Bolivia e Cina firmano per satellite TLC

Il Governo Boliviano ha firmato con la Great Wall Industries Corporation (GWIC) Cinese, industria autorizzata dal Governo alla produzione di satelliti, un accordo per la produzione del primo satellite per telecomunicazione del Paese, satellite già ribattezzato “Tupac Katari”.  Il progetto da 300 milioni di dollari ha fra gli obiettivi quello dell’alfabetizzazione delle aree più povere del Paese coprendo però tutta l’America Latina con due stazioni di controllo, una a Tiwanaku Plateau vicino La Paz e una a La Guardia. L’entrata in servizio è prevista in 3 anni.

  Questo articolo è © 2006-2023 dell'Associazione ISAA, ove non diversamente indicato. Vedi le condizioni di licenza. La nostra licenza non si applica agli eventuali contenuti di terze parti presenti in questo articolo, che rimangono soggetti alle condizioni del rispettivo detentore dei diritti.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.