Finanziata l’estensione della missione Cassini fino al 2017

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

La missione automatica Cassini-Huygens aumenta ancora la sua vita, almeno fino al 2017. In accordo con il nuovo piano finanziario che assegna i costi in seno all'agenzia spaziale americana, proposto pochissimi giorni fa dalla Casa Bianca, sono stati riservati i 60 milioni di dollari annuali necessari per mantenere in vita la missione e per sostenere i suoi costi, principalmente per il personale, i vari teams e le operations.

Cassini, una missione di NASA-ESA-ASI, è stata lanciata nel 1997 per studiare Saturno e le sue lune, insieme alla sonda europea Huygens. Arrivata a Saturno nel 2004 dopo una serie di gravity assist multipli planetari per correggerne la velocità eliocentrica, ha studiato sia Saturno, attraverso 12 payload differenti, sia Titano, la sua luna più massiva, attraverso i sei payload di Huygens, sceso nell'atmosfera del satellite catturando dati sia durante la discesa, sia per alcune ore successive.

La missione, inizialmente con una vita utile prevista fino alla fine del 2008, era già stata estesa di due anni, fino alla fine del settembre 2010, ma la conferma di un'ulteriore estensione, di ben 7 anni, ha soddisfatto la comunità scientifica ed i partners coinvolti nel progetto.

L'estensione della missione, secondo i suoi direttori scientifici al JPL di Pasadena, consentirà di seguire i cambiamenti stagionali di un pianeta così esterno del sistema solare e delle sue lune. Cassini infatti, arrivata a Saturno dopo il suo solstizio invernale che nell'emisfero nord porta all'estate, potrà produrre materiale scientifico fino al solstizio del maggio 2017, portando in essere la più completa mappatura climatica del pianeta mai effettuata. Ciò comporterà 155 orbite attorno a Saturno, 54 flybys di Titano e 11 flybys di Encelado. Verranno inoltre portati avanti gli studi sul sistema di anelli del pianeta e sulla bolla magnetica, la magnetosfera, che lo circonda.

Il libro delle scoperte della missione, che conta, solo a livello visivo, 210000 immagini portate a termine con 125 rivoluzioni di Saturno, 67 flybys di Titano e 8 di Encelado, non è quindi concluso ed anzi, è pronto a portare nuove magiche emozioni e scoperte scientifiche.

Fonte: NASA, ESA

Potrebbero interessarti anche...