioni operative di NASA ed ESA in varie parti del sistema solare, che ci regaleranno splendide immagini ed informazioni scientifiche preziose: Messenger (Mercurio), Venus Express (Venere), LRO (Luna), MER/Opportunity, Mars Express, MRO, Mars Odissey (Marte), Cassini (Saturno). Altre sonde sono nelle fasi iniziali del viaggio verso le loro destinazioni, oppure in attesa di nuove missioni.

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=16964.new#new

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.

Una risposta

  1. 12 gennaio 2012

    […] jQuery("#errors*").hide(); window.location= data.themeInternalUrl; } }); } http://www.astronautinews.it – Today, 2:20 […]