Incontro Saggese-Bolden allo IAC

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Il 13 ottobre 2009, a Seul, il Presidente dell’ASI Enrico Saggese ha incontrato per la prima volta, dopo contatti preliminari nei mesi scorsi, l’Amministratore della NASA Charles Bolden.

La Corea dal 12 al 16 ottobre ospita il sessantesimo Congresso Astronautico Internazionale (IAC), che raccoglie circa tremila addetti ai lavori provenienti da quasi sessanta paesi.

Bolden e Saggese si sono scambiati valutazioni sulle rispettive strategie spaziali, tra cui la necessità di estendere l’utilizzazione della ISS oltre il 2015. La NASA ha riconfermato il suo apprezzamento per il supporto italiano alla ISS, che vedrà presto uno dei quattro MPLM, realizzati dall’industria italiana, in agganciato alla ISS in maniera permanente.

Sul versante dell’esplorazione spaziale, Bolden ha ribadito che NASA sta aspettando il rapporto finale del Comitato Augustine, prima di riferire al Presidente Obama lo stato dell’arte e ricevere istruzioni sulla nuova strategia americana. Saggese ha introdotto lo scenario europeo, in cui lo spazio sta diventando sempre più una realtà condivisa tra ESA e UE.

NASA ha espresso il suo rinnovato impegno per il problema del cambiamento climatico, in linea con la nuova amministrazione americana, condiviso, peraltro, da ASI che ha sviluppato il sistema satellitare COSMO-SkyMed e proseguirà con la seconda generazione dedicata alla protezione dell’ambiente e alla gestione dei disastri naturali.

ASI e NASA hanno concordato di continuare la consolidata collaborazione bilaterale sulle missioni scientifiche con nuovi progetti di esplorazione dell’Universo. I due capi di Agenzia, dopo aver condiviso l’importanza di aumentare gli sforzi sulla formazione delle nuove generazioni allo spazio, si sono dati appuntamento a Washington il prossimo mese di dicembre.

Fonte: ASI

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.