Il Proton può tornare a volare già entro fine anno

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Spaceflightnow riporta che a Commissione di inchiesta incaricata di esaminare le motivazioni del recente fallimento del lancio di tre satelliti Glonass da parte di un vettore Proton ha dato via libera al prossimo lancio del successivo vettore.

Il 6 Dicembre, durante il funzionamento del terzo stadio, il lanciatore aveva sensibilmente deviato dalla traiettoria nominale, causando la perdita del carico. distrutto nel rientro sopra l'Oceano Pacifico.

Il vettore utilizzato era del tipo Proton-M/DM-03, con il debutto in volo del quarto stadio, appunto il Block DM-03, dotato di serbatoi più capienti di quelli della  precedente serie Block DM-02.

Le indagini effettuate hanno scoperto che, al momento del carico propellenti nello stadio superiore, un grossolano errore degli addetti ha permesso un carico di ossidante nel serbatoio superiore al necessario.
In effetti sono stati usati i parametri di carico del vecchia serie Block DM-02.

Il quarto stadio era dunque sovrappeso, cosa che, durante il lancio, ha indotto la deviazione della traiettoria di ascesa.

Si potrà quindi procedere alle operazioni relative al lancio del satellite KA-SAT della Eutelsat, che dovrebbe slittare di pochi giorni rispetto alla data precedentemente prevista del 19 Dicembre prossimo.

Il lanciatore che verrà utilizzato è un Proton-M/Breeze-M, quindi con uno stadio superiore diverso da quello coinvolto nel recente fallimento.

Fausto dell'Orto

Fausto dell'Orto, articolista storico di AstronautiNEWS e gia' attivo su ForumAstronautico.it, ha collaborato con questo blog dalla sua fondazione fino al luglio 2011.