ASI-Roscosmoss: accordo per un super telescopio

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Italia e Russia realizzeranno congiuntamente il super telescopio Millimetron. L'annuncio è stato dato in occasione del Vertice Italo-Russo a Villa Madama. Alla presenza dei capi di governo dei due paesi, il presidente Enrico Saggese dell'Agenzia spaziale italiana ASI e il capo dell'Agenzia russa ROSCOSMOS, Anatoly Nikolayevich Perminov, hanno firmato l‘accordo relativo alla cooperazione bilaterale sulla missione di osservazione cosmologica. Nell'ambito di questo accordo l'Italia fornirà lo spettrometro polarimetrico, uno degli strumenti principali di Millimetron.

Millimetron è una missione spaziale russa che prevede di realizzare un osservatorio orbitante dotato di uno specchio di 12 metri di diametro, record assoluto nella storia delle missioni spaziali. Il telescopio opererà in una larga banda dello spettro elettromagnetico, nella regione delle lunghezze d’onda del submillimetrico, millimetrico e lontano infrarosso (a lunghezze d’onda tra 20 µm  e 20 mm) e metterà in grado gli astronomi di osservare l’Universo con una sensibilità senza precedenti, per risoluzione angolare e capacità spettro-polarimetriche. Queste bande elettromagnetiche rappresentano una delle finestre di osservazione dell’universo più promettenti, ricche di informazione scientifica e meno esplorate. Millimetron potrà far luce sull'Universo freddo, le strutture cosmologiche su larga scala, la natura della Materia Oscura e della Energia Oscura, l'evoluzione degli  ammassi di galassie, galassie, stelle e pianeti. Le immagini a risoluzione angolare estremamente elevata ottenibili nella modalità VLBI (Very Long Baseline Interferometry, una tecnica che connette antenne indipendenti come se formassero un unico, gigantesco, strumento) permetterà di studiare, con capacità senza precedenti, oggetti astronomici compatti ed ultra compatti. La data prevista per il lancio di Millimetron è fissata al 2018-2019.

Le capacità tecniche di Millimetron, che permettono per la prima volta di sondare l’universo e le sue strutture in 3-D attraverso una analisi spettro-polarimetrica risolta spazialmente, necessitano di una strumentazione innovativa e con grandi performances.  Nell'ambito dell'accordo di collaborazione, l’Italia – sotto il coordinamento e la supervisione di ASI – fornirà “know-how”, studi di fattibilità, progettazione e realizzazione di uno degli strumenti più importanti e più innovativi di Millimetron:  lo spettro-polarimetro FTS (SP-FTS). Si tratta di un'evoluzione innovativa dello spettrometro FTS già progettato con successo per la studio di Fase-A della piccola missione ASI, SAGACE .
Il progetto e lo studio di fattibilità per lo strumento SP-FTS ha già ottenuto il pieno supporto della comunità scientifica interessata (Università coinvolte, INAF) e delle PMI alla progettazione e all’uso scientifico dello strumento. Lo studio e la realizzazione dello strumento SP-FTS, centrale per Millimetron, porrebbe la comunità italiana e ASI a livello di partner tecnico e scientifico principale per in consorzio del progetto Millimetron, ed in generale contribuirà a rafforzare la collaborazione multi-progettuale tra ASI e ROSCOSMOS.

Millimetron si inserisce lungo la linea di sviluppo scientifico e tecnico già iniziata dall’ASI con il supporto alle missioni PLANCK e HERSCHEL e continuata con i due piccoli progetti OLIMPO (volo di pallone stratosferico a lunga durata) e SAGACE (studio di piccola missione per una survey spectro-imaging nel mm).
Per la realizzazione internazionale della missione Millimetron  si sta costituendo un consorzio internazionale. Allo stato attuale, il consorzio per Millimetron e formato dal Millimetron International Scientific Committee (MISC) e dal Millimetron Management Committee (MMC).

Fonte:ASI

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.