ISS Daily Report – Venerdì 08 Aprile 2011

ISS Daily Report Venerdì 08 Aprile 2011.

Primo giorno pienamente operativo per la Expedition 27 al completo.

Il comandante Dmitri ha eseguito tutta una serie di attività di ispezione (di routine) sui vari equipaggiamenti del segmento russo principalmente al sistema di controllo termico a circuito chiuso. Ha quindi iniziato un ciclo di scarica alle batterie delle Orlan, ed eseguito il service all’esperimento “Identification” all’interno di MRM1. Poi con Dmitri intento a produrre la necessaria documentazione fotografica, Alex Samokutyayev ha installato il payload Konstanta dopo averlo trasferito dalla TMA-21 al modulo SM, l’esperimento vuole studiare i potenziali effetti dell’ambiente in microgravità su alcuni enzimi.

Andrei Borisenko si è dedicato alle operazioni post-docking, verificando visivamente e scattando alcune fotografie dell’eventuale presenza di anomalie al cono di attracco. Andrei ha quindi iniziato le operazioni di trasferimento cargo, aggiornando di volta in volta l’inventario di bordo.

Paolo Nespoli ha fatto da CMO per Dmitri che si è dovuto sottoporre alla periodica visita cardiologica da eseguirsi sotto sforzo (questa volta utilizzando TVIS). Paolo si è poi dedicato al materiale da imballare per il rientro con lo Shuttle.

Ron Garan dopo aver piazzato la videocamera in Columbus ha iniziato a lavorare degasando il circuito dell’acqua del WPA2 TCS (Water Pump Assembly 2 / Thermal Control System), un’attività di tipo periodico.

Alle 12:40 pm EDT, i sei membri dell’equipaggio si sono riuniti per una importante revisione delle procedure di emergenza, questo soprattutto a beneficio dei nuovi arrivati. Il comandante Dmitri Kondratyev ha esposto ruoli e istruzioni dei due equipaggi, uno per ogni Soyuz e delle relative responsabilità. Si tratta di un ripasso dell’organizzazione già ampiamente studiata durante l’addestramento a Terra. Gli argomenti principali toccati in queste riunioni tecniche sono:
* azioni da intraprendere e ruoli e responsabilità dei singoli, per le quattro aree di rischio (depressurizzazione, incendio, contaminazione di ammoniaca, altri agenti tossici)
* scialuppe di evacuazione, docking and undocking.
* stato del supporto vitale.
* computers.
* comunicazioni.
* equipaggiamento medico.
* rischi su eventuali IVA.
* materiale a rischio immagazzinato a bordo, ci sono due potenziali aree a rischio: il circuito del sistema termico, e le attrezzature come il generatore di ossigeno Elektron, cartucce METOX, batterie, cartucce LiOH.

Una volta terminato, i tre nuovi arrivati hanno potuto godere del tempo libero concesso, per acclimatarsi e familiarizzare con l’habitat della Stazione.

Allerta detriti: le probabilità di congiunzione con l’oggetto 33329 sono uscite dal quadrante dei rischi e quindi, decade lo stato di allerta per questo specifico caso.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.