STS-135: Via al countdown con un occhio al meteo

Come previsto dalle procedure di preparazione al lancio, ieri 5 luglio alle 19.00 italiane è stato dato il via al conto alla rovescia per la missione STS-135, in vista del lancio programmato per l’8 luglio alle 17.26 italiane quando lo shuttle Atlantis dovrebbe decollare alla volta della Stazione Spaziale Internazionale.

Il countdown, partito a T-43 ore (con lancio a T-70 ore e 21 minuti)  funge da “orologio ufficiale” di riferimento per tutta una serie di attvità che devono svolgersi in sequenza tra loro. È bene tenere presente che esiste una discrepanza tra il cronometro del countdown ufficiale e il numero di ore, minuti e secondi che realmente mancano al momento del liftoff. Il conteggio alla rovescia verrà infatti interrotto più volte per far spazio a pause (c.d. “built in hold“) previste e programmate, che consentiranno ai vari team di tecnici e controllori di volo di sincronizzare il loro lavoro, nonché di assorbire eventuali ritardi o interventi di manutenzione dell’ultimo momento.

Sul fronte meteo le notizie non sono affatto incoraggianti: per venerdì 8 le probabilità di condizioni adatte al lancio sono limitate al 40% a causa di pioggia e temporali, anche se nel fine settimana la situazione vedrà un deciso miglioramento con il 60% GO per sabato 9 e 70% GO per domenica 10 luglio. Se il lancio dovesse mancare entrambe queste date, Atlantis dovrà attendere il 16 luglio per lasciare spazio al lancio di un satellite militare dalla vicina Cape Canaveral Air Force Station.

Problemi logistici potrebbero venire anche dall’enorme folla di appassionati che con ogni probabilità si radunerà nei pressi del Kennedy Space Center. Alcune stime della contea di Brevard (di cui l’area del KSC fa parte) stimano un afflusso di non meno di 500.000 spettatori, ed è facile prevedere che in caso di “scrub” si creeranno ingorghi del traffico ben peggiori di quelli che normalmente si verificano in queste occasioni. Questa situazione potrebbe letteralmente impedire il tragitto lavoro-casa-lavoro dei tecnici NASA, che in caso di ritardo potrebbero non fare in tempo a ripresentarsi al lavoro per un nuovo tentativo di lancio nella giornata sabato. Per questo i top manager NASA stanno valutando di lanciare direttamente domenica 10 e non sabato 9 in caso di annullamento del liftoff di venerdì.

T-4 ore sarà il momento in cui prenderemo una decisione” ha affermato in conferenza stampa il Direttore dei Test NASA Jeremy Graeber al proposito.
Tutto dipenderà dai problemi che potrebbero emergere venerdì, da come si metterà il meteo, e dal parere delle persone più competenti coinvolte nel processo di decisione“.

Mercoledì mattina i tecnici procederanno con il pompaggio dell’idrogeno e dell’ossigeno liquidi nelle celle a combustibile di Atlantis, per poi dedicarsi al controllo accurato dei tre SSME (i motori a razzo principali dello space shuttle) e degli apparati di telecomunicazione di bordo. Se tutto andrà bene l’enorme struttura di protezione dell’orbiter, la Rotating Service Structure, sarà aperta giovedì 7 luglio verso le 20.00 ora italiana, lasciando finalmente scoperta alla vista la magnifica Atlantis per un’ultima volta.

Le prime ore della giornata di venerdì saranno dedicate al rifornimento dell’enorme External Tank (47 metri di lunghezza per 8,4 di diametro) con i combustibili liquidi necessari al lancio. La procedura, della durata di circa tre ore e che si completerà verso le 11.00 ora italiana, porterà nel serbatoio l’incredibile quantità di 553.358 litri di ossigeno liquido (LOX) alla temperatura di – 183° C, e di 1.497.440 litri di idrogeno liquido (LH2) alla temperatura di -253° C.

Ecco il calendario degli eventi per oggi mercoledì 6 luglio.


HH...MM...SS...CEST.......EVENTO
60...21...00...05:00......Fuel cell reactant load preps

54...51...00...10:30......MEC/SRB power up
54...21...00...11:00......Clear crew module

54...21...00...11:00......Begin 4-hour built-in hold
54...21...00...11:00......Clear blast danger area
53...36...00...11:45......Orbiter pyro-initiator controller test
53...26...00...11:55......SRB PIC test
52...26...00...12:55......Master events controller pre-flight BITE test
50...21...00...15:00......Resume countdown

48...51...00...16:30......Fuel cell oxygen loading begins
46...21...00...19:00......Fuel cell oxygen load complete
46...21...00...19:00......Fuel cell hydrogen loading begins
43...51...00...21:30......Fuel cell hydrogen loading complete
42...51...00...22:30......Pad open; ingress white room

42...21...00...23:00......Begin 4-hour built-in hold
41...51...00...23:30......OMBUU demate

  Copyright Associazione ISAA 2006-2019 - Vedi qui i dettagli della licenza.

Marco Zambianchi

Spacecraft Analyst per la missione Gaia presso ESA/ESOC, è fondatore di ForumAstronautico.it, e co-fondatore di AstronautiCAST. Conferenziere di astronautica al Planetario di Lecco fino al 2012, scrive ora su AstronautiNEWS ed è Presidente dell'associazione ISAA.

Una risposta

  1. 6 Luglio 2011

    […] Le previsioni sulla zona del Kennedy Space Center, luogo di partenza della missione STS-135/Atlantis, sono peggiorate rispetto a quanto annunciato nel nostro ultimo articolo. […]