Il cargo giapponese HTV-2 è in viaggio verso Terra

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Il cargo giapponese HTV si è staccato dalla International Space Station quest oggi alle ore 15:46 GMT ed ora è diretto verso un rientro distruttivo sull’oceano Pacifico previsto entro la fine di questa settimana.

Catherine Coleman e Paolo Nespoli dall'interno del modulo Cupola hanno manovrato il braccio robotico della ISS per permettere un undocking sicuro.
Quando HTV-2, chiamato anche Kounotori, si è allontanato fino a circa 30 metri sotto la ISS, i suoi sistemi di guida e navigazione sono stati riattivati remotamente dagli ingegneri giapponesi che ne seguono il rientro dal centro spaziale di Tsukuba.

HTV non è dotato di sistemi automatici di attracco, nel suo volo si posiziona automaticamente a circa 10 metri dalla ISS aspettando che gli astronauti, dall’interno della Stazione Spaziale Internazionale, lo afferrino con il braccio robotico per portarlo all’aggancio alla porta Nadir del modulo Harmony.

Decollato dal Tanegashima Space Center mediante un razzo H-2B, HTV-2 è rimasto nello spazio per circa 60 giorni, dopo aver recapitato sulla ISS circa 4 tonnellate di rifornimenti stipati nelle sue stive di carico interne ed esterne.
Ora invece è stato riempito di rifiuti e di schiuma di imballaggio, portati nello spazio dalla missione Shuttle Discovery.

Alle 02:37 GMT del prossimo mercoledi è prevista l’accensione dei motori di HTV-2 che permetterà di rallentarne la sua velocità ed iniziare cosi la sua discesa verso la Terra. 30 minuti dopo avverrà il contatto con l’atmosfera terrestre permettendone in questo modo la sua distruzione.

La prossima missione HTV è prevista per il prossimo gennaio 2012.

Fonte: NASA/JAXA

  Copyright Associazione ISAA 2006-2020 - Vedi qui i dettagli della licenza.

Marco Zambianchi

Ground Systems Engineer presso ESA/ESOC, ha fatto parte dei Flight Control Team di INTEGRAL, XMM/Newton e Gaia. È fondatore di ForumAstronautico.it e co-fondatore di AstronautiCAST. Conferenziere di astronautica al Planetario di Lecco fino al 2012, scrive ora su AstronautiNEWS ed è Presidente dell'associazione ISAA.