Abbattuto il Mercury Mission Control Center

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

E’ stato abbattuto nei giorni scorsi il Mercury Mission Control Center di Cape Canaveral, che costruito fra il ’56 e il’58 ha ospitato il Controllo Missione di tutte le missioni del programma Mercury e le prime tre missioni del programma Gemini.
La struttura, aggredita dal tempo e dalle intemperie tipiche del clima marino del Cape, non era più recuperabile e per questioni di sicurezza è stata completamente demolita.
Il Mission Control Center aveva il compito di seguire tutte le fasi delle missioni, da dopo il lancio e fino allo splashdown con il termine della missione.
Altri compiti secondari ma ugualmente fondamentali furono quello di monitoraggio dei sistemi di lancio utilizzati, di tracking di altre missioni spaziali e di addestramento per astronauti e tecnici.
A partire dalla Gemini IV i controlli missione passarono, come ancora oggi avviene, a Houston diventando questa una stazione di tracking e di controllo di lancio.

Fonte: NASA

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.