Satellite PAN lanciato verso l’orbita geostazionaria

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Ieri sera il lanciatore Atlas V-018 della società ULA ha immesso in orbita di trasferimento geostazionario il satellite denominato PAN (Palladium At Night).
Il lancio è avvenuto alle 23,35 CEST, dal Pad 41 della Cape Canaveral Air Force Station, col vettore configurato nella versione 401, cioè senza boosters solidi laterali.
Il satellite è stato costruito dalla società Lockheed Martin Space Systems, nell'ambito di un programma denominato P360, utilizzando una piattaforma A2100, ampiamente usata come base dei satelliti commerciali di telecomunicazione costruiti dalla medesima società.
Si tratta di un satellite per telecomunicazioni che la Lockheed Martin passerà poi in gestione ad un Ente Governativo Americano, per il momento sconosciuto.
Sembra che il programma sia stato preso in carico dalla società costruttrice nell'Ottobre del 2006, con l'intento di utilizzare componenti commerciali e di lanciare il satellite in 30 mesi.
Il decollo è avvenuto all'apertura della finestra di lancio, in un primo momento, il complesso PAN/Centaur è stato immesso in un'orbita di parcheggio.
In seguito un seconda accensione del Centaur ha immesso il complesso in un'orbita di 7300 x 35800 km, col rilascio del satellite avvenuto con successo dopo 1 ora e 59 minuti dal lancio.

Fausto dell'Orto

Fausto dell'Orto, articolista storico di AstronautiNEWS e gia' attivo su ForumAstronautico.it, ha collaborato con questo blog dalla sua fondazione fino al luglio 2011.