VEGA parteciperà al debutto di IXV

Immagine artistica di IXV al rientro in atmosfera. Credit: ESA.

Il lancio dell'Intermediate eXperimental Vehicle (IXV) dell'agenzia spaziale europea è in fase di pianificazione, in vista del suo primo volo previsto per il 2014.

IXV verrà lanciato in una traiettoria suborbitale dallo Spazioporto europeo della Guiana francese e verrà fatto rientrare nell'atmosfera terrestre, con un profilo dinamico paragonabile a quello di un rientro da una missione in LEO, al fine di testare e qualificare le nuove tecnologie critiche per i veicoli da rientro del futuro.
In questo suo primo volo, IXV toccherà una quota di circa 450 km che gli permetterà di raggiungere una velocità di 7,5 km/s, tipica di un veicolo che rientra dall'orbita bassa. Durante il suo volo supersonico ed ipersonico raccoglierà un notevole quantitativo di dati, ed il suo controllo attitudinale verrà attuato da thrusters e da flaps aerodinamici.
Infine, il veicolo sperimentale ammarerà appeso ad un paracadute nell'Oceano Pacifico, dove attenderà di essere recuperato.

La novità comunicata ufficialmente dall'ESA lo scorso Venerdì 16 Dicembre, è che due giorni prima, il 14 Dicembre, è stato siglato un contratto con Arianespace per lo studio del lancio di IXV con un vettore VEGA, nell'ambito del programma VERTA (VEGA Research and Technology Accompaniment).

Il volo di qualifica del nuovo razzo europeo è pianificato per la fine di Gennaio e segnerà la strada per le prossime cinque missioni del programma VERTA, che serviranno a dimostrare la flessibilità del sistema.
Con una frequenza iniziale di due lanci all'anno, il programma favorirà l'ingresso ufficiale di VEGA nel mercato dei lanciatori.

Dopo lo sviluppo delle tecnologie critiche necessarie ed il completamento della sua progettazione, sono ora in corso le fasi relative alla costruzione, all'assemblaggio, all'integrazione e alla qualifica dell'IXV, in vista di una finestra di lancio compresa fra Gennaio e Settembre 2014.
Nel frattempo è già incominciata la fase di organizzazione del ground network. Esso include il mission control centre, i kits per la telemetria delle stazioni di terra, le antenne trasportabili ed il network per le comunicazioni.

VEGA è il nuovo lanciatore leggero europeo. Le sue caratteristiche completano alla perfezione quelle del lanciatore pesante Ariane 5, e del razzo russo a medie capacità Soyuz, anch'esso lanciato dalla Guiana Francese
Esso è stato ideato per coprire un ampio spettro di missioni e di configurazioni di payload, con l'obiettivo di fronteggiare le diverse opportunità del mercato fornendo una grande flessibilità. In particolare, questo nuovo vettore offre configurazioni in grado di gestire payloads che vanno dal singolo satellite fino a al singolo satellite più sei microsatelliti.
VEGA è in grado di lanciare payloads con masse che vanno dai 300 kg ai 2500 kg, in relazione al tipo ed alla quota orbitale richieste dai clienti; con uno standard di 1500 kg in orbita polare di 700 km.

Fonte: ESA.

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=16867.new#new

Luca Frigerio

Impiegato nel campo delle materie plastiche e da sempre appassionato di spazio. E' iscritto a forumastronautico.it dal Novembre 2005 e da diversi anni sfoga parte della sua passione scrivendo per astronautinews.it. E' consigliere dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA)