Estesa sino al 2014 la missione TIMED

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Dopo nove anni di intenso lavoro, la missione del  satellite TIMED (acronimo di Thermosphere Ionosphere Mesosphere Energetics and Dynamics) è stata prolungata.

Lo scopo di questa missione è incentrata sulla comprensione della parte centrale dell’atmosfera ed in particolare mesosfera, termosfera inferiore e ionosfera; settori fra i meno conosciuti dell’involucro gassoso che avvolge il nostro pianeta.

Il vice capo progetto missione J. Sigwart ha dichiarato che questa regione era poco conosciuta in quanto troppo alta per i palloni sonda e troppo bassa per satelliti orbitanti. Ciò che TIMED ha svelato sono state le modalità con cui ci protegge dalle radiazioni solari. Dati la cui comprensione sono notevolmente aumentati grazie al lavoro di TIMED.

L’estensione della missione si protrarrà sino al 2014 e sarà centrata sull’analisi dell’influenza del sole sulla parte centrale dell’atmosfera e delle sue variazioni. Tale aspetto affascina molto gli scienziati in quanto sono teorizzate molte variazioni dell’entropia atmosferica legate al ciclo undicennale solare e proprio tale estensione di missione permetterebbe di ottenere dati per ben oltre tale lasso di tempo.

Lo strumento fondamentale svolgere questo lavoro è il radiometro SABER (Sounding of the Atmosphere using Broadband Emission Radiometry), costruito dall’Hampton University, Virginia. SABER studia specificamente la composizione e la temperatura nella mesosfera.
Ulteriori ricadute del lavoro di TIMED riguardano il calcolo della densità della termosfera: la variazione del numero di particelle influenza il tempo di permanenza in orbita sia dei veicoli spaziali che dei detriti spaziali, dato che deve essere sempre integrato nei calcoli per i modelli orbita. Ancora studiare cambiamenti di composizione nella termosfera può servire per comprendere come si modifichi la ionosfera e quindi come si alteri la propagazione delle onde radio per le comunicazioni terrestri e satellitari.

TIMER collaborerà, inoltre, anche col Solar Dynamics Observatory, nel controllo delle quantità di radiazione solare.

Fonte NASA

Nell'immagine (Credit NASA) una rappresentazione artistica del satellite TIMED

  Copyright Associazione ISAA 2006-2019 - Vedi qui i dettagli della licenza.