ISS Daily Report – Martedì 05 Aprile 2011

ISS Daily Report Martedì 05 Aprile 2011

La Soyuz TMA-21 è stata lanciata con successo alle 6:18pm EDT e il docking è previsto per domani alle 7:18pm sul boccaporto del modulo MRM2 Poisk (in posizione zenith sulla Stazione Internazionale).

Nel segmento russo Dmitri ha effettuato una verifica sull’aggiornamento antivirus completato nella giornata di ieri sui laptop fuori rete (per quelli integrati in rete, ogni Lunedì le definizioni antivirus aggiornate vengono caricate in automatico) e come di regola il Martedì viene fatta una verifica sulle operazioni svolte sia in automatico che in manuale.

Paolo Nespoli ha eseguito il periodico prelievo di campioni d’acqua dal WRS (Water Recovery System) posizionato nel Nodo 3 per le analisi di rito con il TOCA (Total Organic Carbon Analyzer). Paolo ha proseguito poi con le attività per l’allestimento del materiale destinato all’attività extraveicolare prevista con l’arrivo di STS-134.
Nespoli in vista dell’arrivo della Soyuz ha dato una mano a Dmitri nel set up degli apparati di comunicazione in Ku-band per le conversioni video da un formato all’altro.

Cady Coleman si è dedicata alla stampa delle nuove istruzioni SODF (Station Operations Data File) ha quindi recuperato le copie del manuale Crew Handover Book (sia in russo che in inglese) e le ha aggiornate. Cady ha poi lavorato al riposizionamento di una unità GLACIER (General Laboratory Active Cryogenic ISS Experiment Refrigerator) dall’Express Rack 8 al 6 installandola e riconfigurandola per la nuova locazione.
Successivamente Cady si è esercitata con ROBoT simulando dei task della EVA in cui si prevede l’uso di una delle estremità del manipolatore Dextre, per effettuare delle operazioni di lubrificazione. Cady ha usato due laptop T61p uno su cui girava ROBoT e l’altro per la rappresentazione grafica, ovviamente il training è stato seguito e supportato dagli specialisti.

Allerta detriti: uno degli ultimi oggetti sotto indagine (l’oggetto 33067 che fa parte di un Feng-yun 1C) si è mosso, nella scala delle probabilità di collisione, in Green zone.  L’equipaggio che era stato allertato per un eventuale ingresso protettivo all’interno della Soyuz TMA-20 in data odierna, ha potuto proseguire senza problemi la programmazione giornaliera.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.