Ultimi tests per il Falcon 9

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Mentre proseguono i lavori che porteranno al primo lancio del vettore Falcon 9 da Cape Canaveral, la SpaceX comunica che al momento sono rimasti due i nodi da sciogliere prima del debutto della nuova creatura della società di Elon Musk: La certificazione del Flight Termination System (FTS) e la seguente Range Availability.

In altre parole, il Flight Termination System è quel sistema che provoca la rottura dei serbatoi dei propellenti del Falcon 9 nell’eventualità in cui la traiettoria di volo del lanciatore della SpaceX esca dai limiti di sicurezza. Il sistema FTS è richiesto dall’Air Force Range Safety che detiene quindi la possibilità di terminare il lancio se ritenuto necessario.

I tecnici della SpaceX sono al lavoro per completare i tests degli elementi esplosivi del sistema che comprende anche radio, antenne e transponder, che vengono forniti da appaltatori. Tutti i componenti del sistema FTS devono essere necessariamente qualificati per gli ambienti di volo che il Falcon 9 incontrerà durante il suo funzionamento, e naturalmente non si tratta di hardware “Off the shelf”.

Il test del sistema FTS è un processo iterativo in cui il numero dei tests rimanenti derivano direttamente dall’esito dei tests precedenti, e ciò rende difficile predire la data entro la quale tutto il lavoro verrà concluso. Una volta terminate queste procedure, verrà sottoposta ai responsabili della SpaceX e dell’Air Force Range Safety una nuova data di lancio, che verrà così valutata.

Va detto che per questo mese di Maggio la maggior parte del calendario è già riservata per altre attività, quindi la disponibilità di date libere sarà un altro fattore chiave per determinare il giorno del lancio.
Fortunatamente, il sistema FTS è l’ultimo grosso impedimento da risolvere, visto che il veicolo in sé è già pronto per il lancio. Pertanto una volta qualificato il FTS, l’intero sistema Falcon 9 sarà dichiarato “Go for launch”.

Fonte: SpaceX.

Luca Frigerio

Impiegato nel campo delle materie plastiche e da sempre appassionato di spazio. E' iscritto a forumastronautico.it dal Novembre 2005 e da diversi anni sfoga parte della sua passione scrivendo per astronautinews.it. E' consigliere dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA)