Approvato il terzo mandato di d’Escatha come presidente del CNES

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Il Consiglio dei Ministri francese di Mercoledì 10 Febbraio, su raccomandazione del Ministero della Difesa e del Ministero della Ricerca, ha approvato la riconferma di Yannick d'Escatha alla carica di presidente del CNES, l'agenzia spaziale francese.
Per d'Escatha si tratta del terzo mandato dopo la nomina nel Febbraio 2003 e la riconferma nel 2005.

"Sono molto contento e orgoglioso della fiducia del governo che mi permette di continuare a dirigere questo straordinario serbatoio di cervelli, che è il CNES, e desidero rendere omaggio a tutto il personale.

Lo spazio ha una qualità unica: ci fa sognare, oltre a essere utile nella nostra vita ogni giorno. Presto non se ne potrà più farne a meno.
Siamo tutt'ora in un'epoca di pionieri, molte cose restano ancora da scoprire, a partire dal nostro bellissimo pianeta.

L'avventura continua, stiamo costruendo l'Europa dello Spazio, e lo spazio è il futuro dell'umanità!"

Nato nel 1948, Yannick d'Escatha si è laureato in ingegneria alla Ecole Polytechnique. Continuati gli studi ha poi ha poi cominciato una carriera di insegnamento e ricerca, specializzandosi in meccanica della frattura. A 24 anni è docente presso la Ecole Plytechnique, la Ecole des Mines di Parigi e l'ENSTA. Si è poi occupato a lungo di energia atomica fino a diventare nel 2002 co-Amministratore Delegato di EDF, maggiore azienda produttrice e distributrice di energia in Francia, prevalentemente da fonte nucleare.
Oltre alla carica di presidente del CNES è stato Presidente del CdA della Ecole Polytechnique dal maggio 2001 al marzo 2008, e attualmente è un membro del CdA di EDF dal novembre 2004, del CdA di Thales dal maggio 2009 ed è presidente del CdA della Université de Technologie de Troye dal gennaio 2008.

Fonte: CNES

  Copyright Associazione ISAA 2006-2019 - Vedi qui i dettagli della licenza.