Effettuato con successo il 50° lancio per ULA, in orbita il satellite SBIRS

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Alle ore 2:10 p.m. EDT dallo Space Launch Complex-41 di Cape Canaveral AFS, è stato messo in orbita il satellite Space Based Infrared System (SBIRS) a bordo di un vettore Atlas-V della ULA

Il sistema satellitare SBIRS, dell’USAF è un sistema di osservazione ad infrarossi, importante per il sistema difensivo degli stati Uniti, destinato a controllare allarmi missilistici e i campi di battaglia.

Il lancio in oggetto ha una valenza particolare trattandosi del cinquantesimo lancio effettuato con successo da parte della United Launch Alliance dalla sua fondazione nel 2006.

Il vettore che ha portato il prezioso carico è un Atlas-V in configurazione 401, con una carenatura di carico di 4 metri.
I Booster sono alimentati da un motore AMROSS RD RD-180, lo stadio superiore Centaur è alimentato da un singolo motore Pratt & Whitney Rocketdyne RL-10A.

Il presidente della ULA Michael Gass ha dichiarato al termine della missione che questo lancio è un traguardo essenziale in tema di eccellenza di personale e d’infrastrutture fornite ai vari committenti.

Il prossimo lancio in programma per la società è previsto per il prossimo 9 Giugno, si tratta della missione Aquarius, una collaborazione NASA-Argentina Space Agency, per lo studio della salinità marina, dallo Space Launch Complex-3 della Vandenberg Air Force Base, in California a bordo di un Delta II.

Fonte: ULA