L’equipaggio dell’ISS fa spazio al nodo Tranquillity

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Lo scorso weekend, mentre i tecnici del KSC erano alle prese con la chiusura dei portelloni della payload bay dell'Endevour, l'equipaggio dell'International Space Station ha portato a termine una importante operazione robotica, che liberato il boccaporto presso il quale verrà agganciato il nuovo elemento portato in orbita dallo Space Shuttle.
Gli astronauti hanno utilizzato il Canadarm2 per rimuovere il Pressurized Mating Adapter n°3 dal lato sinistro del nodo Unity e riposizionarlo sopra al modulo Harmony.

Come è noto il PMA n°1 unisce il Segmento Russo a al Segmento Americano collegando il nodo Unity al modulo Zarja, mentre il PMA n°2, agganciato in fronte al nodo Harmony funge da punto di attracco per gli space shuttle.

Il trasferimento del PMA n°3 dalla sua posizione iniziale ha lasciato libero il punto di attracco per l'imminente installazione nel nuovo modulo Tranquillity.
Ancora, dopo l'attivazione di Tranquilliy ad opera dell'equipaggio dello Shuttle Endeavour, il personale dell'ISS utilizzerà  lo SSRMS per ricollocare l'adattatore conico PMA3 al punto di attracco esterno del nuovo modulo.

Nel frattempo, come detto all'inizio, al Kennedy Space Center il modulo Tranquillity, che si ricorda, è stato costruito in Italia; giace nella stiva dell'Endeavour pronto al decollo.

Domani, Mercoledì, i dirigenti responsabili della missione si incontreranno al Kennedy Space Center per la Flight Readiness Review, durante la quale si farà il punto della situazione ed eventualmente si confermerà la data di lancio della missione STS-130, che per ora resta fissata alle 4:39 a.m. EST (10:39 in Italia) di Domenica 7 Febbraio.

1) Nella prima immagine si vede il PMA n°3 agganciato a lato del nodo Unity, prima del suo spostamento.

2) Qui il PMA n°3 com'è ora, nella sua nuova posizione.

3) Infine, in questa illustrazione si vediamo come sarà la Stazione Spaziale dopo l'installazione del nodo Tranquillity e la ricollocazione del PMA n°3 in punta ad esso.

Image Credit: NASA.

  Questo articolo è © 2006-2019 dell'Associazione ISAA - Alcuni diritti riservati.

Luca Frigerio

Impiegato nel campo delle materie plastiche e da sempre appassionato di spazio. E' iscritto a forumastronautico.it dal Novembre 2005 e da diversi anni sfoga parte della sua passione scrivendo per astronautinews.it. E' consigliere dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA)