ISS Daily Report – Lunedì 20 Dicembre 2010

ISS Daily Report Lunedì 20 Dicembre 2010

Stamane Scott, Cady e Paolo hanno eseguito una sessione del Reaction Self Test (vigilanza psicomotoria). Si tratta di un test da eseguire per un totale di otto giorni, due volte al giorno (dopo la sveglia e poco prima di ritirarsi per il sonno). Scott continua con la ingestione Alendronate a cui si unirà anche la Coleman, iniziando quindi la sua attività con questo protocollo (la somministrazione di Alendronate vuole limitare i danni che la microgravità genera sul tessuto osseo dell’organismo umano).

Kaleri ha iniziato la giornata aggiornando l’hard disk del laptop medico russo con un nuovo software, mentre Oleg ha rimpiazzato un vecchio laptop modello A31p con uno di nuova generazione T61p della Lenovo.
All’interno del modulo orbitale dell’ultima arrivata Soyuz TMA-20, Dmitri ha eseguito l’installazione dei sensori di base per allacciare la navicella al sistema di telemetria della Stazione.

Alle 6:10 am EST, l’interno equipaggio si é riunito per un’importante handover sulle procedure di sicurezza e, per familiarizzare con esse. Scott, ha letto i vari punti procedurali indicando i ruoli che avranno il primo equipaggio e quello del secondo equipaggio, in caso di abbandono della Stazione (due Soyuz, due equipaggi). Gli argomenti principali toccati in queste riunioni tecniche sono:
* azioni da intraprendere e ruoli e responsabilità dei singoli, per le quattro aree di rischio (depressurizzazione, incendio, contaminazione di ammoniaca, altri agenti tossici)
* scialuppe di evacuazione, docking and undocking.
* stato del supporto vitale.
* computers.
* comunicazioni.
* equipaggiamento medico.
* rischi su eventuali IVA.
* materiale a rischio immagazzinato a bordo (ci sono due potenziali aree a rischio: il circuito del sistema termico, e le attrezzature come il generatore di ossigeno Elektron, cartucce METOX, batterie, cartucce LiOH.

Ruoli del Prime/Non Prime Crew: il comandante é responsabile dell’appello; per un incendio nel segmento russo i tre astronauti russi saranno il primo equipaggio, mentre Scott, Cady e Paolo resteranno in attesa nelle rispettive Soyuz assegnate o in altre aree di sicurezza. In caso di rapida depressurizzazione, agli astronauti che hanno in carico questo compito dovranno calcolare il T.res (il tempo restante), operare su valvole, deviatori e portelloni intermodulari e coordinare le comunicazioni. In caso di inquinamento da agenti tossici, ogni membro dell’equipaggio ha dei compiti specifici oltre che attivarsi al più presto con i respiratori individuali. Inoltre i tempi di preparazione per la partenza delle Soyuz sono strettissimi.

Successivamente, Paolo ha completato il periodico prelievo di campioni di acqua dal WRS e avviato l’analisi con TOCA (Total Organic Carbon Analyzer). Poi, ha iniziato lo sballaggio del nuovo HMS IMAK(Health Maintenance System / ISS Medical Accessory Kit) portato su con TMA-20. La Coleman ha riservato circa mezz’ora per la configurazione e il ripasso, del prossimo checkout del sistema computerizzato DOUG per il braccio robotico, in vista di HTV-2.

Oleg ha invece riservato circa due ore per trasferire materiale da smaltire e attrezzature non più in uso, a bordo della Progress 40P destinata al deorbit il prossimo 24 Gennaio.

Lavorando all’interno di Columbus, Paolo Nespoli ha installato l’equipaggiamento per il suo e di Cady, primo esperimento con l’uso di Neurospat (Study of Spatial Cognition, Novelty Processing and Sensorimotor Integration). L’esperimento attraverso misure fisiologiche e comportamentali, vuole indagare le funzioni celebrali prefrontali e “l’organizzazione” percettiva, per verificare gli effetti dell’assenza di gravità sul cervello umano. I compiti dell’esperimento si basano su quattro aspetti:
* tracking visuo motorio
* percezione di auto-orientamento
* navigazione tridimensionale
* discriminazione e orientamento degli oggetti
Con questi tasks si vogliono evocare risposte del sistema sensomotorio in assenza di gravità. Per ogni paradigma, verranno esaminati: percezione, attenzione, memorizzazione, decisione e azione.

L’attività con NeuroSpat verrà svolta in due giorni, domani verrà allestita la cuffia EEG per la registrazione dei dati. In precedenza, a questo esperimento si era sottoposto Frank De Winne.

Alle 1:20 pm, Kaleri, Dmitri e Oleg si sono riuniti per la registrazione di un evento TV, inviando due messaggi con i loro saluti per le festività a: i bambini che attenderanno il nuovo anno presso RSC-Energia e l’altro al management e allo staff di Energia per il party di fine anno.

Robotics test: dopo le necessarie verifiche, da remoto si é provveduto a spostare MT (Mobile Transporter) con sopra il braccio SSRMS, dal punto WS3 a WorkSite5. Successivamente SSRMS ha manovrato per agganciarsi al punto di fissaggio PDGF3. Come al solito per evitare correzioni automatiche di assetto (per via delle sollecitazioni dinamiche dovute alle masse in movimento) il sistema della Stazione é stato temporaneamente disabilitato.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.