STS 129, DELTA ed ATLAS si contendono il lancio

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Ufficialmente la partenza dello Shuttle e' tuttora prevista per il 12 novembre, ma vi sono tutte le probabilita' che venga scelta una finestra che va dal 17 al 19 dello stesso mese.
Il problema nasce dall'affollamento del poligono orientale: oltre ad STS, e' previsto un lancio ATLAS V il giorno 14 ed uno di DELTA IV il giorno 18. Questo fa si' che le finestre di lancio effettive vengano a sovrapporsi, ed i managers del programma STS stanno pensando di utilizzare gli ultimi giorni disponibili per Atlantis, passando, per cosi' dire, in fondo alla coda.

Tuttavia, una semplice analisi dei tempi implicati dall'allestimento delle rampe per le rispettive missioni fa comprendere che la date dal 12 al 15 per lo shuttle di fatto renderebbero impossibile lanciare l'ATLAS V (che portera' in orbita l'Intelsat 14) il giorno 14. Analogamente, le date tra il 17 ed il 20 sono impossibili per via del lancio del DELTA IV (con un satellite WGS) il giorno 18.
Sembrerebbe disponibile l'unica data del 16 novembre, ma questo contrasta con le affermazioni di John Shannon, manager del progetto, di voler usare la finestra del 17-19.

Al momento sono in corso febbrili trattative tra i responsabili delle varie missioni per trovare una soluzione ottimale, senza dimenticare l'incombente spada di Damocle costituita dall'inizio del "beta cutout", che andra' dal 20 novembre al 5 dicembre. Un lancio di Atlantis sarebbe ancora possibile il giorno 21, a patto di eliminare da subito un giorno di missione e lanciare il vettore DELTA IV il giorno 18.
L'unica buona notizia in questa intricata situazione e' rappresentata dal fatto che l'agenzia russa ha modificato leggermente il proprio programma di rotazione degli equipaggi ISS in modo da offrire allo shuttle una possibilita' di partenza ai primi di dicembre, nel caso fosse impossibile rispettare le date di novembre attualmente previste.

Apparentemente dimentichi di questi problemi, i tecnici dello shuttle sono tuttora alle prese con i preparativi per il lancio. Al momento si stanno valutando gli eventuali effetti di una serie di almeno 4 fulmini che ha colpito il pad mercoledi' scorso. I risultati dei tests saranno disponibili a breve.

Paolo Actis

Paolo collabora con AstronautiNEWS fin dal maggio 2008.