MagISStra: mercoledi 22 dicembre 2010

Oggi é il turno di Kaleri per la sessione biomedica russa Pilot-M/NEURO, e sarà assistito da Oleg per le circa tre ore di durata. All’interno di Kibo, Cady si é occupata della periodica pulizia e disinfezione dello speciale banco di lavoro presente nel laboratorio, verificandone poi i controlli di movimentazione.

In Columbus, Paolo ha portato al termine la sessione di Neurospat eseguendo il completo salvataggio delle registrazioni dati e inviando il tutto a Terra. Successivamente si é occupato della chiusuira delle protezioni degli oblò e di Cupola per evitare rischi da eventuali frammenti o detriti, espulsi durante il reboost della ISS.
Dmitri dal canto suo, ha osservato Oleg durante le operazioni di trasferimento dell’acqua di condensa, dai contenitori RS EDV al sistema Elektron per la produzione di ossigeno.

Anche oggi si é tenuta una ulteriore riunione presieduta da Scott per completare le tematiche sulla sicurezza a bordo; presenti i tre nuovi astronauti e in teleconferenza il controllo di volo. Le due ore e mezza, si sono concentrate su cosa fare nel percorso di fuga una volta che si oltrepassano i portelloni intermodulari, e sui sistemi di emergenza e controllo che vi sono nei pressi di ogni passaggio.

In Cupola, Paolo ha supportato l’aggiornamento software del Laptop della stazione robotica, con l’intento di eliminare un errore individuato alcune settimane fa. Nel dettaglio, Paolo ha caricato una più recente versione di software e MCC-Houston da remoto ha eseguito un ulteriore aggiornamento con due patches.
Kaleri ha lavorato al service del payload Matryoshka-R eseguendo la registrazione delle tracce radioattive rilevate dai dosimetri e, la verifica di funzionamento da parte di quest’ultimi.

La Coleman e Nespoli hanno osservato Scott nella sua sessione di 90 min in cui si é applicato all’ARED, con lo scopo di familiarizzare con le operazioni di settaggio e delle varie configurazioni, a seconda del set di esercizi da eseguire. A Paolo e Cady é spettato poi eseguire il check dell’attrezzatura e ripassando le procedure per il general service di ARED. La stessa cosa verrà fatta nei prossimi giorni con tutte le altre attrezzature ginniche presenti a bordo. La Coleman infatti, si é dedicata anche all’ispezione della componentistica soggetta ad usura, di COLBERT.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.