Forse una nuova vita per gli X-34

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Due degli X-34 immagazzinati per oltre 10 anni al Dryden Flight Research Center sono stati trasportati nei giorni scorsi presso un nuovo stabilimento della Orbital Sciences Corp, nel Mojave, dove verranno ispezionati per valutarne le condizioni di ritorno al volo.
La possibilità è quella di poterli rivedere in opera come validi banchi di prova per tecnologie e sistemi sperimentali.
I due X-34 sono stati mantenuti negli hangar del Dryden Flight Research Center di Palmdale in California fino alla cancellazione del programma nel 2001 che prevedeva di utilizzarli in voli di ricerca ipersonici a mach 8 e con un rateo massimo di 25 voli all'anno. A causa della sospensione dei finanziamenti alla Orbital da parte della NASA nessuno dei due ha mai eseguito dei voli propulsi benchè uno dei due sia effettivamente stato predisposto e poi trasportato in volo con un Lockheed L-1011.

Fonte: flightglobal.com

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.