Programma IRENE: una capsula di rientro a basso costo

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Il programma IRENE (Italian Re-Entry NacellE) ha recentemente superato i due pre-test eseguiti nella facility SPES del DIAS di Napoli (Dipartimento di Ingegneria Areospaziale). IRENE è un programma finanziato dall’Agenzia Spaziale Italiana che ha lo scopo di studiare un sistema di rientro riutilizzabile e a basso costo, in grado di riportare sulla Terra carichi utili limitati in termini di massa e volume, da orbite LEO (Low Earth Orbit). Le principali caratteristiche della capsula saranno: riutilizzabilità del sistema,  capacità di riportare a terra carichi utili, una struttura di protezione "umbrella like" e l’utilizzo di materiali innovativi come elementi portanti del veicolo.

L’elemento chiave del progetto è rappresentato dalla struttura e dalla configurazione dello scudo termico, per il quale è prevista la realizzazione di un dimostratore tecnologico-funzionale da testare nella camera SCIROCCO del Centro Italiano Ricerche Aerospaziali (CIRA). I test del dimostratore nella facility SCIROCCO sono previsti nel prossimo maggio quale chiusura della Fase A del programma.

Fonte: ASI

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.