STS 130 – Flight Day 2

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

L'equipaggio di Endeavour ha trascorso il suo secondo giorno in orbita eseguendo le ispezioni e le osservazioni del TPS dell'orbiter tramite l'OBSS, estensione del braccio robotico dello Space Shuttle, che contiene particolari e specifici sensori adatti allo scopo.
Sono state ispezionate accuratamente le aree considerate più a rischio, ovvero quelle che supportano il massimo stress termico durante il rientro, in particolare il [i]nose cap[/i] e il contorno delle ali.

Gli specialisti a terra impiegheranno un paio di giorni per analizzare le scansioni laser, le fotografie e i dati acquisiti oggi e ieri.
Comunque non sono stati rilevanti problemi particolari, basandosi sulle prime ispezioni di oggi; tuttavia, durante l'ascesa, si è notato una piccola striscia di schiuma staccarsi dall'ET, a circa due minuti dal decollo; in ogni caso questo fatto non sembra costituire un problema in quanto non sono stati riscontrati evidenti segni di impatto.

Nella mattina di oggi, inoltre, i MSs Robert Behnken e Nicholas Patrick hanno ispezionato le tute EMU che verranno utilizzate nelle passeggiate spaziali (in questa missione sono programmate tre EVA per installare e configurare il terzo nodo e l'appendice Cupola).
E stato poi configurato il meccanismo di docking dell'orbiter.

Ogni compito programmato per la giornata di oggi è stato svolto secondo la timeline prevista, tutto è pronto per il rendezvous di domani con la ISS.
Il docking con la Stazione Spaziale Internazionale dovrebbe avvenire intorno alle 6:06 (CET) di mercoledì.

Durante l'avvicinamento finale alla ISS il comandante di Endeavour George Zamka condurrà lo Shuttle in una manovra che permetterà all'equipaggio della Stazione di scattare ulteriori fotografie ad alta risoluzione del TPS della navetta e delle sue piastrelle RCC (Reinforced Carbon Carbon). La RPM è diventata routine in seguito al disastro del Columbia.
Il Damage Assessment Team (DAT) si pronuncerà sulla condizione dello scudo termico di Endeavour dopo che avrà avuto modo di analizzare anche i dati raccolti domani e nei prossimi giorni.

Filippo Magni

Appassionato di spazio, studente di ingegneria aerospaziale presso il Politecnico di Milano. Collabora all'amministrazione del forum come "Operations Officer". Scrive su AstronautiNEWS da maggio 2009.