Attività imminenti sulla ISS

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Mentre nei giorni scorsi si è sganciato dalla ISS il cargo Progress M-03M riempito con spazzature e materiale non più utilizzabile, le attività delle prossime settimane sulla ISS saranno particolarmente intense.
Il Progress sganciatosi lo scorso 22 Aprile alle 18:29 ora italiana era arrivato sulla ISS lo scorso ottobre, rimarrà ora in orbita, in volo autonomo, per cinque giorni per poter eseguire una serie di esperimenti coordinati dall’Agenzia Russa, prima di tuffarsi nell’atmosfera e distruggersi sopra l’Oceano Pacifico il prossimo 27 Aprile.
I mesi di Maggio e Giugno sulla ISS saranno, come detto, particolarmente densi di attività, a partire dal 28 Aprile, quando da Baikonur partirà il Progress M-05M che l’1 Maggio arriverà ad agganciarsi alla ISS consegnando i rifornimenti per l’equipaggio.
Sarà poi la volta, il 10 Maggio, dell’undocking del Progress M-04M che lascerà il portello di Zvezda per poter effettuare, due giorni dopo, la rilocazione della Soyuz TMA-17 e che a sua volta lascerà libero il portello di Zarya. Tale portello è destinato ad ospitare nei giorni successivi il nuovo modulo Russo Rassvet che arriverà sulla ISS a bordo dell’imminente missione Shuttle STS-132.
Proprio l’arrivo della terz’ultima missione Shuttle, ultima della navetta Atlantis, sarà l’evento principale delle prossime settimane a bordo della Stazione.
Se il lancio avverrà come programmato il 14 Maggio l’arrivo è previsto per il 16 e durante la missione verranno svolte 3 EVA supportate dall’equipaggio della ISS e un reboost della ISS utilizzando il sistema RCS della navetta americana.
Un ulteriore reboost della ISS è previsto pochi giorni dopo la partenza dello Shuttle, il 26 Maggio, utilizzando i propulsori del Progress M-05M.
Il mese di Giugno sarà invece quasi completamente dedicato al passaggio di consegne fra le Exp. 23 e 24. Il 2 Giugno partirà la Soyuz TMA-17, con a bordo O. Kotov, T. Creamer e S. Noguchi che lasceranno la ISS per permettere l’arrivo, il 17 dello stesso mese, della Soyuz TMA-19 con i tre nuovi membri dell’equipaggio, F. Yurchikhin, D. Wheelock e S. Walker.
Il mese si concluderà poi con una rilocazione, da Zvezda a Rassvet, della Soyuz TMA-19 e il 30 Giugno l’arrivo del Progress M-06M.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.

Potrebbero interessarti anche...